Flash News: Edilizia

12/04/2019 - Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato le regole applicative relative al bonus fiscale per l’acquisto e la posa in opera delle colonnine di ricarica delle auto elettriche.   Le nuove norme sono contenute nel DM 20 marzo 2019 che disciplina l’ecobonus per i veicoli a basse emissioni di CO2 elettrici o ibridi. L’articolo 9 del DM è dedicato alle detrazioni fiscali per l’acquisto e la posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica.   Colonnine di ricarica elettrica, bonus 50% Ricordiamo che il comma 1039 dell’art. 1 della Legge di Bilancio 2019 ha introdotto una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute, inclusi i costi iniziali per la richiesta di potenza addizionale fino ad un massimo di 7 kW, per chi installa, dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021, infrastrutture di ricarica elettriche, anche nei condomìni.   La detrazione va ripartita in 10..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/04/2019 – Bene la riforma del Codice Appalti, ma facendo attenzione a misure che potrebbero rappresentare un passo indietro. Fondazione Inarcassa, intervenuta in Commissione Lavori Pubblici del Senato nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui profili applicativi del codice dei contratti pubblici, ha espresso qualche dubbio sul decreto “Sblocca Cantieri”.   No all’accentramento in una centrale unica di progettazione Fondazione Inarcassa si è detta soddisfatta dal fatto che il Governo “sia al lavoro per mettere finalmente mano al Codice degli Appalti e che il dl Sblocca Cantieri preveda un apprezzabile tentativo di semplificazione”, ma ritiene necessarie delle misure specifiche per i liberi professionisti “non accentrando in primis tutti i compiti inerenti alla progettazione di un’opera pubblica in una centrale unica di progettazione”.   Per Fondazione Inarcassa, la centrale dovrebbe svolgere “un..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/04/2019 – Impulso alla rigenerazione urbana alleggerendo i vincoli sulle distanze e le altezze. È una delle novità che sarà introdotta dal Decreto Sblocca Cantieri. La norma, che dopo l’approvazione, salvo intese, in Consiglio dei Ministri, ha continuato a subire qualche limatura per l’evolversi del dialogo interno al Governo, introdurrà anche una serie di modifiche al Codice Appalti e agli interventi in zona sismica.   Questa sembra però la volta buona. Come annunciato dal Ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, è imminente la pubblicazione del testo in Gazzetta Ufficiale.   Deroga alle distanze minime per la rigenerazione urbana  Per ridurre il consumo di suolo e favorire il rinnovamento del patrimonio edilizio, la norma prevede una serie di azioni volte ad alleggerire i vincoli esistenti in materia di distanze minime e altezze massime. I limiti previsti dal DM 1444/1968, tra cui la distanza..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/04/2019 - “La qualità della prestazione professionale ne determina il valore e, quindi, il prezzo”. Con questo concetto Angelo Loggia, Consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Cagliari, ha aperto a Cagliari la sesta tappa di Edilportale Tour 2019, esortando i progettisti a fornire qualità e a pretendere un compenso adeguato.   La situazione del comparto è stata fotografata da tre sondaggi condotti negli scorsi mesi da Edilportale su domanda, professione e tecnologie. Ne è emerso un quadro in cui, se da un lato la crisi economica ha avuto impatti negativi sulla committenza pubblica e privata e sui redditi dei progettisti, dall’altro i professionisti sono attivamente alla ricerca di nuove soluzioni per riaffermarsi sul mercato, attraverso l’acquisizione di nuove competenze e l’utilizzo di tecnologie innovative.   I lavori sono entrati nel vivo con Andrea Gasparella, docente alla Libera Università di..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/04/2019 – Gli evacuatori di fumo e calore devono assicurare, in caso di incendio, la fuoriuscita dei fumi e gas caldi prodotti, evitando che gli ambienti siano totalmente invasi dai fumi.   Gli EFC installati possono essere manuali oppure automatici; quelli ad azionamento a distanza devono essere con fonte di energia di autonoma e progettati in modo che sia garantito il funzionamento anche in caso d’incendio.   Tali dispositivi devono presentare caratteristiche costruttive tali da garantire il funzionamento ottimale anche in condizioni critiche quali: vento particolarmente violento, neve, gelo, agenti atmosferici aggressivi interni/esterni. Inoltre, bisogna garantire che il flusso di uscita dei fumi non si inverta.   Nel DM 20 dicembre 2012, i sistemi EFC sono identificati sotto la denominazione di impianti EFC e si afferma che: “gli impianti costituiscono accorgimenti intesi a ridurre le conseguenze degli incendi a mezzo di rivelazione,..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/04/2019 – Da oggi è possibile compilare le domande per la partecipazione al bando ISI 2018, indetto dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) per sostenere gli investimenti in sicurezza.   Bando ISI 2018, come fare domanda Da oggi e fino alle ore 18 del giorno 30 maggio 2019 sarà possibile compilare la domanda telematica nella sezione “Servizi online” del sito Inail. La domanda dovrà essere poi inoltrata nel giorno del “click day”, che l’INAIL renderà noto a partire dal 6 giugno 2019.   L’ultimo step è la conferma della domanda online da parte delle imprese collocate in posizione utile per accedere al contributo, tramite l’invio della documentazione indicata nell'avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.   Bando ISI, disponibili circa 370 milioni di euro Le risorse messe a disposizione dall’Inail ammontano..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/04/2019 – Via libera del Consiglio Regionale pugliese alla legge regionale “Norme in materia di perequazione, compensazione urbanistica e contributo straordinario per la riduzione del consumo del suolo”.   I Comuni, nell’ambito della nuova pianificazione urbanistica, potranno ricorrere a strumenti in grado di contenere il consumo di suolo, mitigare o compensare gli impatti ambientali, oltre che migliorare complessivamente la qualità urbana.    Perequazione e compensazione urbanistica, i pilastri della norma Come spiegato dal Consigliere Enzo Colonna, promotore del disegno di legge regionale, la norma si basa su alcuni punti fondamentali.   Il primo è la perequazione urbanistica. Con questo strumento, “si consente in sede di pianificazione, l’equa distribuzione, fra le proprietà immobiliari comprese all’interno di un medesimo ambito di trasformazione, dei diritti edificatori che le stesse..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/04/2019 – Soglie di ricavi e compensi del nuovo regime forfetario, cause di esclusione e possibilità di usufruire delle agevolazioni anche per i professionisti che finora hanno applicato il regime ordinario. Questa e altre spiegazioni sono contenute nella circolare 8/E 2019, con cui l’Agenzia delle Entrate ha risposto ai dubbi sollevati dai professionisti.   Il nuovo regime forfetario Come ricordato dall’Agenzia delle Entrate, la Legge di Bilancio 2019 ha ampliato l’ambito applicativo del regime forfetario introdotto dalla Legge di stabilità 2015.   La norma ha elevato a 65mila euro il limite dei ricavi conseguiti e dei compensi percepiti nell’anno precedente per l’applicazione del regime forfetario. Questa soglia è valida per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i limiti che la previgente disciplina fissava tra i 25mila e i 50mila euro (30mila euro per i professionisti di area tecnica) a seconda della..
Continua a leggere su Edilportale.com

La circolare 8/E dell’agenzia non permette di applicare la tassa piatta del 21% a laboratori e botteghe locati insieme al locale commerciale, anche se la legge di Bilancio 2019 non pone limitazioni...

10/04/2019 – Garantire, qualificare, attualizzare, differenziare e democratizzare; queste le cinque le parole che connotano i campi d’azione del Patto per l'urbanistica italiana, lanciato lo scorso 5 aprile a Riva del Garda nel corso del trentesimo Congresso dell'Istituto Nazionale di Urbanistica "Governare la frammentazione".    Durante la giornata di lavori, dopo la relazione della presidente INU, si sono alternati i rappresentati degli enti e delle associazioni “chiamati” a contribuire: i Comuni, le Province, le Regioni, le Comunità montane, gli architetti, gli agronomi, il mondo sindacale, le organizzazioni del commercio e dei costruttori, per citarne alcuni.   Urbanistica: il Patto lanciato da INU Il Patto per l’urbanistica italiana, ha detto la presidente Silvia Viviani “non è negoziazione né compromesso, richiede impegno, e riuscire a rispondere a un nuovo modello di sviluppo economico..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/04/2019 – Alla fine della scorsa settimana il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al Decreto Crescita. Anche se il testo uscito dal CdM ancora non sta circolando ufficialmente, gli addetti ai lavori iniziano a commentarne i contenuti.   Una promozione, con qualche riserva, arriva da Fillea Cgil, che valuta positivamente alcune misure di sostegno agli interventi per la messa in sicurezza antisismica e l’efficientamento energetico, ma mette in risalto la parzialità dell’intervento normativo e mette in guardia da una serie di liberalizzazioni che potrebbero risultare eccessive.   Secondo il sindacato degli edili, “pur nella parzialità di un decreto che non affronta i temi di fondo della politica industriale, sono evidenti alcuni positivi interventi a favore dell’edilizia, pubblica e privata”.   Decreto Crescita, gli aspetti positivi per Fillea Cgil “Positivo – scrive in una nota Alessandro Genovesi,..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/04/2019 – È stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale ed è entrata in vigore in Veneto la Legge Regionale 14/2019.   La norma supera e stabilizza il Piano Casa del 2009 (LR 14/2009) conciliando le premialità volumetriche con gli obiettivi di riqualificazione urbana e con quelli di riduzione del consumo di suolo contenuti nella LR 14/2017. Il Veneto ha infatti fissato l’obiettivo del consumo di suolo zero entro il 2050.   Rigenerazione urbana e qualità della vita Gli obiettivi della norma sono il riordino urbano e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini attraverso il miglioramento della qualità architettonica degli edifici.   Come indicato all’articolo 1 della legge, sono previsti interventi mirati alla coesione sociale, alla tutela delle disabilità, alla qualità architettonica, alla sostenibilità ed efficienza ambientale con particolare attenzione all’economia..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/04/2019 – Il decreto che definirà il funzionamento della centrale per la progettazione è pronto. Ieri il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenuto all’inaugurazione del 58° Salone internazionale del Mobile di Milano, ha annunciato che di lì a qualche ora avrebbe firmato il decreto.   Centrale di progettazione, in arrivo una pattuglia di esperti Con il decreto, ha spiegato Conte, “metteremo una pattuglia di esperti ingegneri e architetti a disposizione di tutte le Pubbliche Amministrazioni” che hanno difficoltà nella progettazione e bisogno di essere guidate fino alla realizzazione delle opere.   Il decreto darà attuazione alla Legge di Bilancio per il 2019 che ha introdotto questo organismo chiamato centrale per la progettazione nelle prime bozze, poi “struttura per la progettazione di beni ed edifici pubblici”.   Il presidente Conte si è espresso con la terminologia..
Continua a leggere su Edilportale.com

I bonus fiscali sui lavori in casa si confermano un grande successo. Ma l’annunciata flat tax per dipendenti e pensionati – se davvero sarà attuata dal 2020 nelle forme ipotizzate – imporrà un cambio di mentalità a tanti contribuenti. O almeno un test di convenienza...

09/04/2019 – Impennata decisa per le gare per servizi di ingegneria nei primi due mesi del 2019: l’importo complessivo posto a base d’asta per i servizi è praticamente raddoppiato rispetto ai primi due mesi del 2018 arrivando a sfiorare i 150 milioni di euro contro i 74 del 2018.   È quanto emerge dal Monitoraggio sui bandi effettuato dal Centro Studi del Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI).   Bandi di gara: salgono gli importi a base di gara Nel confronto con il primo bimestre 2018, risulta in crescita la quota destinata ai servizi di ingegneria nelle gare con esecuzione, nonostante la limitazione dell’appalto integrato, ammesso solo per alcune tipologie di gare: quasi il 22%, contro il 10,5% del 2018.   Anche considerando gli accordi quadro, i concorsi di idee e di progettazione e i bandi con esecuzione dei lavori, i dati relativi al primo bimestre 2019 evidenziano un raddoppio degli importi messi a gara che raggiungono quasi..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/04/2019 – Una società che svolge attività di locazione immobiliare di beni propri o presi in leasing non può usufruire né dell’ecobonus né del super ammortamento per l’installazione di pannelli solari su uno dei beni aziendali perché manca il requisito della strumentalità.   A precisarlo l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 95/2019.   Ecobonus: non vale per beni merce L’Agenzia ricorda che, in materia di detrazioni d’imposta per la riqualificazione energetica (ecobonus), è stato evidenziato come la norma istitutiva della detrazione per le spese relative all’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali fosse finalizzata a incentivare il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici esistenti attraverso la concessione di un beneficio “…che un’interpretazione sistematica consente di riferire..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/04/2019 – Il frazionamento di un’unità immobiliare può essere realizzato con Scia, a prescindere dal periodo in cui sono effettuati i lavori. Le modifiche al Testo Unico dell’edilizia sono infatti retroattive. Lo ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza 14725/2019.   Frazionamento unità immobiliari, il caso Il proprietario di un immobile aveva eseguito un intervento di frazionamento dopo il quale aveva ricavato quattro appartamenti. Per effettuare i lavori non aveva richiesto ilo permesso di costruire, ma presentato una Segnalazione certificata di inizio attività (Scia).   Secondo i giudici di primo grado, però, non si trattava di un intervento di risanamento conservativo, ma di una ristrutturazione pesante, motivo per cui sarebbe stato necessario il permesso di costruire. I giudici avevano previsto che i responsabili fossero puniti ai sensi dell’articolo 44 del Testo Unico dell’edilizia,..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/04/2019 – Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al Documento di Economia e Finanza (Def).   Def, il Governo conferma le iniziative intraprese per la crescita Il pacchetto di misure adottato dal Governo mira a confermare le iniziative intraprese in chiave anticiclica per sostenere l’attività economica e in particolare gli investimenti pubblici e privati. Tra queste, si legge nel comunicato diffuso al termine della riunione, "il decreto “Crescita”, che si concentra sull’impulso all’accumulazione di capitale e alla realizzazione di investimenti, e lo “Sblocca cantieri”, che punta a una forte ripresa del settore delle costruzioni".   Il testo ripercorre i risultati dei primi dieci mesi di attività del Governo e traccia le linee guida per il prossimo triennio.   Il Governo ribadisce per il futuro il ruolo degli investimenti pubblici come fattore fondamentale di crescita, innovazione,..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/04/2019 – “Ancora oggi in Italia manca una pianificazione, un progetto complessivo fatto di interventi strutturali per mettere in sicurezza il costruito, definendone le priorità e le azioni sinergiche per disseminare conoscenza e consapevolezza tra i cittadini, che ancora non percepiscono il rischio sismico in tutta la sua serietà, per favorirne best practices e perseguire davvero l’auspicata ‘prevenzione civile’ che continua ad essere solo un auspicio”.   Queste le parole di Francesco Peduto, Presidente del Consiglio Nazionale Geologi, nel corso della conferenza stampa “L’Aquila dieci anni dopo: criticità e prospettive” svolta lo scorso 4 aprile presso la Sala Caduti di Nassirya del Senato della Repubblica in vista del convegno del convegno “L’Aquila 2009-2019 - Dieci anni di esperienze, studi e criticità” che avrà luogo il 12 aprile 2019 presso l’Auditorium dell’Università..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/04/2019 – Come inserire un ascensore in un edificio storico o in una architettura dalle forme singolari per non creare un impatto visivo sgradevole? Con questo problema si confrontano quotidianamente i progettisti.    Di seguito qualche idea adottata in alcuni edifici, storici o dal design moderno, alcuni molto conosciuti e firmati da Archistar.   Star Place, Kaohsiung - Taiwan Questo centro commerciale è caratterizzato da un effetto ottico a spirale generato dalla posizione delle scale mobili all’interno dell’atrio: a ciascun piano ruotano attorno al gruppo di ascensori spostandosi di 10 gradi rispetto al punto di arrivo. Gli ascensori sono vere e proprie capsule che sembrano sfidare la gravità.    Foto: UNStudio   Centre Pompidou, Metz - Francia Nel museo, caratterizzato da linee curve e fluide, l’ascensore è inglobato in una struttura che richiama i motivi della facciata, in modo da..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/04/2019 – Gli enti locali potranno finanziare interventi di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza delle scuole grazie a 170 milioni di euro derivati da economie dei mutui BEI 2015.   È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 2/2019 che assegna precisamente 172.708.620,16 euro agli enti locali inseriti negli elenchi allegati. Si tratta di economie provenienti dal Decreto Mutui che prevede mutui agevolati, con oneri di ammortamento a carico dello Stato.   Messa in sicurezza scuole: i tempi degli interventi Gli enti locali dovranno avviare e/o a completare gli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici indicati negli elenchi provvedendo alla proposta di aggiudicazione entro e non oltre il termine di 180 giorni dalla data di pubblicazione (1° novembre 2019), pena la decadenza dal finanziamento.   Inoltre, dovranno completare e rendicontare i lavori entro e non oltre il 15 ottobre 2020.   Scuole, la storia..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/04/2019 – Per diventare geometri ed esercitare la libera professione sarà obbligatoria la laurea triennale.   Questa la principale novità del disegno di legge 57, presentato dalla senatrice Simona Flavia Malpezzi e in attesa dell’avvio dell’iter parlamentare, che revisiona l’accesso alla libera professione di geometra, adeguando la normativa italiana a quella europea.     Geometri: presto obbligatoria la laurea Per quanto riguarda la for­mazione iniziale il ddl stabilisce che l’accesso alla professione di geometra richiede obbligatoriamente il possesso di uno specifico diploma di laurea (triennale) rila­sciato da un’università al termine di uno specifico corso di laurea di natura professio­nalizzante.   La norma prevede che il corso di laurea sia abilitante, nel senso che il suo esame finale di laurea ha valore di esame di abilitazione alla profes­sione di geometra. Stabilisce anche..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/04/2019 - Architetti, ingegneri, geometri e periti, ma anche costruttori edili, imprenditori delle costruzioni ed operatori del settore immobiliare. Si compongono così le platee di Edilportale Tour 2019, quest’anno dedicato all’edilizia dei prossimi 10 anni.   La massiccia presenza di imprenditori edili registrata nelle prime tappe dimostra il forte interesse della categoria per i mutamenti in corso nel settore negli ultimi anni e per le prospettive che si aprono per il prossimo futuro.   Infatti, proprio per allargare lo sguardo a tutta la filiera edile - dalla progettazione alla costruzione e alla gestione degli edifici - la decima edizione di Edilportale Tour è in partnership con FIDEC, il Forum Italiano delle Costruzioni promosso dall’ANCE, l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili, che ha debuttato con successo nel novembre 2018 e che tornerà a Milano nel novembre 2019.    L’apertura di Edilportale..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/04/2019 – Fare sistema, aggiornarsi, specializzarsi, ma allo stesso tempo condividere le proprie competenze. Sono alcune delle strategie per superare la crisi emerse durante la tappa Bari di Edilportale Tour.   In apertura Giulio Drudi, Deputy BIM Manager di ‎Lombardini22 ha spiegato che il sistema edilizia va verso i processi collaborativi digitali in cui l’edificio diventa un insieme di dati, ma senza rinunciare alla creatività. La progettazione deve avere come chiave il benessere dell’uomo, ma non si può agire da soli, perché bisogna cambiare approccio e collaborare, andando oltre le dimensioni dei piccoli studi.   Ma le imprese sono pronte? Ha chiesto Giuseppe Mosconi, Responsabile Didattico del percorso formativo Costruire in Qualità. Gli operatori, a suo avviso, devono allinearsi sullo stesso linguaggio con una formazione comune, ma poi specializzarsi. Questo significa investire in formazione, acquisire conoscenze..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/04/2019 - Una sinergia tra istituzioni e imprese per rilanciare gli investimenti, aprire i cantieri e mettere in sicurezza un patrimonio pubblico strategico per la sicurezza e la qualità della vita dei cittadini, a partire dalle oltre 5000 scuole superiori e dalle strade provinciali.   Sono questi gli obiettivi del Presidente dell’UPI Michele de Pascale e del Presidente dell’Ance Gabriele Buia, che saranno tradotti in un documento da portare all’attenzione del Governo e del Parlamento in vista del decreto Sblocca Cantieri e del decreto Crescita per chiedere che sia permesso “agli amministratori di fare fronte alle esigenze di sicurezza dei cittadini e alle imprese di operare con regole certe”.   “Per far ripartire lo sviluppo e dare nuovo slancio alle imprese italiane - dichiarano i Presidenti de Pascale e Buia -, occorre che le opere pubbliche possano essere realizzate in tempi certi e rapidi. Per questo è necessario..
Continua a leggere su Edilportale.com