Flash News: Edilizia

06/02/2019 – La realizzazione di una piscina, anche se interrata, richiede sempre il permesso di costruire. La Cassazione, con la sentenza 1913/2019 ha spiegato che la piscina crea nuova volumetria e si qualifica come nuova costruzione. Nel caso in cui la si voglia realizzare in una zona vincolata, bisogna dotarsi anche dell’autorizzazione paesaggistica.   Piscina interrata e volumetria I giudici hanno spiegato che la realizzazione di una piscina, anche se interrata, crea nuova volumetria. L’intervento si qualifica quindi come nuova costruzione e richiede il rilascio del permesso di costruire.   Se si intende realizzare la piscina una zona vincolata, è inoltre necessaria l’autorizzazione paesaggistica.   Chi non si dota dei permessi necessari è punito, oltre che con le dovute sanzioni, con l’obbligo di ripristinare lo stato dei luoghi. Si può evitare la demolizione, ha illustrato la cassazione, se le opere rispettano..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/02/2019 – In arrivo 80 milioni di euro per mutui a tasso fisso per i Comuni italiani che intendono riqualificare e mettere a norma gli impianti sportivi, anche quelli nelle scuole, e le piste ciclabili.      L’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) e l’ANCI hanno, infatti, annunciato l’apertura per l’anno 2019, dei bandi “Sport Missione Comune” e “Comuni In Pista”, i bandi a tasso zero dedicati agli Enti Locali.    Impianti sportivi: Sport Missione Comune 2019 Le risorse destinate al totale abbattimento del tasso d’interesse sono di 40.000.000,00 di euro di mutui concessi dall’ICS.   I progetti definitivi o esecutivi per i quali è possibile richiedere l’ammissione a contributo dovranno essere relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/02/2019 - Con il Regolamento 10/2019 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 22 del 26 gennaio 2019, l’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac) ha aggiornato l’iter per il rilascio dei pareri di precontenzioso.   Il precontenzioso, cos’è Come previsto dall’articolo 211, comma 1 del Codice Appalti (Dlgs 50/2016), il parere di precontenzioso viene espresso, previo contraddittorio, dall’Anac su iniziativa della stazione appaltante o di una o più delle altre parti, relativamente a questioni insorte durante lo svolgimento delle procedure di gara, entro trenta giorni dalla ricezione della richiesta.   Il parere obbliga le parti che vi abbiano preventivamente acconsentito ad attenersi a quanto in esso stabilito. Il parere vincolante è impugnabile innanzi ai competenti organi della giustizia amministrativa ai sensi dell’articolo 120 del Codice del processo amministrativo. In caso di rigetto del ricorso contro il..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/02/2019 - Un contesto socio-economico in forte mutamento, una committenza con nuovi bisogni e dinamiche, nuove competenze richieste ai progettisti e soluzioni tecnologiche innovative. Sono questi gli elementi che delineano il quadro di profondo cambiamento che il mondo dell’edilizia ha affrontato negli ultimi anni e che stanno stimolando il dibattito facendo emergere visioni e soluzioni.   Per immaginare gli scenari dei prossimi 10 anni e discuterne insieme nel corso di Edilportale Tour 2019, abbiamo lanciato un sondaggio volto a capire come è cambiata la committenza, sia pubblica che privata, come si sono riordinate le priorità e quali nuovi bisogni sono emersi. Ecco i risultati.   I progettisti che hanno risposto al questionario sono per oltre i tre quarti architetti, geometri e ingegneri; oltre la metà degli interpellati ha un’età compresa tra i 36 e i 55 anni; la distribuzione territoriale è omogenea sul territorio nazionale.   L’85%..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/02/2019 – Ripercorrere l’evoluzione normativa che ha portato alla creazione dei condhotel, passando in rassegna le norme sul vincolo alberghiero e il cambio di destinazione d’uso di immobili a destinazione alberghiera.   Questo lo scopo dello Studio 230/2018 pubblicato dal Notariato, alla luce delle novità introdotte dal DPCM 13/2018 che definisce le modalità per far convivere funzioni alberghiere e residenziali.   Alberghi, multiproprietà e condohotel Il Notariato ha ricordato come le tecniche di incentivazione del settore turistico nell’economia italiana siano variate nel tempo, alla ricerca di un difficile equilibrio tra l’incentivazione del settore, la tutela dell’assetto territoriale e paesaggistico, la struttura rigida codicistica della proprietà e del condominio e la salvaguardia delle ragioni del consumatore.   Nel tempo il legislatore ha diversificato l'offerta turistica, favorendo gli..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/02/2019 – Ripartiti definitivamente i 35,5 miliardi di euro fino al 2033 per rilanciare gli investimenti delle Amministrazioni centrali e degli Enti locali in edilizia pubblica, sicurezza del territorio e antisismica.   E’ stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPCM 28 novembre 2018 (ai sensi del comma 1072 della L.205/2017) che ripartisce le risorse su dodici capitoli di spesa, ognuno dei quali verrà gestito da uno o più Ministeri.   Le risorse complessivamente stanziate ammontano a 717 milioni di euro per il 2018, a 1420 milioni per il 2019, 2143 milioni per il 2020, 2150 milioni per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023, 2450 milioni per il 2024, 2470 milioni per ciascuno degli anni dal 2025 al 2029, 2500 milioni per ciascuno degli anni dal 2030 al 2033.   Fondo Investimenti: la suddivisione delle risorse Il capitolo Trasporti e viabilità conterà su 8801 milioni di euro, interamente..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/02/2019 – Dal 1° febbraio 2019 si ampliano le possibilità di pagamento alternativo ai contanti per le tasse ipotecarie, i tributi speciali catastali e per servizi ipotecari e catastali grazie al “castelletto” nazionale, un nuovo metodo di pagamento telematico.   Ad annunciare la novità l’Agenzia delle Entrate che ha fornito le istruzioni in merito al nuovo metodo di pagamente e ha anche ricordato tutte le disposizioni attuative per riformare le modalità di riscossione delle tasse ipotecarie e dei tributi speciali catastali del Provvedimento 28 giugno 2017.   Servizi ipotecari e catastali: il pagamento telematico Il nuovo metodo di pagamento telematico si basa su somme versate preventivamente e con modalità telematiche su un conto corrente unico a livello nazionale intestato all’Agenzia. Possono accedervi gli utenti già convenzionati ai servizi telematici di “Presentazione di documenti catastali”..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/01/2019 – “Per far ripartire l’edilizia serve una politica coraggiosa che inauguri una nuova stagione basata su interventi destinati alla manutenzione strutturale, alla trasformazione e alla rigenerazione delle città che sono i luoghi dove si produce ricchezza”.   A dichiararlo Giuseppe Cappochin, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori in occasione dell’iniziativa “Infrastrutture e recupero urbano della città” organizzato a Milano dalla FENEALUIL.   Rilancio edilizia: la ricetta degli Architetti Cappochin ha sottolineato che bisogna ripartire dalla riqualificazione urbana perché “le città sono caratterizzate da profondi processi di concentrazione e di crescita urbana, in competizione, da una parte, con i sistemi urbani europei e mondiali, dall’altra con le diverse anime territoriali del Paese”.   Il Presidente degli Architetti..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/02/2019– Colori accesi e contrasti cromatici tra le abitazioni. Accade nelle strade più colorate del mondo. Centri turistici famosi o vecchi quartieri dimenticati, ecco dove una semplice passeggiata si tinge di allegria.   Burano, Venezia – Italia Situato nella parte settentrionale della laguna di Venezia, questo centro abitato è famoso in primo luogo per la produzione artigianale dei merletti, ma anche per le sue coloratissime vie.  Foto: Wikipedia - GNU Free Documentation License   Procida, Napoli - Italia Appartiene alle Isole Flegree e, fino all’Ottocento, è stata famosa per la sua cantieristica navale. I colori delle case dei pescatori sono il primo impatto che i visitatori ricevono quando sbarcano.  Foto: ho visto nina volare [CC BY-SA 2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons   Riomaggiore, La Spezia - Italia Sempre in Italia, ma questa volta sulla terraferma, le..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/02/2019 - Garantire ai professionisti che lavorano per un committente privato di incassare i compensi pattuiti. Lo prevede un ordine del giorno approvato dal Senato contestualmente al disegno di legge Semplificazione.   Compenso professionisti, approvato l’ordine del giorno L’ordine del giorno approvato impegna il Governo a valutare l'opportunità di garantire ai liberi professionisti di incassare il compenso pattuito per le prestazioni professionali rese alla committenza privata per tutti gli interventi regolamentati dal Testo Unico sull'edilizia (Dpr 380/2001).   Come si legge nell’ordine del giorno, l'equo compenso volto a tutelare i professionisti nei rapporti di lavoro con grandi committenti e la pubblica amministrazione è stato introdotto dall'articolo 19-quaterdecies del DL “Fiscale” 148/2017, convertito nella Legge 172/2017.   Sulla materia, ricorda l’ordine del giorno, è..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/02/2019 – Chiudere con tende a rullo in plastica antivento e antipioggia una copertura esterna non richiede permesso di costruire.   A stabilirlo il Tar della Campania nella sentenza 183/2019 in cui accoglie il ricorso di un proprietario di un bar che voleva installare tende laterali a rullo (stagionali) per proteggere dal vento e dalla pioggia invernali i tavolini posti sotto una copertura esistente. Per il Comune, invece, la chiusura non autorizzata di tale volume costituiva opera abusiva.   Installazione di tende a rullo in plastica: cosa considerare Il proprietario aveva chiesto d’installare una tenda a rullo realizzata “in materiale trasparente antivento ed antipioggia”, ancorato all’intradosso dell’esistente pergolato attraverso staffature in ferro” con l’importante precisazione che la protezione sarebbe stata “utilizzata esclusivamente in caso di necessità, per fenomeni atmosferici di forte vento e pioggia"..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/02/2019 - Sono già più di 100 le aziende produttrici del settore edile e oltre un milione gli articoli in vendita su Archiseller, la piattaforma e-commerce sviluppata da Edilportale per le specifiche esigenze del mercato dell’edilizia.   Tra i primi gruppi italiani di rivendite edili che hanno aderito ad Archiseller ci sono Gruppo Made e BigMat Italia; tra i grandi marchi Mapei, Knauf, Eclisse, Bosch, Fassa Bortolo, Basf. In vendita si trovano materiali da costruzione, intonaci, stucchi, pitture, vernici, colle, utensili, ferramenta, ecc.   L’obiettivo adesso è quello di raggiungere entro l’estate i 500 marchi rivenduti.   Archiseller, l’e-commerce dell’edilizia La forza della piattaforma Archiseller consiste nel non esigere alcun caricamento di contenuti da parte del rivenditore: le schede dei prodotti - complete di descrizioni, specifiche tecniche, file multimediali (BIM, tutorial, schede tecniche,..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/02/2019 – Individuate le 60 scuole in cui realizzare ambienti digitali di apprendimento grazie ai 21,1 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione (Miur) per la progettazione di ambienti didattici tecnologicamente all’avanguardia nell’ambito del pacchetto ‘Scuola digitale’.   Ad annunciarlo il Miur che qualche settimana fa aveva diffuso la graduatoria dei progetti, stilata sulla base dei criteri (alto tasso di dispersione scolastica, disagio negli apprendimenti, ecc) contenuti nel bando pubblico.     Scuole innovative: 60 strutture in cui realizzare i laboratori digitali Le 60 scuole, tra strutture primarie e secondarie di primo grado, sono situate in aree a rischio, ovvero con alti indici di disagio sociale, di deprivazione territoriale e di abbandono scolastico.   Ciascuna scuola riceverà 35.000 euro per la realizzazione dei laboratori digitali innovativi e 30.000 euro per la formazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/02/2019 - “È stata sufficiente una banalissima lettera anonima per far scatenare il putiferio. Sì, sembra incredibile ma è andata proprio così!” Esordisce così l’architetto Mauro La Notte, componente del gruppo qualificato secondo nel concorso internazionale di idee “Bari Costa Sud” per la riqualificazione dell’area costiera e periferica a sud-est della città, che si è concluso il 23 gennaio (vedi la graduatoria).   Concorso ‘Bari Costa Sud’, la lettera anonima Qualche giorno fa, il presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Bari, l’assessore all’Urbanistica del Comune di Bari, l’ANAC e gli organi di stampa hanno ricevuto una lettera anonima (firmata ‘ARCHITETTI - Ordine Architetti Bari’) che ipotizza una relazione tra Laura Casanova, dirigente tecnico del Comune di Bari e membro della commissione giudicatrice del concorso, con..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/02/2019 – Sono pronti i 175 Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) definitivi che entreranno nella dichiarazione Redditi 2019.   A comunicarlo l’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento 23721/2019 di approvazione dei nuovi Isa che individua i dati da comunicare per il periodo d’imposta 2019.  Pubblicato anche il Provvedimento 23723/2019 con cui viene fissato il programma delle attività di revisione degli Isa per allinearli con le variazioni del contesto economico in cui operano imprese e professionisti.   Ricordiamo che l’approvazione dei modelli, disponibili già da un paio di mesi in versione bozza sul sito dell’Agenzia, segue la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto che ha approvato l’introduzione di 106 nuovi Isa, dopo i primi 69 introdotti nel marzo 2018.   Nuovi Isa: pubblicati modelli e istruzioni per i professionisti I 175 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/02/2019 – Approvazione in tempi brevi di un decreto legislativo che semplifichi il Codice Appalti, partenza di una cabina di regia per sbloccare i cantieri e avvio di un Piano Nazionale per la messa in sicurezza del territorio entro metà febbraio.   Questi gli annunci fatti dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in un intervento in Assolombarda lo scorso 30 gennaio.   Codice Appalti: in arrivo la riforma ma senza tempi chiari   Conte ha annunciato che il Governo intende avviare un grande progetto di semplificazione amministrativa e di sburocratizzazione, anche nel settore delle costruzioni, che "nulla c’entra con il Decreto Semplificazione" nel quale - ricordiamo - la maggioranza ha tentato, senza successo, di inserire misure per l’edilizia e gli appalti.   Il Presidente ha ricordato che il Governo è al lavoro per riformare il Codice Appalti da agosto, periodo in cui è stata aperta la consultazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/02/2019 – “I criteri ambientali minimi (CAM) sono una norma di civiltà, ma impongono anche oneri complessi in merito alla gestione dei singoli appalti”. A pensare che i CAM siano al momento inattuabili è il presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac), Raffaele Cantone, intervenuto in audizione in Commissione bicamerale di inchiesta sugli illeciti ambientali.   I CAM e il rischio di blocco per gli appalti pubblici Nell’ambito di una relazione complessiva sulle criticità riscontrate nell’applicazione del Codice Appalti, Cantone ha affermato che i CAM rappresentano una svolta, ma il loro utilizzo implica oneri complessi nella gestione dei singoli appalti.   “Se oggi si imponessero i CAM - ha dichiarato Cantone - il sistema degli appalti verrebbe bloccato”. Per il presidente dell’Anac, bisogna porre gli Enti locali nella condizione di rispettare e attuare i criteri ambientali minimi...
Continua a leggere su Edilportale.com

Con l’apertura dei canali per la presentazione delle domande di pensione anticipata, in quota 100 e opzione donna è partita la corsa all’uscita dal mondo del lavoro. Una corsa che però riguarda soprattutto i dipendenti pubblici che vogliono fruire della nuova possibilità di pensionamento con almeno 62 anni di età e 38 di contributi. Per effetto della finestra mobile di sei mesi, devono presentare la richiesta entro giovedì 31 gennaio se vogliono uscire con la prima decorrenza utile...

31/01/2019 – Per diffondere il calore prodotto dagli impianti termici in tutte le stanze della casa è necessario utilizzare sistemi che scambino o trasmettano calore all'ambiente circostante.    Esistono diversi scambiatori di calore: ci sono quelli acqua-aria come i termosifoni (o radiatori), in cui lo scambio di calore avviene soprattutto per convezione, i ventilconvettori, con scambio essenzialmente convettivo in regime di convezione forzata e i pannelli radianti con trasmissione del calore soprattutto per via radiativa e in parte convettiva.   Radiatori I radiatori sono i terminali di un impianto di riscaldamento, posti in ogni stanza della casa, che hanno lo scopo di cedere il calore all’ambiente. Il termosifone è costituito da tubature collegate alla caldaia grazie alle quali è possibile lo spostamento del calore creato dalla combustione del gas. I principali materiali utilizzati per realizzare un radiatore sono:..
Continua a leggere su Edilportale.com

31/01/2019 - È operativo il bando da 3 milioni di euro della Regione Umbria per il sostegno alle imprese e ai liberi professionisti che investono in efficienza energetica e utilizzo delle fonti di energie rinnovabili.   Sono ammissibili gli investimenti che riguardano impianti, macchinari, sistemi di illuminazione, interventi sugli immobili, realizzati in settori chiave per l’economia regionale quali attività manifatturiere, costruzioni, commercio all’ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli, trasporto e magazzinaggio, attività dei servizi di alloggio e di ristorazione, servizi di informazione e comunicazione, attività professionali, scientifiche e tecniche, sanità e assistenza sociale e altre attività di servizi.   Considerando la specifica tipologia di attività, la soglia minima di investimento ammissibile per l’accesso ai contributi in caso di istruttoria positiva è di 50mila..
Continua a leggere su Edilportale.com

31/01/2019 - Il Consiglio Generale dell’Ance, riunito ieri a Roma nella sede nazionale dell’Associazione costruttori, ha deliberato di indire una mobilitazione permanente delle imprese del settore per denunciare la grave assenza di azioni e decisioni da parte della politica, in ultimo il vuoto assoluto del DL Semplificazioni che non semplifica nulla, che abbiano veramente a cuore lo stato delle infrastrutture e quindi il bene sociale del Paese.   “È arrivato il momento di denunciare con forza l’inerzia decisionale che sta condannando i cittadini a pagare un prezzo altissimo in termini di sicurezza e qualità della vita”, spiega il presidente Gabriele Buia che ha ricevuto mandato dai Presidenti del sistema di dare avvio a una serie di iniziative su tutto il territorio nazionale per evidenziare “il grave stato di incuria e di degrado in cui versano strade, scuole, edifici pubblici e privati”.   E “mentre l’Italia..
Continua a leggere su Edilportale.com

31/01/2019 – In arrivo 142 milioni di euro per interventi subito cantierabili contro il dissesto idrogeologico in Sicilia e in Sardegna.   Le risorse alle due regioni (44 milioni per 20 interventi in Sicilia e 98 milioni in Sardegna) sono state assegnate attraverso gli atti integrativi agli accordi di programma sottoscritti con il Ministero dell’Ambiente.   Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha affermato: “le risorse saranno immediatamente disponibili per progetti già cantierabili, a dimostrazione che vogliamo agire non seguendo la logica dell’emergenza, ma attivandoci in maniera seria e concreta sulla prevenzione del rischio”.   Dissesto idrogeologico: gli interventi in Sicilia Per la regione Sicilia si tratta di 20 interventi finanziati per un ammontare complessivo di 44.378.782,82 di euro, a valere sulle risorse del suddetto Piano Operativo FSC 2014/2020.    Nel dettaglio, sono 11 gli interventi nella..
Continua a leggere su Edilportale.com

31/01/2019 - Semplificare ed uniformare le modalità di affidamento e di esecuzione di contratti di lavori, servizi e forniture da parte delle scuole statali. È l’obiettivo delle linee guida predisposte dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur).   Il Quaderno n.1, pubblicato sul sito del Miur, è rivolto a Comuni, Province e dirigenti scolastici, spesso in difficoltà nell’approcciarsi alle norme del Codice Appalti.   Contratti pubblici, le soglie per gli Istituti scolastici Per l’affidamento di lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 40mila euro è consentito l’affidamento diretto. Per importi maggiori di 10mila euro è necessario rispettare i criteri decisi con una apposita delibera di istituto. In caso di servizi e forniture di importo compreso tra 40mila euro e 144mila euro, si può utilizzare la procedura negoziata previa consultazione, ove..
Continua a leggere su Edilportale.com

31/01/2019 – Il nuovo regime forfettario con tassa unica al 15% potrebbe favorire maggiormente i lavoratori dipendenti rispetto a coloro i quali esercitano soltanto la libera professione.   A lanciare l’allarme INARSIND, il Sindacato degli Ingegneri e degli Architetti Liberi Professionisti, che evidenzia luci e ombre (soprattutto in tema di equità fiscale) del nuovo regime di tassazione per le partite IVA.   Nuovo regime forfettario: favorisce dipendenti o professionisti? INARSIND, pur evidenziando i lati positivi del nuovo regime forfettario (come l’innalzamento del tetto dei ricavi a 65.000 euro e lo snellimento di alcuni adempimenti), mette in luce alcune ‘anomalie’ della misura.   Una misura poco equa per INARSIND è nascosta nell’eliminazione del tetto dei 30.000 euro lordi per i dipendenti. Il regime forfettario 2019 potrà essere utilizzato da tutti i lavoratori dipendenti, a prescindere dall’importo..
Continua a leggere su Edilportale.com

30/01/2019 – Indicare le misure indispensabili per mantenere efficienti gli impianti elettrici e per effettuare l’analisi dei rischi e redigere il documento di valutazione del rischio elettrico   Questo lo scopo della guida “Verifica e controllo impianti elettrici. Dlgs 81/08” elaborata dal Consiglio Nazionale Periti Industriali (CNPI) che racchiude in sé la normativa fondamentale sui principi di manutenzione.   Impianti elettrici: le misure per il datore di lavoro La guida si rivolge sia ai professionisti del settore che ai datori di lavoro. Ad esempio, indica al datore di lavoro le misure indispensabili per mantenere efficiente il proprio impianto elettrico, assicurando un adeguato livello di sicurezza.   Tali misure hanno lo scopo di mantenere o riportare l’impianto elettrico nelle condizioni di conservazione e di efficienza necessaria ai fini della sicurezza. Secondo quanto indica il DM 37/2008 la manutenzione degli impianti..
Continua a leggere su Edilportale.com