Flash News: Edilizia

01/10/2018 – Riprende a correre il mercato dei servizi di ingegneria e architettura, dopo la leggera flessione registrata nel terzo bimestre del 2018, ma la quota di mercato appannaggio dei liberi professionisti si mantiene costante perché legata alle gare con importi sotto i 40 mila euro.   A riferirlo un’indagine del Centro Studi del Consiglio Nazionale Ingegneri.   Bandi di ingegneria e architettura: i numeri Secondo l’indagine CNI, dei 123 milioni di euro complessivi posti a base d’asta nelle gare per i servizi di ingegneria, oltre il 90% è destinato alle gare per servizi senza esecuzione, mentre i 7 bandi del bimestre per accordi quadro costituiscono quasi il 7% dell'importo complessivo. In netto calo risultano, invece, le somme per i concorsi di progettazione e concorsi di idee, scese dagli oltre 371mila euro del bimestre luglio-agosto del 2017 ai 115mila del corrispondente periodo del 2018.   Limitando..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/10/2018 – Prosegue l’iter del ricorso del Consiglio Nazionale dei Geologi contro le Norme Tecniche per le Costruzioni - NTC 2018. Il Tar Lazio ha chiesto una relazione scritta al Ministero delle Infrastrutture. Nel frattempo anche i Geologi hanno scritto al Ministro Toninelli sottolineando alcune criticità presenti nelle nuove norme.   NTC 2018, il Tar chiede chiarimenti al Mit In attesa dell’udienza, fissata per il 19 giugno 2019, il Tar Lazio ha chiesto al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di depositare entro il 13 novembre 2018 una relazione scritta sui motivi alla base delle NTC 2018.   Entro la stessa data dovrà essere depositata la copia del voto espresso dall’Assemblea generale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, nonché la copia della relativa nota di trasmissione al MIT.    Una decisione che piace al CNG che in una nota scrive “Con questa decisione, il Tar Lazio ha ritenuto che..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/10/2018 – “Perché realizzare un’opera quando è così bello sognarla soltanto”. A dirlo Pier Paolo Pasolini, nei panni di un allievo di Giotto in un episodio del ‘Il Decameron’. In effetti, la storia dell’ingegneria, dell’architettura e della letteratura è piena di idee progettuali, schizzi o semplicemente annunci di opere grandiose mai realizzate. Ad esempio, Italo Calvino parlando della città Smeraldina (nel libro ‘Le città invisibili’) ne descrive il reticolo di canali e di strade che si sovrappongono e s’intersecano in saliscendi di scalette, ballatoi, ponti a schiena d’asino e vie pensili. Smeraldina, città descritta da Italo Calvino nel libro 'Le città invisibili'. Fonte foto: http://approdosicuro.blogspot.com Mentre alcuni progetti architettonici (mai realizzati) sono essi stessi una fonte d’ispirazione per chi ancora oggi..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/10/2018 - Per la ricostruzione del ponte di Genova il Commissario straordinario potrà operare in deroga al Codice Appalti, avvalendosi dell'affidamento diretto, ma non potrà assegnare l’incarico a imprese con partecipazione in società concessionarie autostradali.   Queste alcune norme relative alla ricostruzione del ponte di Genova contenute nel Decreto Emergenze (anche conosciuto come Decreto Genova) entrato in vigore lo scorso 29 settembre.   Ricostruzione ponte Genova: i poteri del Commissario straordinario La norma stabilisce che entro 10 giorni dall’entrata in vigore del Decreto, ovvero entro il 9 ottobre, dovrà essere nominato il Commissario straordinario, figura individuata in Claudio Gemme, che affiancherà il Commissario per le emergenze Giovanni Toti e che dovrà gestire le operazioni di demolizione e ricostruzione del ponte.   Per la demolizione, la progettazione, l'affidamento e la ricostruzione..
Continua a leggere su Edilportale.com

01/10/2018 – Dal 1° gennaio 2019 la fatturazione elettronica tra privati diventerà obbligatoria in tutte le operazioni. L’Agenzia delle Entrate ha elaborato una guida e due video-tutorial che spiegano i passaggi della compilazione e forniscono tutte le informazioni necessarie.   Cambiamenti in arrivo anche nel settore pubblico. Dal 18 aprile 2019 le fatture elettroniche dirette alla Pubblica Amministrazione dovranno essere conformi allo standard europeo. Il Consiglio dei Ministri ha approvato la bozza di decreto legislativo che recepisce la Direttiva 2014/55/UE sulla fatturazione elettronica negli appalti pubblici.   Fattura elettronica tra privati dal 1° gennaio 2019 La Legge di Bilancio 2018 (L. 205/2017) ha introdotto l’obbligo di emissione e ricezione delle fatture elettroniche riferite alle operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia, nonché l’obbligo..
Continua a leggere su Edilportale.com

28/09/2018 - Riqualificare gli edifici esistenti e limitare il consumo di suolo. È questo l’obiettivo del disegno di legge ‘Procedure edilizie per il riuso, la riqualificazione e il recupero dell’edificato’ approvato il 25 settembre scorso dal Consiglio regionale del Piemonte.   Il provvedimento favorisce la ristrutturazione degli immobili compromessi o in stato di abbandono mediante interventi che mirano alla sostenibilità ambientale e al miglioramento del tessuto urbano sotto il profilo sociale ed economico, e cancella gli oneri di urbanizzazione per gli interventi che non incrementano il carico urbanistico.   Le nuove norme si applicheranno quindi, in caso di edifici obsoleti, di scarsa qualità architettonica, non sicuri dal punto di vista sismico o non sostenibili sotto il profilo energetico: via libera quindi al recupero di rustici e sottotetti, ma anche alla demolizione di edifici agricoli abbandonati, la cui cubatura sarà..
Continua a leggere su Edilportale.com

28/09/2018 - Un crollo ogni quattro giorni di scuola, tre scuole su quattro senza agibilità statica, solo una su venti in grado di resistere ad un terremoto. Crescono gli investimenti per la manutenzione ad opera degli enti proprietari, Comuni e Province: si parla in media di 50mila euro ad edificio per interventi di manutenzione ordinaria e di 228mila euro per quelli straordinari, ma il divario fra le varie realtà regionali è notevole.  In generale, emerge una Italia a tre velocità, sia sulla manutenzione che sull’adempimento delle norme e delle certificazioni richieste dalla legge: ad investire di più sulla manutenzione ordinaria è la Lombardia (in media quasi 119mila euro), meno la Puglia (non si arriva ai 3mila euro); la verifica di vulnerabilità sismica è stata effettuata solo nel 2% delle scuole calabresi e nel 59% di quelle umbre, il certificato di prevenzione incendi è presente nel 69% degli istituti..
Continua a leggere su Edilportale.com

28/09/2018 - Il patrimonio edilizio scolastico italiano è composto da 40.151 edifici attivi che fanno capo agli enti locali, 22.000 dei quali costruiti prima del 1970. Il 53,2% degli edifici possiede il certificato di collaudo statico, il 59,5% non ha quello di prevenzione incendi.   Il 53,8% non ha quello di agibilità/abitabilità, il 78,6% delle scuole ha il piano di emergenza, il 57,5% degli edifici è dotato di accorgimenti per ridurre i consumi energetici, le barriere architettoniche risultano rimosse nel 74,5% degli edifici.   Scuole, l’Anagrafe dell’edilizia scolastica I dati arrivano dall’Anagrafe dell’edilizia scolastica e sono stati resi disponibili in chiaro, per singolo istituto scolastico, attraverso il portale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nella sezione dedicata ai dati e open data.   Le prime informazioni riguardano gli aspetti generali..
Continua a leggere su Edilportale.com

28/09/2018 – Rilancio dei settori chiave dell’economia, come le infrastrutture e le costruzioni, attraverso investimenti pubblici e manutenzione straordinaria della rete viaria e introduzione della flat tax al 15% nel 2019 per partite Iva e piccole imprese.   Questi i principali provvedimenti previsti dalla nota di aggiornamento del DEF (Nadef), approvata ieri dal Consiglio dei Ministri, che prevede un innalzamento del deficit/Pil al 2,4% per tre anni.   Flat tax professionisti: 15% fino a 65 mila euro   Nella bozza di Nadef non si scende nei dettagli del meccanismo ma si evidenzia che “i cambiamenti allo studio consistono nell'innalzamento della soglia di ricavi e delle spese per il personale e per i beni strumentali a cui si applica il regime dei minimi, beneficiando così di una platea più ampia di artigiani, piccoli imprenditori e professionisti”.   Secondo le anticipazioni, la flat tax nel 2019 si configurerà..
Continua a leggere su Edilportale.com

28/09/2018 – Il responsabile dei lavori risponde degli eventuali infortuni agli operai in cantiere. Con la sentenza 40922/2018, la Cassazione ha spiegato che, se non si nomina un tecnico, la responsabilità e l’onere del risarcimento ricadono sul committente, ad esempio il padrone di casa che ha chiamato un operaio per svolgere degli interventi.   Lavori in casa, il ruolo del responsabile dei lavori La Cassazione ha spiegato che nei lavori edili è il responsabile dei lavori a rispondere di eventuali infortuni. Normalmente, hanno sottolineato i giudici, il responsabile dei lavori è un tecnico, ad esempio l’ingegnere o l’architetto cui sono stati affidati i lavori di ristrutturazione. Il progettista gestisce infatti gli operai, ne controlla l’operato e si assume le conseguenze civili e penali di eventuali incidenti.   Lavori in casa, e se manca il responsabile dei lavori? I giudici hanno spiegato che molto spesso, in caso..
Continua a leggere su Edilportale.com