Flash News: Edilizia

10/01/2019 – Fino al 31 dicembre 2019 è possibile ristrutturare, riqualificare, arredare casa e sistemare il verde esterno usufruendo delle detrazioni fiscali prorogate dalla Legge di Bilancio 2019.  Si tratta della detrazione del 50% per gli interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio e per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, una detrazione dal 50% al 65% (a seconda degli interventi scelti) per i lavori volti a migliorare l’efficienza energetica e una detrazione del 36% per i lavori di manutenzione del verde. Coloro che vogliono adeguare sismicamente la propria abitazione, invece, avranno tempo fino al 31 dicembre 2021 per fruire della detrazione fino all’85%. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE ALL’ECOBONUS SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL SISMABONUS SCARICA..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/01/2019 – Da quest’anno saranno accettate solo le istanze di Conto Termico inerenti caldaie o stufe a biomasse in possesso di certificazione ambientale.   A prevederlo una norma del DM 16 febbraio 2016 e del DM 186/2017 entrata in vigore lo scorso 2 gennaio.   Generatori di calore a biomassa: la procedura di certificazione Come indicato nel DM 186/2017 il produttore deve richiedere a un organismo notificato il rilascio della certificazione ambientale del generatore di calore; l'organismo notificato, dopo aver effettuato le prove previste, individua la pertinente classe di qualità e rilascia la relativa certificazione ambientale entro 9 mesi dalla ricezione della richiesta.   Il produttore che ha ottenuto la certificazione ambientale per un determinato prodotto lo dovrà indicare nel libretto di installazione, uso e manutenzione del generatore di calore insieme alla: classe di appartenenza; prestazioni..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/01/2019 - Con la conversione in legge del DL Semplificazione, il Parlamento dovrebbe cogliere l’occasione per ripristinare le detrazioni fiscali del 65% per infissi e schermature solari ed eliminare split payment e ritenuta di acconto dell’8% sull’ecobonus.   La pensa così FINCO, la Federazione Industrie Prodotti Impianti Servizi ed Opere Specialistiche per le Costruzioni e la Manutenzione, audita dalle Commissioni riunite Affari Costituzionali e Lavori Pubblici del Senato sul DL Semplificazione.   Infissi e schermature solari, ritorno all’aliquota del 65% Secondo Finco, “è importante avere il coraggio di cambiare rotta con misure espansive oltre che di sostenibilità ambientale. All’ articolo 1, comma 67, della Legge di Bilancio 2019 viene prevista la proroga per un anno delle detrazioni fiscali per l’efficienza energetica, con percentuali differenziate a seconda della tipologia di intervento prescelto”.   “In..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/01/2019 - Una stazione appaltante non può premiare, in sede di valutazione delle offerte presentate per una gara d’appalto di lavori, le imprese che abbiano sede nelle vicinanze del cantiere o le cui maestranze abbiano una anzianità professionale più significativa.   Lo ha stabilito l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) nella Delibera 1142/2018 relativa ad una procedura aperta avviata dall’Ater di Vicenza per l’affidamento, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dei lavori di costruzione di 2 edifici di edilizia pubblica per complessivi 18 alloggi.   Oggetto della contestazione sono alcuni dei criteri per valutare le offerte decisi dall’Ater: - il numero dei dipendenti (maestranze) con anzianità professionale significativa; - il numero di dipendenti in possesso di diploma/laurea; - la vicinanza della manodopera; - la professionalità del referente tecnico; -..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/01/2019 – Sono in arrivo 4,2 miliardi di euro per finanziare nuovi progetti delle regioni nell’ambito della messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Lo prevede la Legge di Bilancio per il 2019, che ha convalidato l’accordo siglato a ottobre in Conferenza Stato-Regioni per la ripartizione delle risorse.   I 4,2 miliardi di euro derivano da avanzi di amministrazione di cui le regioni possono disporre sulla base di due pronunce emesse nel 2007 e nel 2008 dalla Corte Costituzionale.   Sicurezza edifici e territorio: 4,2 miliardi per gli investimenti delle Regioni Le risorse saranno suddivise in due tranches: circa 2,5 miliardi per il 2019 e 1,7 miliardi per il 2020, da spalmare per investimenti fino al 2023. Per ogni tranche è stata effettuata una ripartizione su base regionale, contenuta nelle tabelle 3 e 4 allegate alla Legge di Bilancio.   In totale, saranno disponibili 800 milioni di euro per il 2019, 908 milioni per..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/01/2019 - Nel 2019 Edilportale Tour compie 10 anni. Quella di quest’anno è un’edizione importante e innovativa, in cui si fanno bilanci ma, soprattutto, si guarda al futuro per provare a delineare e a raccontare gli scenari dei prossimi 10 anni. Ma le novità non finiscono qui: la decima edizione di Edilportale Tour si arricchisce della prestigiosa collaborazione dell’ANCE, l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili.  Edilportale Tour 2019 è stato infatti scelto come piattaforma di avvicinamento alla seconda edizione di FIDEC, il Forum Italiano delle Costruzioni, che ha debuttato con successo nel novembre 2018. FIDEC, attraverso incontri tematici e speakers’ corner, ha dato l’opportunità a chi ha affrontato la crisi di condividere il suo percorso di trasformazione verso il futuro del settore. Durante FIDEC sono state intessute nuove relazioni, sono state fatte domande e sono state date risposte. “Il..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/01/2019 - Il 15 marzo a Roma 10 mila lavoratori delle costruzioni manifesteranno per chiedere il rilancio del settore, che dall’inizio della crisi ha perso 600 mila posti di lavoro e 120 mila aziende.   La manifestazione, che sarà il culmine di una serie di iniziative che si terranno in tutta Italia già a partire dalle prossime ore, è stata annunciata dai sindacati FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil, in una conferenza stampa nei cantieri della Metro C di Roma.   “Nelle aziende, nei cantieri, nei territori - hanno detto ai giornalisti i segretari generali delle tre sigle, Vito Panzarella, Franco Turri, Alessandro Genovesi - incontreremo i lavoratori delle costruzioni per confrontarci sul futuro del settore, che rischia davvero di scomparire senza investimenti, una programmazione e una politica industriale per la creazione di lavoro, e in assenza di interventi per la messa in sicurezza del territorio e degli edifici pubblici e privati”.   “Inoltre,..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/01/2019 - Nel 2019 la mobilità sostenibile passerà attraverso la progettazione di “autostrade ciclabili” e la sperimentazione di mezzi di trasporto innovativi e sostenibili a propulsione prevalentemente elettrica.   La Legge di Bilancio 2019, infatti, prevede un fondo per le piste ciclabili e misure per la diffusione della micromobilità elettrica.   Autostrade ciclabili: 2 milioni di euro nel 2019 La norma, allo scopo di finanziare la progettazione di autostrade ciclabili, istituisce un ‘Fondo per le autostrade ciclabili’ con uno stanziamento di 2 milioni di euro per l’anno 2019.   Entro il 1° aprile 2019 il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (MIT) dovrà emanare un proprio decreto con le modalità di erogazione delle risorse e le modalità di verifica e controllo dell’effettivo utilizzo da parte degli enti territoriali delle risorse erogate.   Mobilità elettrica:..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/01/2019 - “L’economia italiana è ostaggio di uno spread burocratico che frena imprese e professionisti. Se non saremo in grado di invertire la tendenza alla complicazione, gli sforzi compiuti con la manovra di bilancio rischiano di restare senza effetti percepibili nell’economia reale, con gravi conseguenze sul quadro macroeconomico”.   Ha esordito così Gaetano Stella, presidente di Confprofessioni, in audizione sul DL Semplificazione presso le Commissioni riunite Affari costituzionali e Lavori pubblici del Senato.   Secondo la Confederazione italiana dei liberi professionisti, sono tre i nodi principali che il Parlamento deve risolvere, in sede di conversione del DL Semplificazione, per ristabilire un più equo rapporto tra Pubblica amministrazione, imprese e professionisti:   - l’annoso problema dei debiti commerciali della P.A., che oggi ammontano a circa 30 miliardi di euro e che insieme ai ritardi di pagamento..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/01/2019 – “Il DL Semplificazioni rappresenta l’ultima occasione per la ripresa delle costruzioni, dopo una Legge di Bilancio fortemente deludente, che ha visto un calo degli investimenti pubblici”.   Lo ha affermato lo scorso 7 gennaio Gabriele Buia, presidente dell'Ance, in audizione al Senato sul decreto legge Semplificazione.   Ance: flop della Manovra 2019, DL Semplificazioni da modificare L’Ance ha evidenziato la crisi che sta vivendo il Paese a causa del blocco del settore delle costruzioni: la Legge di Bilancio 2019 ha visto gli investimenti pubblici e il settore essere, ancora una volta, le vittime sacrificali dell’Accordo trovato in extremis con Bruxelles. In questo modo, gli effetti sul rilancio delle opere pubbliche nel 2019 sono stati ridotti dell’85% (da 3,5 miliardi aggiuntivi a soli 550 M€). L’Ance ha evidenziato come la burocrazia rappresenti un macigno che blocca il Paese; secondo uno studio..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/01/2019 - Nel 2019 Edilportale Tour compie 10 anni. Quella di quest’anno è un’edizione importante e innovativa, in cui si fanno bilanci ma, soprattutto, si guarda al futuro per provare a delineare e a raccontare gli scenari dei prossimi 10 anni. Ma le novità non finiscono qui: la decima edizione di Edilportale Tour si arricchisce della prestigiosa collaborazione dell’ANCE, l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili.  Edilportale Tour 2019 è stato infatti scelto come piattaforma di avvicinamento alla seconda edizione di FIDEC, il Forum Italiano delle Costruzioni, che ha debuttato con successo nel novembre 2018. FIDEC, attraverso incontri tematici e speakers’ corner, ha dato l’opportunità a chi ha affrontato la crisi di condividere il suo percorso di trasformazione verso il futuro del settore. Durante FIDEC sono state intessute nuove relazioni, sono state fatte domande e sono state date risposte. “Il..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/01/2019 – Da quest’anno è prevista una nuova agevolazione fiscale del 65% per le erogazioni liberali in denaro destinate al finanziamento di interventi su edifici e terreni pubblici, come bonifica dall’amianto e realizzazione di opere anti dissesto idrogeologico.   Il credito d’imposta è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2019. L’agenzia delle Entrate, tramite FiscoOggi, ha evidenziato le principali novità.     Bonus lavori su immobili pubblici: ecco per quali progetti La norma prevede che le erogazioni liberali debbano essere indirizzate al sovvenzionamento di interventi su edifici e terreni pubblici sulla base di progetti presentati dagli enti proprietari.   Ai fini dell’agevolazione, i lavori devono essere finalizzati ai seguenti scopi: - bonifica ambientale, compresa la rimozione dell’amianto dagli edifici; - prevenzione e risanamento del dissesto idrogeologico; - realizzazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/01/2019 – Nel 2019 lo sport bonus, cioè il credito d’imposta previsto per le erogazioni liberali destinate a finanziare gli interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e la realizzazione di nuove strutture sportive, diventa ancora più conveniente.   La Legge di Bilancio 2019, infatti, ha modificato la norma prevista in origine dalla Legge di Bilancio 2018 alzando dal 50% al 65% il credito d’imposta e allargando la platea dei beneficiari. L’agenzia delle Entrate, tramite FiscoOggi, ha elencato le principali novità.     Sport bonus 2019: beneficiari e benefici Da quest’anno possono accedere allo sport bonus: persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito d’impresa. Nel 2018, invece, il beneficio era riservato solo alle imprese.   Il credito d’imposta è riconosciuto per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso del 2019 per interventi..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/01/2019 - La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto un’importante novità per Resto al Sud, l’incentivo finalizzato a sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno: l’agevolazione, finora riservata agli under 36, viene estesa agli under 46 e ai liberi professionisti.   Si amplia dunque la platea di destinatari delle agevolazioni, gestite da Invitalia, che offrono contributi per l’avvio di imprese in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.   Possono accedere all’incentivo i liberi professionisti che, nei 12 mesi che precedono la richiesta di agevolazione, non sono stati titolari di partita Iva per un’attività analoga a quella proposta per il finanziamento e che mantengono la sede operativa nelle regioni interessate.   Beneficiari delle agevolazioni possono essere, ad esempio, i professionisti,..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/01/2019 – Il 2019 segna la fine degli studi di settore e il debutto degli indici sintetici di affidabilità (ISA) fiscale per i professionisti italiani. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, infatti, il DM 28 dicembre 2018 che approva l’introduzione di 106 nuovi ISA, dopo i primi 69 introdotti nel marzo scorso. Per un totale di 175.   I nuovi ISA, che subentreranno agli studi di settore, saranno validi già per la dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta 2018.   Indici sintetici di affidabilità fiscale, come funzionano Il nuovo sistema introduce una scala di valori con cui l’Agenzia delle Entrate potrà verificare normalità e coerenza della gestione aziendale e professionale dei contribuenti definendone il grado di affidabilità con un voto da 1 a 10: tanto più alto il punteggio raccolto, tanto più elevato il premio riconosciuto al soggetto virtuoso che potrà, con..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/01/2019 - L’Agenzia delle Entrate ha diffuso la bozza del modello 730/2019, con le relative istruzioni.   Tra le novità ci sono le agevolazioni fiscali relative alla casa e, in particolare, le detrazioni d’imposta per le assicurazioni contro gli eventi calamitosi, il bonus verde, la combo ecobonus+sismabonus per gli interventi su parti comuni condominiali.   Hanno trovato collocazione nel 730/2019 le agevolazioni per la casa confermate dalla Legge di Bilancio 2018 (detrazioni potenziate per gli interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici e bonus mobili) e quelle nuove.   Si tratta di: - la detrazione del 19% riguardante premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulati per unità immobiliari a uso abitativo; - la detrazione del 36% delle spese sostenute, nel limite massimo di 5mila euro, per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/01/2019 – Da marzo 2019 chi installa infrastrutture di ricarica elettriche, anche nei condomini, potrà usufruire di una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute.   A prevederlo la Legge di Bilancio 2019.   Colonnine elettriche: in cosa consiste il bonus 50%  Ai contribuenti è riconosciuta una detrazione del 50% per le spese documentate sostenute dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 relative all’acquisto e alla posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica, inclusi i costi iniziali per la richiesta di potenza addizionale fino ad un massimo di 7 kW.   La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 3.000 euro.   Per accedere all’agevolazione le infrastrutture di ricarica devono essere dotate di uno o più punti di ricarica di potenza standard non accessibili al pubblico. Ciò..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/01/2019 - Piani di adattamento al clima e progetti sperimentali per far fronte ad eventi meteorologici avversi e riqualificare le aree urbane a rischio. Sono le buone pratiche selezionate dall’osservatorio nazionale Città Clima di Legambiente.   Vediamo le strategie messe in campo dalle città italiane per fronteggiare i cambiamenti climatici prima che si trasformino in emergenze.   Milano, progetti per la riapertura dei Navigli Dal 2017 il Comune sta lavorando alla riapertura dei navigli per migliorare la viabilità, con un canale navigabile e una pista ciclabile, e consentire il riequilibrio idraulico del territorio. La riattivazione del sistema idrico artificiale consentirebbe l’apporto di acque pulite per il sistema irriguo locale e diminuirebbe le inondazioni dei quartieri a nord della città. Foto: Città Clima - Legambiente   Milano, piazza Gae Aulenti La piazza è coperta da tre fontane circolari..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/01/2019 – Entro il 25 ottobre 2020 i contatori e i contabilizzatori di calore di nuova installazione dovranno essere gestibili da remoto.   A stabilirlo la Direttiva UE 2018/2002 che modifica la direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica che aveva introdotto l’obbligo di installare i contabilizzatori di calore nei condomini.   Contabilizzatori di calore: obbligo di controllo da remoto Il provvedimento prevede che i contatori e i contabilizzatori di calore installati dopo il 25 ottobre 2020 dovranno essere leggibili da remoto. Solo nei casi di impossibilità tecnico-economica accertata sarà possibile non applicare la direttiva.   Inoltre, entro il 1° gennaio 2027 tutti i contabilizzatori in uso dovranno avere la capacità di lettura da remoto; ciò significa che quelli già installati ma sprovvisti di tale capacità dovranno essere sostituiti. Anche in questo caso l’obbligo decade in presenza..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/01/2019 -  L’obbligo di fattura elettronica è entrato in vigore il 1° gennaio e l’Agenzia delle Entrate è alle prese con i dubbi dei professionisti. Con una serie di Faq pubblicate nella sezione dedicata alla fatturazione elettronica, il Fisco sta cercando di dare risposta a questioni pratiche poste dagli addetti ai lavori.   Fattura elettronica differita L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che, anche con la fattura elettronica, è possibile l’emissione di una fattura elettronica “differita” ai sensi dell’articolo 21, comma 4, del DPR 633/1972. La fattura può essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo alla prestazione dei servizi. Se, ad esempio, la prestazione è avvenuta il 20 gennaio 2019, la fattura elettronica potrà essere emessa il 10 febbraio 2019.   Ci sono però delle condizioni. Se la prestazione o il servizio prevede un invio di merce o materiali, questa..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/01/2019 - Pubblicati i dati 2018 dell’Osservatorio Nazionale sui Servizi di Architettura e Ingegneria (ONSAI) del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori. I dati relativi ai 380 bandi analizzati nel corso del 2018 dalla rete degli Ordini degli Architetti italiani rivelano un netto miglioramento rispetto alle criticità rilevate nel 2017.   “Ciò - sottolinea il Vicepresidente del Consiglio Nazionale degli Architetti e coordinatore dell’Osservatorio, Rino La Mendola - è da attribuire soprattutto alle novità introdotte al testo originario del Codice Appalti (DLgs 50/2016) dal cosiddetto ‘decreto correttivo’ (DLgs 56/2017), in recepimento alle proposte dello stesso Consiglio Nazionale e della Rete delle Professioni Tecniche”.   Ad esempio, il mancato calcolo dei corrispettivi da porre a base di gara, in adempimento al cosiddetto “decreto parametri” segna un -21%..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/01/2019 – Gli alberghi con più di 25 posti letto situati nei territori colpiti da eventi eccezionali avranno tempo fino al 31 dicembre 2019 per adeguarsi alla normativa antincendio.   La proroga di sei mesi, che fa slittare l’obbligo dal 30 giugno 2019 al 31 dicembre 2019, è contenuta nella Legge di Bilancio 2019.   Antincendio alberghi: per chi vale la proroga La proroga per l’adeguamento antincendio non riguarda tutti gli alberghi ma solo quelli localizzati nei territori colpiti dagli eccezionali eventi meteorologici verificati a partire dal 2 ottobre 2018 e individuati dalla delibera del Consiglio dei Ministri dell'8 novembre.   Sono, quindi, interessate dalla proroga le strutture ricadenti nei territori delle Regioni Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana, Sardegna, Sicilia, Veneto e delle Province autonome di Trento e Bolzano.   Per poter beneficiare della proroga, però,..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/01/2019 – Attivi i 24 bandi per complessivi 58 milioni di euro promossi dell’Agenzia del Demanio in 15 regioni per ridurre il rischio sismico degli immobili di proprietà dello Stato attraverso indagini di vulnerabilità e progettazione degli interventi necessari.   Riduzione del rischio sismico: cosa prevedono i bandi I bandi riguardano: le indagini di vulnerabilità sismica ed energetica (audit), i progetti di fattibilità tecnico ed economica (PFTE), e in alcuni casi la progettazione definitiva ed esecutiva.   Le gare coinvolgono oltre 800 immobili, che si trovano prevalentemente nelle zone sismiche a rischio 1 e 2 distribuiti in 15 Regioni (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto) per un totale di circa 1,6 milioni di mq.   Le gare sono gestite..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/01/2019 – Il Piano Casa continua. In Toscana, Puglia, Veneto, Calabria, Sicilia e Abruzzo sono state prorogate le leggi regionali che consentono l’ampliamento volumetrico e la sostituzione edilizia in deroga alle norme urbanistiche. La Basilicata ha deciso di stabilizzare il Piano Casa. Stessa intenzione del Piemonte, che però è incappato in una contestazione di legittimità costituzionale e deve ora apportare delle correzioni alla norma.   Piano Casa Veneto, scadenza al 31 marzo 2019 Le norme per l’ampliamento volumetrico degli edifici sono state prorogate fino al 31 marzo 2019. Nel frattempo la Regione lavora ad una legge sulla rinaturalizzazione del territorio, che di fatto renderà strutturale il Piano Casa.   Piano Casa Abruzzo prorogato al 31 dicembre 2019 Anche l’Abruzzo ha approvato la consueta proroga annuale. Oltre alle norme per il rilancio dell’edilizia attraverso gli ampliamenti volumetrici, è..
Continua a leggere su Edilportale.com

Il sismabonus è più elevato in condominio e per le opere che migliorano la «pagella» di solidità dell’edificio...