Flash News: Edilizia

12/12/2018 - Un contributo culturale, scientifico e tecnico per sostenere Genova e aiutarla a superare l’attuale momento di difficoltà.   È la ragione della lettera inviata dalla presidente nazionale Silvia Viviani, per conto dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, a Marco Bucci, sindaco del capoluogo ligure e commissario straordinario per la ricostruzione del ponte autostradale sul Polcevera, e all’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci.   Alla lettera è accompagnato un documento, otto punti su cui si dà la disponibilità di un confronto e un approfondimento nel merito.   Lo spirito che anima l’iniziativa dell’Inu è la consapevolezza, scrive Viviani a Bucci, che “la ricostruzione del Ponte costituisce un impegno imprescindibile nei tempi brevi a cui a cui si affianca la necessità di una programmazione, nei tempi medi e lunghi, di un complesso di piani, politiche, progetti..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 - “Continua l’approfondimento di BIM.archiproducts – Edilportale sulle nuove figure professionali legate al mondo del Building Information Modeling regolamentate dalla norma UNI 11337 parte 7, che a breve sarà pubblicata ufficialmente. Nel focus precedente (per leggerlo clicca QUI) abbiamo fatto una panoramica generale sulla norma, sul contesto normativo in cui si inserisce e sulle 4 professionalità che individua come figure chiave nella gestione di un processo BIM. In questo focus approfondiremo nel dettaglio conoscenze, abilità e competenze di ciascuna di esse. Partiamo dal profilo di più recente concezione. - CDE manager: il gestore dell'ambiente di condivisione dei dati contribuisce attivamente alla ricerca di soluzioni informatiche di rete, in cloud e di protezione dei dati. Lo scopo principale della gestione dell'ambiente di condivisione dei dati è mettere..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 – Sburocratizzazione, riforma del Codice Appalti e progettazione delle opere pubbliche, ma anche fatturazione elettronica e qualità. Sono gli argomenti toccati durante la riunione del tavolo per le Piccole e medie imprese (Pmi) convocato dal Ministero per lo sviluppo economico (Mise).   All’incontro, i rappresentanti di professionisti, organizzazioni e imprese del settore edile si sono confrontati con il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio.   Come annunciato da Di Maio in conferenza stampa, nei prossimi giorni saranno istituiti una serie di tavoli tecnici per permettere agli operatori di dare un contributo costante nella scrittura delle norme. L’idea di “un tavolo tecnico con le Pmi che porterà tante innovazioni” è stata ribadita da Di Maio al termine del Consiglio dei Ministri di oggi.    Riforma del Codice Appalti e semplificazioni L’Associazione nazionale costruttori edili (Ance)..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 - È saltata la riforma del Codice Appalti, più volte annunciata nei giorni scorsi, che avrebbe dovuto muovere i suoi primi passi nel Consiglio dei Ministri di oggi.   Sul tavolo del CdM è arrivata una bozza di decreto legge per la semplificazione molto più leggera di quella circolata nei giorni scorsi. Dei 28 articoli inizialmente previsti, ne sono rimasti infatti 10. In un video pubblicato su Facebook al termine della riunione del CdM, il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, ha affermato che nella fase di conversione del decreto legge entreranno altre misure di semplificazione che avranno come obiettivo “cancellare gli adempimenti e gli enti inutili che non servivano a niente ma solo a creare scartoffie”.   Codice Appalti, salta la riforma urgente Dal testo della bozza del decreto legge sono scomparse le norme che avrebbero dovuto introdurre modifiche urgenti al Codice Appalti. Nelle ultime ore c’è..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Controllare in tempo reale l’impatto del traffico pesante su ponti, viadotti e altre infrastrutture strategiche grazie a sensori intelligenti e hi-tech in grado di monitorare le strutture e proporre soluzioni alternative di sicurezza stradale.   È l’obiettivo di SENTINEL (Sistema di pEsatura diNamica inTellIgente per la gestioNE deL traffico pesante) un progetto sperimentale che ha preso il via in questi giorni e coinvolge ENEA, in veste di capofila, ANAS, Takius Srl e Consorzio TRAIN (Consorzio per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie per il TRAsporto Innovativo).   Sicurezza ponti e la necessità di sensori intelligenti La necessità di monitorare ponti e strade nasce dal forte incremento del traffico pesante su gomma e dal fatto che spesso le strutture non siano state progettate per sopportare quei carichi.     Di conseguenza il progetto di SENTINEL cerca di sfruttare le nuove tecnologie basate anche sull’informatica..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Centrale unica per la progettazione, ripristino dell'aliquota relativa alla progettazione all'interno dell'incentivo del 2%, svilimento dei contenuti e della qualità del progetto per le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. Secondo la Rete Professioni Tecniche (RPT), le misure più rilevanti in materia di opere pubbliche messe in piedi dal Governo guardano al passato e riducono la qualità dei progetti.   Con una nota RPT esprime la più profonda preoccupazione per le intenzioni del Governo in materia di infrastrutture, opere pubbliche e progettazione. La RPT, si legge nella nota, sin da subito ha espresso la propria netta contrarietà all’introduzione per mezzo della legge di bilancio della Centrale per la progettazione delle opere pubbliche, qualcosa che il Paese ha già sperimentato in passato, e che ha determinato effetti contrari a quelli auspicati.   Nelle ultime settimane ha avuto..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Il Codice Appalti del 2016 sta per essere riscritto. Le nuove regole promettono di essere più semplici e di velocizzare la realizzazione delle opere pubbliche, senza sprechi e perdite di tempo. Non è ben chiaro però con quali tempistiche avverranno le modifiche.   Codice Appalti, i tempi della riforma Di riforma del Codice Appalti si parla già da parecchio tempo, ma il modo di procedere sembra frastagliato e rischia di avere tempistiche disorganizzate. Prima la consultazione voluta dal Ministro Toninelli per cogliere gli umori degli operatori del settore, poi l'annuncio di una riforma data per ultimata a novembre dal vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, contraddetto dal giro di consultazioni avviato dal Senato. Sembrava che si fosse arrivati ad una soluzione su doppio binario, varando prima delle modifiche urgenti all'interno del Decreto Legge “Semplificazioni”, da approvare entro fine anno,..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Parte il piano dell’Agenzia del Demanio per la riduzione del rischio sismico attraverso la riqualificazione degli immobili di proprietà dello Stato che prevede indagini di vulnerabilità sismica ed energetica e la progettazione degli interventi necessari.   Antisismica nella PA: 24 bandi per 58 milioni di euro Il primi bandi attivati sono quelli che riguardano gli immobili della Calabria, dell'Emilia Romagna e del Friuli Venezia Giulia; entro la fine dell’anno saranno avviati gli altri bandi di gara (per un totale di 24 bandi) rivolti a professionisti del settore, per un importo complessivo di circa 58 milioni di euro.   I bandi riguardano: le indagini di vulnerabilità sismica ed energetica (audit), i progetti di fattibilità tecnico ed economica (PFTE), e in alcuni casi la progettazione definitiva ed esecutiva. Successivamente verranno bandite le gare per eseguire i lavori sugli immobili, a partire da quelli..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Per il 96% dei professionisti la proroga dei bonus casa dovrebbe essere superiore ad un anno: il 45% ne suggerisce la stabilizzazione, il 17% indica un orizzonte temporale di 5 anni mentre il 34% si accontenta di una proroga triennale.   È quanto emerge dall’ultimo sondaggio di Edilportale, lanciato per capire come i professionisti e le imprese del settore cambierebbero gli attuali bonus per la casa. Dei partecipanti al sondaggio, il 22% è composto da ingegneri, il 20% da architetti, il 19% da geometri, a seguire periti industriali, imprese edili, altri professionisti e artigiani.   Bonus per la casa: i possibili miglioramenti I professionisti che hanno partecipato al sondaggio hanno evidenziato alcuni aspetti che potrebbero migliorare i bonus: il 61% ha suggerito di rimborsare in 5 anni invece di 10 la detrazione prevista, il 35% vorrebbe che i bonus fossero estesi a tutte le categorie catastali (oggi le detrazioni spettano..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2019 – Continua l’approfondimento di BIM.archiproducts – Edilportale sulle nuove figure professionali legate al mondo del Building Information Modeling regolamentate dalla norma UNI 11337 parte 7, che a breve sarà pubblicata ufficialmente. Nel focus precedente (per leggerlo clicca QUI) abbiamo fatto una panoramica generale sulla norma, sul contesto normativo in cui si inserisce e sulle 4 professionalità che individua come figure chiave nella gestione di un processo BIM. In questo focus approfondiremo nel dettaglio conoscenze, abilità e competenze di ciascuna di esse. Partiamo dal profilo di più recente concezione. - CDE manager: il gestore dell'ambiente di condivisione dei dati contribuisce attivamente alla ricerca di soluzioni informatiche di rete, in cloud e di protezione dei dati. Lo scopo principale della gestione dell'ambiente di condivisione dei dati è mettere in relazione i contenuti dei modelli BIM con altri..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Saranno presto erogati 250 milioni di euro per il finanziamento di 30 opere del Piano straordinario Invasi. Dopo il via libera in Conferenza Unificata, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha firmato il decreto per lo sblocco delle risorse.   I finanziamenti saranno scaglionati in 50 milioni di euro all’anno per cinque anni a decorrere dal 2018.   Piano Invasi, priorità alle opere cantierabili Il Mit fa sapere che sono pronte le convenzioni con i 30 soggetti attuatori degli interventi. La priorità sarà attribuita alle opere cantierabili fin da subito quali, ad esempio, l’adduttore alimentato dalla diga del Liscia in Sardegna, cui andranno 19,5 milioni di euro, gestito dal consorzio della Gallura, e la cassa di espansione sul torrente Baganza, cofinanziata per 6 milioni di euro su 61 di costo totale, il cui soggetto attuatore è l’Agenzia Interregionale per il fiume Po (AIPO).   La..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 - “La necessità di una proroga di tre mesi al Piano Casa, la cui scadenza era prevista per il 31 dicembre prossimo, è dovuta all’esigenza di approfondire alcuni dei temi, tra i quali la riqualificazione del patrimonio immobiliare, la valorizzazione del paesaggio e la rinaturalizzazione del territorio veneto, che andranno a qualificare la nuova legge che sostituirà, in maniera permanente, il Piano Casa”.   Così l’Assessore al Territorio, Cristiano Corazzari, spiega il motivo dell’approvazione di un emendamento al collegato alla Legge di Stabilità regionale che proroga fino al 31 marzo 2019 il vigente Piano Casa.   La legge per la riqualificazione urbana e la rinaturalizzazione Il testo del progetto di legge, attualmente all’esame della Seconda Commissione consiliare, prevede la messa a regime del Piano Casa, introducendo nuove misure finalizzate alla rinaturalizzazione del territorio veneto..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Fluttuano sull’acqua per consentire il passaggio di persone e mezzi risolvendo le difficoltà che si potrebbero presentare a seconda delle caratteristiche dei fondali. Sono i ponti galleggianti, conosciuti nel mondo come “Floating bridges” o “Pontoon bridges”. Utilizzano galleggianti o barche a basso pescaggio per supportare ponti pedonali o destinati al traffico dei veicoli. La loro capacità di carico è proporzionale alla galleggiabilità.     Molti ponti galleggianti sono temporanei e utilizzati prevalentemente per scopi bellici o per far fronte ad emergenze di protezione civile. Ma ce ne sono anche di fissi.   Non si tratta di una tecnologia moderna perché i ponti galleggianti esistono fin dall’antichità. Gli storici pensano che fossero usati in Cina già dal IX secolo a.C. e durante l’impero Romano. Sulla colonna Traiana e su quella dell’imperatore Marco..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Operatori del settore contrari alle modifiche al Codice Appalti contenute nella bozza di Decreto Legge “Semplificazioni”. Il testo sarà probabilmente discusso oggi in Consiglio dei Ministri, ma piovono già le critiche.   Fondazione Inarcassa: ‘no a reintroduzione appalto integrato’ La Fondazione Architetti e Ingegneri liberi professionisti iscritti Inarcassa ha espresso forte disappunto su alcune misure che rischiano di provocare “un cambio di direzione nel settore degli appalti pubblici”.   “La bozza del decreto-legge – dichiara il Presidente di Fondazione Inarcassa, Egidio Comodo - contiene una serie di modifiche che non vanno certo nella direzione auspicata, cioè la semplificazione del Codice degli Appalti. La modifica all'art. 23, comma 3-bis del Codice, che amplia la possibilità di ricorrere all’appalto integrato, permetterà infatti l’esecuzione..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 - Proroga di un anno delle detrazioni fiscali legate alla casa, ovvero bonus ristrutturazione, bonus mobili, ecobonus e bonus verde, e innalzamento a 65 mila euro della soglia dei ricavi (ma con una serie di limiti riguardanti i lavori svolti negli anni precedenti) per accedere al regime forfettario con tassazione al 15% per le Partite Iva.   Queste le maggiori novità su casa e professionisti contenute nella Legge di Bilancio 2019 che ha ottenuto il via libera della Camera e ora passa all'esame del Senato.   Bonus casa 2019: la proroga delle detrazioni La Legge di Bilancio 2019 prevede la proroga al 31 dicembre 2019 delle detrazioni del 50% previste dal bonus ristrutturazione e dal bonus mobili. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI     SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI La Manovra 2019, inoltre, proroga al 31 dicembre 2019 l’ecobonus per gli interventi..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/12/2018 – La Pubblica Amministrazione potrebbe decidere di saldare subito i debiti nei confronti di professionisti e imprese. Lo prevede un ordine del giorno accolto in Senato durante l’approvazione del disegno di legge Europea 2018.   Con la nuova legge, inoltre, le Pubbliche Amministrazioni avranno meno scuse per pagare in ritardo i professionisti e le imprese.   Pagamenti immediati per 9 miliardi di euro L’ordine del giorno impegna il Governo a valutare la possibilità di effettuare l’integrale pagamento dei debiti pregressi delle Pubbliche Amministrazioni nei confronti di professionisti e imprese. Questo perché, come sollecitato nell’odg, “ogni azione che inietti liquidità in una impresa o uno studio professionale, che soffre a causa dei crediti vantati nella pubblica amministrazione, può essere fondamentale alla sopravvivenza dell’attività”.   Al momento, la cifra certificata..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/12/2018 - Sarà reso noto il 14 dicembre il nome dell’impresa o della cordata di imprese che si aggiudicherà i lavori per la ricostruzione del viadotto Polcevera a Genova.   Il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse e dei relativi progetti è scaduto il 26 novembre e il Commissario Straordinario per la Ricostruzione del Viadotto, Marco Bucci, ha ricevuto 15 candidature, tra cui quelle di: - Gruppo Cimolai; - Maffeis Engineering - Pizzarotti; - Italiana Costruzioni - Maeg - Monaco; - Fincantieri - Salini Impregilo - Italferr; - Rizzani de Eccher; - Ricciardello; - Leonardo - Strabag Italia; - SOGECO Costruzioni; - Autostrade per l’Italia.   Gruppo Cimolai Il gruppo Cimolai di Pordenone ha presentato non uno ma quattro progetti di ponti in acciaio per il nuovo viadotto autostradale, tre dei quali firmati dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava. Il primo, chiamato ‘Ponte Cristoforo Colombo’,..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/12/2018 – Come funziona la cessione del credito relativo all’ecobonus e al sismabonus nei condomini? Il documento che attesta la cessione dev’essere registrato ufficialmente? Quando sarà fruibile il credito da parte del cessionario?   L’Agenzia delle Entrate risponde a queste domande, relative alla cessione del credito d’imposta corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica e per quelli finalizzati alla riduzione del rischio sismico degli edifici, nella circolare 84/2018.   Ecobonus e sismabonus: come funziona la cessione del credito L’Agenzia ricorda che la misura agevolativa prevede che il singolo condomino possa cedere (in tutto o in parte) la propria “porzione” di detrazione, per gli interventi effettuati sulle parti comuni del fabbricato, a chi ha svolto i lavori o a privati.   Il contribuente che opta per la cessione, se i dati non sono già contenuti..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/12/2018 – Chi intraprenderà lavori di ristrutturazione (con acquisto di mobili), riqualificazione energetica, adeguamento sismico e sistemazione delle aree a verde potrà contare anche nel 2019 sulle detrazioni fiscali legate alla casa.    Infatti, la Legge di Bilancio 2019 proroga gli incentivi per la casa a tutto il 2019 senza modifiche sostanziali rispetto al 2018. Tuttavia, dallo scorso novembre, chi effettua interventi edilizi e tecnologici che beneficiano del bonus ristrutturazioni ma comportano anche risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili, dovrà rispettare i nuovi adempimenti Enea.     Bonus ristrutturazioni e bonus mobili 2019 La Legge di Bilancio 2019 prevede la proroga al 31 dicembre 2019 della detrazione del 50%, con un limite massimo di 96mila euro per unità immobiliare, per gli interventi di ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni degli edifici condominiali. SCARICA..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 - Le vetrine di Archiproducts Shop Bari sono illuminate. Le serrande sono tirate su, l’insegna è accesa e lo spazio finalmente aperto, pronto ad accogliere Architetti e Progettisti nel contesto tipico di uno showroom, ma con un’anima digitale. “E’ la nostra idea di showroom”, afferma Enzo Maiorano, Co-Founder e Art Director di Archiproducts. “Volevamo creare una vera e propria esperienza di progettazione, acquisto e arredo, che unisse online e offline, in uno spazio che non è solo un negozio, ma un luogo di dialogo, connessione e incontro tra professionisti”.   Entrando ad Archiproducts Shop, la prima impressione è quella di un luogo versatile e polifunzionale. Tablet e qr code danno subito l’idea che il confine tra spazio fisico e mondo digitale sia estremamente labile, al punto che sembrano incontrarsi proprio in questo open space, progettato come fosse una casa. La “casa-showroom”..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 - La Meccanica dell’Architettura è un modo differente di concepire il processo costruttivo, introducendo procedure di assemblaggio e stratificazione a secco e di industrializzazione, in grado perfino di eliminare le barriere fra scienza e arte. Fabbricare un edifico (senza la connotazione negativa della parola pre-fabbricare) implica che esso nasca da una fabbrica (in realtà da molte fabbriche visto che i materiali e i componenti provengono da più industrie) e si ricomponga nella “fabbrica di cantiere” che è luogo di assemblaggio e connessione di strati e elementi costruttivi in un sistema tridimensionale complesso: una supply chain, molto più contemporanea e efficiente, anziché un luogo di produzione per “colata a umido” come nella filiera costruttiva che individuiamo in Italia come “tradizionale” latero-cementizia. Parlare di innovazione oggi, in Architettura e Edilizia, significa..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 – No all’ufficio speciale per la progettazione di opere pubbliche istituito dalla Regione Siciliana. Meglio una cabina di regia per la programmazione e il monitoraggio. È questo, in sintesi, il pensiero espresso da Inarsind Sicilia, sindacato degli Architetti e Ingegneri liberi professionisti, che ha lanciato una petizione contro l’iniziativa.   Ufficio speciale per la progettazione L’Ufficio speciale, istituito con la delibera 426/2018, resterà in vita per tre anni e impiegherà 50 persone, provenienti da altre strutture della Regione, prevalentemente ingegneri, architetti, geologi e geometri.   L’obiettivo dell’Ufficio speciale è velocizzare la realizzazione delle opere pubbliche. La nuova struttura dovrà dirigere e coordinare l’intera attività di progettazione delle opere pubbliche regionali, supporterà i Comuni, spesso carenti di professionalità interne, si occuperà..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 – L’accesso ai finanziamenti agevolati a valere sul Fondo Kyoto per l’efficienza energetica delle scuole sarà esteso anche agli impianti sportivi pubblici e tra gli interventi finanziabili ci saranno anche quelli di efficientamento e risparmio idrico.   A prevederlo un emendamento alla bozza di legge di Bilancio 2019 approvato lo scorso 4 dicembre dalla Commissione Bilancio della Camera.   Edilizia scolastica: efficienza energetica e idrica con il fondo Kyoto L’emendamento aggiunge l’art. 54-bis che regola gli interventi, finanziati con l’utilizzo delle risorse del Fondo Kyoto, dedicati all’efficienza energetica degli edifici scolastici e universitari pubblici.   In particolare, si estendono i finanziamenti a tasso agevolato concessi ai soggetti pubblici proprietari delle scuole, anche alla realizzazione di interventi di efficientamento e risparmio idrico, oltre che all’incremento della loro efficienza..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 – In arrivo 22 milioni di euro per la progettazione di ambienti didattici innovativi e tecnologicamente all’avanguardia all’interno delle scuole.   A prevederlo un decreto, firmato dal Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, che stanzia complessivamente 35 milioni di euro per il pacchetto ‘Scuola digitale’.   Il decreto, inoltre, stanzia oltre 2 milioni di euro per le scuole delle aree a rischio, che saranno individuate in base a criteri oggettivi: alto tasso di dispersione scolastica, disagio negli apprendimenti, status socio-economico della famiglia di origine rilevato dall’INVALSI, tasso di deprivazione territoriale ISTAT.   Scuole innovative: 22 milioni di euro per la progettazione A seguito della firma del decreto, il Miur ha pubblicato un bando da 22 milioni di euro destinato alle scuole statali di ogni ordine e grado per finanziare la progettazione e creazione di ambienti di..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 - Per le Partite Iva potrebbero cambiare i requisiti per accedere al regime forfetario. Se da una parte si alza a 65 mila euro la soglia dei ricavi che consente di essere tassati con l’aliquota agevolata al 15%, dall’altra subentrano una serie di limiti riguardanti i lavori svolti negli anni precedenti. È una delle novità introdotte con l’emendamento 4.34 al disegno di legge di Bilancio per il 2019, approvato dalla Commissione Bilancio della Camera.   Partite Iva, l’accesso al regime forfetario L’accesso al regime forfetario, come lo conosciamo oggi, è normato dalla Legge di Stabilità per il 2015 (L.190/2014). Il comma 57 regola i soggetti non ammessi alla tassazione agevolata. Tra questi, la lettera d-bis indica i soggetti che nell'anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente eccedenti l'importo di 30mila euro. Il requisito della..
Continua a leggere su Edilportale.com