Flash News: Edilizia

13/12/2018 – Stanno per essere erogati agli Enti locali 90 milioni di euro del Fondo per la progettazione degli Enti locali. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) ha firmato il decreto che ripartisce le risorse e che diventerà operativo dopo il via libera in Conferenza delle Regioni. Le risorse supporteranno gli enti locali che, facendo affidamento solo sul personale interno, avrebbero difficoltà a progettare le opere. Una volta ottenuti i fondi, saranno probabilmente indetti concorsi di progettazione o gare per l’affidamento di servizi di ingegneria e architettura.   Fondo progettazione, 90 milioni per la sicurezza Sul totale delle risorse, circa 15 milioni di euro andranno a 14 Città metropolitane, 37,3 milioni a 86 Province e la parte restante ai Comuni che presenteranno domanda.   Le risorse saranno trasferite dando priorità ai progetti definitivi degli enti locali di opere destinate alla messa in sicurezza..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2018 – La trasformazione di un balcone in una veranda ha diritto alla detrazione 50% prevista dal Bonus ristrutturazione?   In teoria sì, considerato che l’Agenzia delle Entrate inserisce l’intervento nell’elenco esemplificativo dei lavori agevolabili nella Guida alle ristrutturazioni edilizie. Tuttavia, sembrerebbero emergere dubbi circa la reale detraibilità dell’intervento.   Realizzazione veranda: è detraibile al 50%? Come riporta la guida dell’Agenzia, tra gli interventi ammessi alla detrazione 50% ci sono quelli effettuati sulle verande in questi casi: - se vengono introdotte innovazioni rispetto alla situazione precedente; - in caso di nuova costruzione con demolizione del muro che dà sul balcone creando aumento di superficie lorda di pavimento; - in caso di trasformazione di balcone in veranda.   Tuttavia, nella medesima Guida, l’Agenzia spiega che sono esclusi dall’agevolazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2018 –  Da tempo gli edifici scolastici sono oggetto di una speciale attenzione; in particolare la riqualificazione energetica degli edifici scolastici porta ad un risparmio sulle spese energetiche e assicura un maggior comfort all’interno delle strutture dove ogni giorno si riuniscono migliaia di bambini e ragazzi.     Sono, infatti, 7,9 milioni gli scolari che frequentano gli oltre 48mila edifici scolastici pubblici e che si aspettano di studiare in condizioni di sicurezza e comfort maggiore che a casa.   Per contribuire alla sensibilizzazione e diffusione di una coscienza pubblica forte su queste tematiche, Cortexa ha commissionato all’Istituto di ricerca CRESME una serie di ricerche, di cui la prima è dedicata all’edilizia scolastica.   Edilizia scolastica: la situazione italiana L’analisi ha permesso di mappare sia a livello quantitativo che qualitativo il patrimonio scolastico edificato sul territorio nazionale,..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2018 – Le pavimentazioni industriali sono classificabili come strutture? Se sì, chi deve progettarle? Lo ha chiesto Conpaviper, Associazione Italiana Sottofondi, Massetti e Pavimentazioni e Rivestimenti Continui, alla Sezione sismica della Regione Toscana, che ha fornito una serie di spiegazioni alla luce delle Norme Tecniche per le Costruzioni – NTC 2018.   Pavimentazioni industriali, sono strutture? Secondo Conpaviper, la realizzazione di strutture in calcestruzzo armato normale (cemento armato), calcestruzzo armato precompresso (cemento armato precompresso), calcestruzzo a bassa percentuale di armatura o non armato è regolata dalla NTC 2018. Le pavimentazioni industriali in calcestruzzo rientrano quindi in queste voci considerato anche che la proposta della circolare esplicativa delle NTC2018 introduce per la prima volta un riferimento esplicito alle pavimentazioni.   Conpaviper ha sottolineato che le istruzioni del CNR per la progettazione,..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2018 – Via libera del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti (Mit) al decreto di ripartizione del Fondo per la progettazione delle opere prioritarie.   Le risorse sono destinate ai progetti di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese e alla project review delle infrastrutture già finanziate.   Saranno utilizzate per finanziare i Piani urbani per la mobilità sostenibile (PUMS) e i piani strategici triennali del territorio metropolitano o, nel caso in cui le Amministrazioni abbiano già definito i PUMS, la predisposizione di progetti di fattibilità o della project review di opere contenute negli strumenti di pianificazione.   Fondo progettazione opere prioritarie, ripartiti 110 milioni di euro I beneficiari delle risorse sono le 15 Autorità Portuali, cui andranno 29,88 milioni, le 14 Città Metropolitane, che avranno 24,9 milioni, i 14 Comuni capoluogo..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2018 – Stanno per essere erogati agli Enti locali 90 milioni di euro del Fondo per la progettazione degli Enti locali. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) ha firmato il decreto che ripartisce le risorse e che diventerà operativo dopo il via libera in Conferenza delle Regioni. Le risorse supporteranno gli enti locali che, facendo affidamento solo sul personale interno, avrebbero difficoltà a progettare le opere. Una volta ottenuti i fondi, saranno probabilmente indetti concorsi di progettazione o gare per l’affidamento di servizi di ingegneria e architettura.   Fondo progettazione, 90 milioni per la sicurezza Sul totale delle risorse, circa 15 milioni di euro andranno a 14 Città metropolitane, 37,3 milioni a 86 Province e la parte restante ai Comuni che presenteranno domanda.   Le risorse saranno trasferite dando priorità ai progetti definitivi degli enti locali di opere destinate alla messa in sicurezza..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2018 – La trasformazione di un balcone in una veranda ha diritto alla detrazione 50% prevista dal Bonus ristrutturazione?   In teoria sì, considerato che l’Agenzia delle Entrate inserisce l’intervento nell’elenco esemplificativo dei lavori agevolabili nella Guida alle ristrutturazioni edilizie. Tuttavia, sembrerebbero emergere dubbi circa la reale detraibilità dell’intervento.   Realizzazione veranda: è detraibile al 50%? Come riporta la guida dell’Agenzia, tra gli interventi ammessi alla detrazione 50% ci sono quelli effettuati sulle verande in questi casi: - se vengono introdotte innovazioni rispetto alla situazione precedente; - in caso di nuova costruzione con demolizione del muro che dà sul balcone creando aumento di superficie lorda di pavimento; - in caso di trasformazione di balcone in veranda.   Tuttavia, nella medesima Guida, l’Agenzia spiega che sono esclusi dall’agevolazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 - Un contributo culturale, scientifico e tecnico per sostenere Genova e aiutarla a superare l’attuale momento di difficoltà.   È la ragione della lettera inviata dalla presidente nazionale Silvia Viviani, per conto dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, a Marco Bucci, sindaco del capoluogo ligure e commissario straordinario per la ricostruzione del ponte autostradale sul Polcevera, e all’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci.   Alla lettera è accompagnato un documento, otto punti su cui si dà la disponibilità di un confronto e un approfondimento nel merito.   Lo spirito che anima l’iniziativa dell’Inu è la consapevolezza, scrive Viviani a Bucci, che “la ricostruzione del Ponte costituisce un impegno imprescindibile nei tempi brevi a cui a cui si affianca la necessità di una programmazione, nei tempi medi e lunghi, di un complesso di piani, politiche, progetti..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 - “Continua l’approfondimento di BIM.archiproducts – Edilportale sulle nuove figure professionali legate al mondo del Building Information Modeling regolamentate dalla norma UNI 11337 parte 7, che a breve sarà pubblicata ufficialmente. Nel focus precedente (per leggerlo clicca QUI) abbiamo fatto una panoramica generale sulla norma, sul contesto normativo in cui si inserisce e sulle 4 professionalità che individua come figure chiave nella gestione di un processo BIM. In questo focus approfondiremo nel dettaglio conoscenze, abilità e competenze di ciascuna di esse. Partiamo dal profilo di più recente concezione. - CDE manager: il gestore dell'ambiente di condivisione dei dati contribuisce attivamente alla ricerca di soluzioni informatiche di rete, in cloud e di protezione dei dati. Lo scopo principale della gestione dell'ambiente di condivisione dei dati è mettere..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 – Sburocratizzazione, riforma del Codice Appalti e progettazione delle opere pubbliche, ma anche fatturazione elettronica e qualità. Sono gli argomenti toccati durante la riunione del tavolo per le Piccole e medie imprese (Pmi) convocato dal Ministero per lo sviluppo economico (Mise).   All’incontro, i rappresentanti di professionisti, organizzazioni e imprese del settore edile si sono confrontati con il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio.   Come annunciato da Di Maio in conferenza stampa, nei prossimi giorni saranno istituiti una serie di tavoli tecnici per permettere agli operatori di dare un contributo costante nella scrittura delle norme. L’idea di “un tavolo tecnico con le Pmi che porterà tante innovazioni” è stata ribadita da Di Maio al termine del Consiglio dei Ministri di oggi.    Riforma del Codice Appalti e semplificazioni L’Associazione nazionale costruttori edili (Ance)..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 - È saltata la riforma del Codice Appalti, più volte annunciata nei giorni scorsi, che avrebbe dovuto muovere i suoi primi passi nel Consiglio dei Ministri di oggi.   Sul tavolo del CdM è arrivata una bozza di decreto legge per la semplificazione molto più leggera di quella circolata nei giorni scorsi. Dei 28 articoli inizialmente previsti, ne sono rimasti infatti 10. In un video pubblicato su Facebook al termine della riunione del CdM, il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, ha affermato che nella fase di conversione del decreto legge entreranno altre misure di semplificazione che avranno come obiettivo “cancellare gli adempimenti e gli enti inutili che non servivano a niente ma solo a creare scartoffie”.   Codice Appalti, salta la riforma urgente Dal testo della bozza del decreto legge sono scomparse le norme che avrebbero dovuto introdurre modifiche urgenti al Codice Appalti. Nelle ultime ore c’è..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 - Un contributo culturale, scientifico e tecnico per sostenere Genova e aiutarla a superare l’attuale momento di difficoltà.   È la ragione della lettera inviata dalla presidente nazionale Silvia Viviani, per conto dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, a Marco Bucci, sindaco del capoluogo ligure e commissario straordinario per la ricostruzione del ponte autostradale sul Polcevera, e all’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci.   Alla lettera è accompagnato un documento, otto punti su cui si dà la disponibilità di un confronto e un approfondimento nel merito.   Lo spirito che anima l’iniziativa dell’Inu è la consapevolezza, scrive Viviani a Bucci, che “la ricostruzione del Ponte costituisce un impegno imprescindibile nei tempi brevi a cui a cui si affianca la necessità di una programmazione, nei tempi medi e lunghi, di un complesso di piani, politiche, progetti..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 - “Continua l’approfondimento di BIM.archiproducts – Edilportale sulle nuove figure professionali legate al mondo del Building Information Modeling regolamentate dalla norma UNI 11337 parte 7, che a breve sarà pubblicata ufficialmente. Nel focus precedente (per leggerlo clicca QUI) abbiamo fatto una panoramica generale sulla norma, sul contesto normativo in cui si inserisce e sulle 4 professionalità che individua come figure chiave nella gestione di un processo BIM. In questo focus approfondiremo nel dettaglio conoscenze, abilità e competenze di ciascuna di esse. Partiamo dal profilo di più recente concezione. - CDE manager: il gestore dell'ambiente di condivisione dei dati contribuisce attivamente alla ricerca di soluzioni informatiche di rete, in cloud e di protezione dei dati. Lo scopo principale della gestione dell'ambiente di condivisione dei dati è mettere..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 – Sburocratizzazione, riforma del Codice Appalti e progettazione delle opere pubbliche, ma anche fatturazione elettronica e qualità. Sono gli argomenti toccati durante la riunione del tavolo per le Piccole e medie imprese (Pmi) convocato dal Ministero per lo sviluppo economico (Mise).   All’incontro, i rappresentanti di professionisti, organizzazioni e imprese del settore edile si sono confrontati con il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio.   Come annunciato da Di Maio in conferenza stampa, nei prossimi giorni saranno istituiti una serie di tavoli tecnici per permettere agli operatori di dare un contributo costante nella scrittura delle norme. L’idea di “un tavolo tecnico con le Pmi che porterà tante innovazioni” è stata ribadita da Di Maio al termine del Consiglio dei Ministri di oggi.    Riforma del Codice Appalti e semplificazioni L’Associazione nazionale costruttori edili (Ance)..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2018 - È saltata la riforma del Codice Appalti, più volte annunciata nei giorni scorsi, che avrebbe dovuto muovere i suoi primi passi nel Consiglio dei Ministri di oggi.   Sul tavolo del CdM è arrivata una bozza di decreto legge per la semplificazione molto più leggera di quella circolata nei giorni scorsi. Dei 28 articoli inizialmente previsti, ne sono rimasti infatti 10. In un video pubblicato su Facebook al termine della riunione del CdM, il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, ha affermato che nella fase di conversione del decreto legge entreranno altre misure di semplificazione che avranno come obiettivo “cancellare gli adempimenti e gli enti inutili che non servivano a niente ma solo a creare scartoffie”.   Codice Appalti, salta la riforma urgente Dal testo della bozza del decreto legge sono scomparse le norme che avrebbero dovuto introdurre modifiche urgenti al Codice Appalti. Nelle ultime ore c’è..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Controllare in tempo reale l’impatto del traffico pesante su ponti, viadotti e altre infrastrutture strategiche grazie a sensori intelligenti e hi-tech in grado di monitorare le strutture e proporre soluzioni alternative di sicurezza stradale.   È l’obiettivo di SENTINEL (Sistema di pEsatura diNamica inTellIgente per la gestioNE deL traffico pesante) un progetto sperimentale che ha preso il via in questi giorni e coinvolge ENEA, in veste di capofila, ANAS, Takius Srl e Consorzio TRAIN (Consorzio per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie per il TRAsporto Innovativo).   Sicurezza ponti e la necessità di sensori intelligenti La necessità di monitorare ponti e strade nasce dal forte incremento del traffico pesante su gomma e dal fatto che spesso le strutture non siano state progettate per sopportare quei carichi.     Di conseguenza il progetto di SENTINEL cerca di sfruttare le nuove tecnologie basate anche sull’informatica..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Centrale unica per la progettazione, ripristino dell'aliquota relativa alla progettazione all'interno dell'incentivo del 2%, svilimento dei contenuti e della qualità del progetto per le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. Secondo la Rete Professioni Tecniche (RPT), le misure più rilevanti in materia di opere pubbliche messe in piedi dal Governo guardano al passato e riducono la qualità dei progetti.   Con una nota RPT esprime la più profonda preoccupazione per le intenzioni del Governo in materia di infrastrutture, opere pubbliche e progettazione. La RPT, si legge nella nota, sin da subito ha espresso la propria netta contrarietà all’introduzione per mezzo della legge di bilancio della Centrale per la progettazione delle opere pubbliche, qualcosa che il Paese ha già sperimentato in passato, e che ha determinato effetti contrari a quelli auspicati.   Nelle ultime settimane ha avuto..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Il Codice Appalti del 2016 sta per essere riscritto. Le nuove regole promettono di essere più semplici e di velocizzare la realizzazione delle opere pubbliche, senza sprechi e perdite di tempo. Non è ben chiaro però con quali tempistiche avverranno le modifiche.   Codice Appalti, i tempi della riforma Di riforma del Codice Appalti si parla già da parecchio tempo, ma il modo di procedere sembra frastagliato e rischia di avere tempistiche disorganizzate. Prima la consultazione voluta dal Ministro Toninelli per cogliere gli umori degli operatori del settore, poi l'annuncio di una riforma data per ultimata a novembre dal vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, contraddetto dal giro di consultazioni avviato dal Senato. Sembrava che si fosse arrivati ad una soluzione su doppio binario, varando prima delle modifiche urgenti all'interno del Decreto Legge “Semplificazioni”, da approvare entro fine anno,..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Parte il piano dell’Agenzia del Demanio per la riduzione del rischio sismico attraverso la riqualificazione degli immobili di proprietà dello Stato che prevede indagini di vulnerabilità sismica ed energetica e la progettazione degli interventi necessari.   Antisismica nella PA: 24 bandi per 58 milioni di euro Il primi bandi attivati sono quelli che riguardano gli immobili della Calabria, dell'Emilia Romagna e del Friuli Venezia Giulia; entro la fine dell’anno saranno avviati gli altri bandi di gara (per un totale di 24 bandi) rivolti a professionisti del settore, per un importo complessivo di circa 58 milioni di euro.   I bandi riguardano: le indagini di vulnerabilità sismica ed energetica (audit), i progetti di fattibilità tecnico ed economica (PFTE), e in alcuni casi la progettazione definitiva ed esecutiva. Successivamente verranno bandite le gare per eseguire i lavori sugli immobili, a partire da quelli..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Per il 96% dei professionisti la proroga dei bonus casa dovrebbe essere superiore ad un anno: il 45% ne suggerisce la stabilizzazione, il 17% indica un orizzonte temporale di 5 anni mentre il 34% si accontenta di una proroga triennale.   È quanto emerge dall’ultimo sondaggio di Edilportale, lanciato per capire come i professionisti e le imprese del settore cambierebbero gli attuali bonus per la casa. Dei partecipanti al sondaggio, il 22% è composto da ingegneri, il 20% da architetti, il 19% da geometri, a seguire periti industriali, imprese edili, altri professionisti e artigiani.   Bonus per la casa: i possibili miglioramenti I professionisti che hanno partecipato al sondaggio hanno evidenziato alcuni aspetti che potrebbero migliorare i bonus: il 61% ha suggerito di rimborsare in 5 anni invece di 10 la detrazione prevista, il 35% vorrebbe che i bonus fossero estesi a tutte le categorie catastali (oggi le detrazioni spettano..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Controllare in tempo reale l’impatto del traffico pesante su ponti, viadotti e altre infrastrutture strategiche grazie a sensori intelligenti e hi-tech in grado di monitorare le strutture e proporre soluzioni alternative di sicurezza stradale.   È l’obiettivo di SENTINEL (Sistema di pEsatura diNamica inTellIgente per la gestioNE deL traffico pesante) un progetto sperimentale che ha preso il via in questi giorni e coinvolge ENEA, in veste di capofila, ANAS, Takius Srl e Consorzio TRAIN (Consorzio per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie per il TRAsporto Innovativo).   Sicurezza ponti e la necessità di sensori intelligenti La necessità di monitorare ponti e strade nasce dal forte incremento del traffico pesante su gomma e dal fatto che spesso le strutture non siano state progettate per sopportare quei carichi.     Di conseguenza il progetto di SENTINEL cerca di sfruttare le nuove tecnologie basate anche sull’informatica..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Centrale unica per la progettazione, ripristino dell'aliquota relativa alla progettazione all'interno dell'incentivo del 2%, svilimento dei contenuti e della qualità del progetto per le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria. Secondo la Rete Professioni Tecniche (RPT), le misure più rilevanti in materia di opere pubbliche messe in piedi dal Governo guardano al passato e riducono la qualità dei progetti.   Con una nota RPT esprime la più profonda preoccupazione per le intenzioni del Governo in materia di infrastrutture, opere pubbliche e progettazione. La RPT, si legge nella nota, sin da subito ha espresso la propria netta contrarietà all’introduzione per mezzo della legge di bilancio della Centrale per la progettazione delle opere pubbliche, qualcosa che il Paese ha già sperimentato in passato, e che ha determinato effetti contrari a quelli auspicati.   Nelle ultime settimane ha avuto..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Il Codice Appalti del 2016 sta per essere riscritto. Le nuove regole promettono di essere più semplici e di velocizzare la realizzazione delle opere pubbliche, senza sprechi e perdite di tempo. Non è ben chiaro però con quali tempistiche avverranno le modifiche.   Codice Appalti, i tempi della riforma Di riforma del Codice Appalti si parla già da parecchio tempo, ma il modo di procedere sembra frastagliato e rischia di avere tempistiche disorganizzate. Prima la consultazione voluta dal Ministro Toninelli per cogliere gli umori degli operatori del settore, poi l'annuncio di una riforma data per ultimata a novembre dal vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, contraddetto dal giro di consultazioni avviato dal Senato. Sembrava che si fosse arrivati ad una soluzione su doppio binario, varando prima delle modifiche urgenti all'interno del Decreto Legge “Semplificazioni”, da approvare entro fine anno,..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Parte il piano dell’Agenzia del Demanio per la riduzione del rischio sismico attraverso la riqualificazione degli immobili di proprietà dello Stato che prevede indagini di vulnerabilità sismica ed energetica e la progettazione degli interventi necessari.   Antisismica nella PA: 24 bandi per 58 milioni di euro Il primi bandi attivati sono quelli che riguardano gli immobili della Calabria, dell'Emilia Romagna e del Friuli Venezia Giulia; entro la fine dell’anno saranno avviati gli altri bandi di gara (per un totale di 24 bandi) rivolti a professionisti del settore, per un importo complessivo di circa 58 milioni di euro.   I bandi riguardano: le indagini di vulnerabilità sismica ed energetica (audit), i progetti di fattibilità tecnico ed economica (PFTE), e in alcuni casi la progettazione definitiva ed esecutiva. Successivamente verranno bandite le gare per eseguire i lavori sugli immobili, a partire da quelli..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/12/2018 – Per il 96% dei professionisti la proroga dei bonus casa dovrebbe essere superiore ad un anno: il 45% ne suggerisce la stabilizzazione, il 17% indica un orizzonte temporale di 5 anni mentre il 34% si accontenta di una proroga triennale.   È quanto emerge dall’ultimo sondaggio di Edilportale, lanciato per capire come i professionisti e le imprese del settore cambierebbero gli attuali bonus per la casa. Dei partecipanti al sondaggio, il 22% è composto da ingegneri, il 20% da architetti, il 19% da geometri, a seguire periti industriali, imprese edili, altri professionisti e artigiani.   Bonus per la casa: i possibili miglioramenti I professionisti che hanno partecipato al sondaggio hanno evidenziato alcuni aspetti che potrebbero migliorare i bonus: il 61% ha suggerito di rimborsare in 5 anni invece di 10 la detrazione prevista, il 35% vorrebbe che i bonus fossero estesi a tutte le categorie catastali (oggi le detrazioni spettano..
Continua a leggere su Edilportale.com