Flash News: Edilizia

15/10/2018 – Trascorrere una breve vacanza o un weekend lungo fuori è sempre un’esperienza stimolante che può diventare indimenticabile se, alla bellezza dei luoghi visitati, si aggiungono alberghi singolari.   Ecco qualche esempio in Italia   Black Cabin, Arlena di Castro - Viterbo È la casa sull’albero più grande d’Europa e si trova in un agriturismo in piena campagna laziale. Misura in totale 87 metri quadri, suddivisi tra suite, terrazzo e altri servizi. È stata progettata dallo studio Claudia Pelizzari Interior Design e realizzata nel 2010 quasi interamente in legno.  Foto: Archilovers   La vigna di Sarah, Vittorio Veneto - Treviso La struttura si trova a 15 minuti da Valdobbiadene, cuore della produzione del Prosecco DOCG. Consente di dormire all’interno di una botte immersi nella natura.  Foto: La vigna di Sarah   Ed ecco una classifica degli alberghi più..
Continua a leggere su Edilportale.com

15/10/2018 – Dal 18 ottobre il Documento di gara unico europeo (Dgue) viaggerà solo online. Lo prevede il Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) e il Regolamento europeo 7/2016, che ha adottato il modello di DGUE per tutti i Paesi membri.   L’obbligo in realtà esiste dal 18 aprile 2018, ma il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti (Mit) ha concesso un periodo transitorio per consentire l’adeguamento dei sistemi informatici delle Stazioni Appaltanti.   Il periodo transitorio scade giovedì 18 ottobre. A partire da questo momento le uniche deroghe possibili saranno quelle espressamente previste dal Codice Appalti.   DGUE, come funziona Il DGUE crea una procedura standardizzata per la dichiarazione dei requisiti utili alla partecipazione alle gare di appalto e dell’assenza di cause di esclusione.   Le Stazioni appaltanti devono predisporre ed accettare il DGUE solo in formato elettronico, secondo..
Continua a leggere su Edilportale.com

15/10/2018 – Riparte la discussione sulle strategie per contrastare il consumo di suolo. Le Commissioni Agricoltura e territorio del Senato hanno iniziato l’esame congiunto di due disegni di legge, abbinati perché contenenti misure simili.   Si tratta del ddl 86 “Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo nonché delega al Governo in materia di rigenerazione delle aree urbane degradate” presentato dalla senatrice Loredana De Petris (Gruppo Misto), e del ddl 164 “Disposizioni per l'arresto del consumo di suolo, di riuso del suolo edificato e per la tutela del paesaggio” presentato dalla senatrice Paola Nugnes (M5S). Quest’ultimo riprende i contenuti del testo elaborato dal Forum “Salviamo il Paesaggio” e messo a disposizione delle forze politiche.   I due disegni di legge sono stati presentati a marzo e ora iniziano l’iter per l’approvazione. In apertura dei lavori, il senatore..
Continua a leggere su Edilportale.com

15/10/2018 - È ufficialmente chiusa la call for entries agli Archiproducts Design Awards 2018. Il premio dedicato al progetto e alla collaborazione tra aziende e designer conta quest’anno oltre 350 Brand partecipanti, tra conferme e novità. Un carattere sempre più internazionale, che include marchi iconici e talenti emergenti, allargando i propri confini dall’Italia all’Europa, per arrivare al Giappone, alla Cina e agli Stati Uniti. Tornano a candidarsi alcuni tra i top brand italiani dell’arredo indoor e outdoor. Poltrona Frau, Paola Lenti, Magis, Arper, Ethimo, Tacchini e Desalto partecipano anche quest’anno, insieme a Ceadesign, Falper, Ceramica Cielo e Cristina, che concorrono nella categoria rubinetteria e bagno. Si candidano per la nuova edizione nomi importanti del made in Italy come Boffi, De Padova, Zanotta, Lema e Glas Italia. Insieme a questi, si candidano Ex.t, Wiener GTV Design, Kristalia e Moab80. Numerosi..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/10/2018 - Sapienza, pace, forza, temperanza, giustizia e concordia sono le virtù con cui Ambrogio Lorenzetti provava a spiegare già nel ‘300, attraverso le sue allegorie, le ricadute di un “buon governo” sulla città. Ed è proprio partendo dal maestro senese che Francesco Maggiore, presidente della Fondazione Dioguardi, dinanzi agli studenti del Convitto Cirillo di Bari, ha presentato le pubblicazioni che motivano la necessità di definire nuovi percorsi didattici per formare nuove figure atte a gestire la complessità urbana; due volumi che fanno da cerniera alla nascita delle City School: ‘Per una scienza nuova del governo della città’ (Donzelli editore, 2017) dell’illustre firma di Gianfranco Dioguardi; e ‘Il governo della città complessa’ (Guerini e Associati, 2018) a cura di Simonetta Armondi, docente del Politecnico di Milano e membro del comitato City School. Due libri..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/10/2018 – La Legge di Bilancio per il 2019 ripristinerà le risorse per la riqualificazione delle periferie.   Il Senato ha approvato la mozione della maggioranza sull’argomento durante una seduta movimentata dalle proteste dei sindaci che, dopo aver gridato “vergogna” sono stati espulsi dall’Aula.    Periferie, la mozione approvata Nella legge di bilancio per il 2019 ci saranno “specifiche misure volte a garantire, compatibilmente con una più efficace allocazione delle risorse a disposizione, soluzioni idonee alle istanze degli enti locali interessati, aggiudicatari degli interventi finanziati a valere sul fondo periferie”.   Il Governo si è inoltre impegnato a inserire nel disegno di legge di Bilancio 2019 “misure al fine di provvedere al rimborso delle spese per gli interventi, già sostenute dagli enti territoriali che hanno sottoscritto le convenzioni”.   Durante la..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/10/2018 – Per beneficiare del Sismabonus il professionista che effettua l’asseverazione relativa al miglioramento della classe di rischio deve allegarla alla segnalazione certificata di inizio attività (Scia) al momento della sua presentazione e non in tempi successivi.   A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate che risponde, nell’interpello 31/2018, ad un contribuente che chiedeva se fosse possibile la presentazione tardiva dell’asseverazione per la demolizione con ricostruzione di un edificio con gravi carenze sismiche.   Sismabonus: quando presentare l’asseverazione L’Agenzia ha ricordato che il MIT ha emanato delle specifiche linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni che definiscono le modalità di attestazioni da parte dei professionisti abilitati.   Le linee guida, infatti, stabiliscono che il progettista dell’intervento strutturale deve asseverare, secondo i contenuti..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/10/2018 – Proroga delle detrazioni fiscali collegate alle ristrutturazioni e rimodulazione dei requisiti di accesso agli incentivi.   Queste le anticipazioni che il Ministero dello Sviluppo economico (Mise) e l’Enea hanno fatto ai rappresentanti di Confartigianato in un incontro voluto dalle imprese per avere chiarimenti circa il futuro delle detrazioni.   Detrazioni fiscali per l’edilizia: proroga e nuovi requisiti I rappresentanti di Confartigianato (Presidente di Confartigianato Edilizia Arnaldo Redaelli, Presidente di Confartigianato Termoidraulici Dario Dalla Costa, Presidente di Confartigianato Bruciatoristi Giacomo De Nicolo Volpe, Presidente di Confartigianato Legno Arredo Giovanni Battista Sarnico e Samuele Broglio delegato alla normazione) hanno espresso al Mise e all’Enea le proprie preoccupazioni dovute all’incertezza sulla decisione di prorogare i bonus e renderli strutturali.   Secondo quanto riferisce Confartigianato,..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/10/2018 - Presto anche in Basilicata, per ottenere qualsiasi autorizzazione che abbia richiesto una prestazione professionale, sarà necessario dimostrare di aver pagato il professionista. L’obbligo varrà non solo per i committenti privati ma anche per le pubbliche amministrazioni.   Lo prevede la proposta di legge ‘Norme in materia di tutela delle prestazioni professionali e di contrasto all’evasione fiscale’ presentata dai componenti l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale (il presidente Vito Santarsiero, i vice presidenti Antonio e Michele Napoli, i consiglieri segretari Achille Spada e Gianni Rosa).   Il testo si propone di tutelare il lavoro svolto dai professionisti e di contrastare l’evasione fiscale e riguarda le prestazioni professionali rese sulla base di istanze presentate alla pubblica amministrazione per conto dei privati cittadini o delle imprese o rese su incarico affidato da una pubblica amministrazione,..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/10/2018 - Torino, Palermo, Bologna, Roma o Siena. Persino l’efficientissima Bolzano. Non importa quale sia la città in Italia presa in esame. Dal nord al sud. Da est a ovest. Dal centro alla periferia. La sfida con cui dovrà confrontarsi nei prossimi anni il mondo delle costruzioni sarà sempre più la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Sarà questo - non a caso - uno dei temi cardine della prossima edizione del Fidec, il Forum Italiano delle Costruzioni, che si svolgerà mercoledì 21 novembre al Palazzo del Ghiaccio di Milano. Un evento promosso dall’Associazione Nazionale Costruttori Edili e pensato per discutere dei problemi aperti con un format nuovo: dove al centro ci sono le storie e le esperienze e dove chiunque potrà cogliere la propria occasione per fare rete. In un dibattito che sarà collettivo. Per un momento di vero confronto di tutta la filiera. In Italia, sono oltre un milione..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/10/2018 – In arrivo nuove risorse per la realizzazione e il potenziamento delle metropolitane. È stato pubblicato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) l’Addendum all’avviso del 1° marzo 2018, che spiega agli Enti locali come richiedere i contributi per finanziare gli interventi sul trasporto rapido di massa e successivamente bandire le gare d'appalto per la realizzazione dei lavori.   Metropolitane, le risorse in campo Ricordiamo che la Legge di Bilancio 2017 (L.232/2016) ha istituito il Fondo Infrastrutture con una dortazione iniziale di 46 miliardi di euro. All'interno del Fondo, 1,4 miliardi di euro sono stati destinati e assegnati al trasporto rapido di massa. La Legge di Bilancio 2018 (L.205/2017) ha rifinanziato con 36 miliardi di euro il Fondo Infrastrutture, confermando i capitoli di spesa, quindi una nuova disponibilità di risorse per le metropolitane. In realtà il decreto..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/10/2018 – Da gennaio 2019 saranno accettate solo le istanze di Conto Termico inerenti caldaie o stufe a biomasse in possesso di certificazione ambientale.   A specificarlo il GSE che ricorda quanto previsto dal Nuovo Conto Termico (DM 16 febbraio 2016) e dal DM 186/2017.    Caldaie e stufe a biomassa: la procedura di certificazione Come indicato nel DM 186/2017 il produttore dovrà richiedere a un organismo notificato il rilascio della certificazione ambientale del generatore di calore; l'organismo notificato, dopo aver effettuato le prove previste, individua la pertinente classe di qualità e rilascia la relativa certificazione ambientale entro 9 mesi dalla ricezione della richiesta.   Il produttore che ha ottenuto la certificazione ambientale per un determinato prodotto lo dovrà indicare nel libretto di installazione, uso e manutenzione del generatore di calore insieme alla: classe di appartenenza; prestazioni emissive;..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/10/2018 – Revisione del Codice dei Beni Culturali, mappatura dei beni culturali abbandonati e non utilizzati, prevenzione dei rischi per i siti archeologici e realizzazione di un catalogo unico nazionale digitale del patrimonio culturale.   Queste le azioni, contenute nel NaDef 2018 e ribadite nel corso della seduta d’esame di martedì 9 ottobre sulla nota di aggiornamento, che il Governo intende intraprendere sul fronte dei beni culturali.   Codice dei beni culturali: in arrivo modifiche La relatrice Michela Montevecchi (M5S) nel corso dell’esame della nota in Commissione Istruzione al Senato, ha sottolineato che “in materia dei beni culturali il Governo intende assicurare un impegno concreto e crescente sui temi della tutela e della valorizzazione dei beni culturali, attraverso molteplici misure”.   Sul piano normativo la Montevecchi ha anticipato la presentazione di un disegno di legge di delega al Governo per il riordino..
Continua a leggere su Edilportale.com

11/10/2018 – La riforma del Catasto non ci sarà neanche quest’anno. È quanto emerge dalla relazione sulla Nota di aggiornamento al DEF che il Deputato del M5S, Raffaele Trano, ha esposto in Commissione Finanze alla Camera.   Riforma del Catasto, nulla di fatto Come affermato da Trano, “con riferimento alla revisione delle rendite catastali richiesta dalla Raccomandazione della Commissione UE, in questa fase il Governo non ritiene opportuno rivedere nuovamente l'imposizione sugli immobili, in quanto oggetto di numerosi cambiamenti legislativi negli ultimi anni”.   La riforma catastale, lo ricordiamo, è ferma da anni. Ogni anno, in sede di predisposizione del Documento di economia e finanza e del disegno di legge di Bilancio, la revisione delle rendite catastali viene inserita tra gli obiettivi, ma di fatto non è mai andata in porto.   Riforma del Catasto arenata da anni Ricordiamo che la Legge 23/2014 ha dato..
Continua a leggere su Edilportale.com

Sono settimane cruciali per le case automobilistiche e i loro clienti. Le prime stanno immettendo sul mercato i modelli aggiornati ai nuovi standard antinquinamento, obbligatori solo...

10/10/2018 - È stata inaugurata nei giorni scorsi a Massa Lombarda (RA), Gaia la prima casa stampata in 3D generata con la terra.   Gaia è un nuovo modello architettonico ecosostenibile, progettato da WASP e realizzato attraverso la nuova stampante 3d Crane WASP in collaborazione con RiceHouse che ha fornito i materiali naturali provenienti dal territorio circostante. Fin dalle sue origini, nel 2012, Wasp è stata costantemente impegnata nello sviluppo di strumenti per la fabbricazione additiva a scala architettonica e l’inaugurazione di Gaia rappresenta un importante traguardo, anche alla luce di tutte le ricerche condotte nei settori di stampa 3d, design e scienza dei materiali, ricerche che nel 2015 si sono concretizzate con la presentazione mondiale della Big Delta WASP 12 metri.   Gaia, com’è fatta la casa di terra stampata in 3D Gaia, denominata tale per l’utilizzo di terra cruda come principale legante della miscela..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/10/2018 – La mancanza della relazione geologica può causare l’esclusione dalla gara d’appalto solo se espressamente richiesta nel bando o se considerata necessaria per la tipologia dei lavori da svolgere. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato con la sentenza 5364/2018.   Relazione geologica, il caso Nel caso preso in esame, una Regione, colpito negli anni passati da eventi alluvionali, aveva bandito una gara d’appalto per la realizzazione di lavori concernenti una cassa di espansione sul torrente.   Per la natura e la tipologia delle opere da realizzare, previste nel progetto definitivo, la Regione aveva predisposto una serie di elaborati progettuali, tra cui mancava la relazione geologica perché riteneva sufficiente la relazione geotecnica. Dopo l’espletamento delle procedure di gara aveva affidato i lavori ad un’impresa.   Un’altra società partecipante aveva però contestato i risultati, sostenendo..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/10/2018 – Il silenzio-assenso, all'interno del procedimento di autorizzazione paesaggistica, non si applica nel caso in cui la Soprintendenza non si esprima sul rilascio dell'autorizzazione perché assente alla Conferenza di Servizi; non esiste, quindi, alcun principio di ‘assenza-assenso’.   A precisarlo il Ministero dei Beni Culturali (Mibac) nella Nota 23231/2018, redatta in risposta al quesito con cui il Comune del Lazio chiedeva se la mancata partecipazione del Ministero alle conferenze di servizi, qualificandosi quale "assenza­ assenso", potesse superare il parere negativo al rilascio dell'autorizzazione paesaggistica formulato dal Comune stesso in ragione della mancata conformità dell'intervento proposto con le prescrizioni contenute nel Piano paesaggistico.   Autorizzazione paesaggistica: le disposizioni sul silenzio-assenso Il Mibac ha precisato che l'istituto giuridico del silenzio-assenso..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/10/2018 - Riqualificazione antisismica e energetica del patrimonio edilizio, infrastrutture urbane, investimenti in edilizia scolastica e nelle periferie, adattamento ai cambiamenti climatici, contrasto dell’abusivismo edilizio.   Sono solo alcuni dei temi delle 30 proposte per la legge di bilancio 2019 che Legambiente ha presentato ieri alla Camera dei Deputati, 30 interventi realizzabili da subito e a parità di gettito per lo Stato, in grado di produrre un miliardo di investimenti in innovazione e riqualificazione urbana e territoriale.   “Al Governo del Cambiamento - spiega l’associazione - chiediamo di scommettere sull’ambiente perché è da qui che passa lo sviluppo”.  Le proposte si articolano su quattro ambiti di intervento: concessioni, cambiamenti climatici, fiscalità, rilancio degli investimenti utili. Ma è su quest’ultimo tema che Legambiente formula il maggior numero di proposte.   Legambiente:..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/10/2018 - È stata pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Calabria la nuova legge sismica che corregge e migliora la previgente LR 37/2015 ma, soprattutto, definisce i principi normativi fondanti nel campo della prevenzione sismica le cui modalità operative saranno esplicitate nel Regolamento in fase di elaborazione.   Il Regolamento - si legge nel comunicato della Regione - è stato preventivamente valutato sia dai tecnici di tutti i livelli, sia dagli uffici amministrativi preposti e, sulle diverse questioni di fondamentale importanza, vi è già un’ampia convergenza.   La legge - continua il comunicato - è un “risultato davvero importante, frutto della concertazione tra il Dipartimento regionale delle infrastrutture e lavoro pubblici, gli Ordini professionali degli ingegneri, architetti e geologi della Calabria e l’Ance Calabria”.   Durante il mese di ottobre saranno..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/10/2018 – Sono in arrivo circa 2 miliardi di euro per il trasporto rapido di massa e le ferrovie non interconnesse. Le risorse sono state ripartite con due decreti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti pubblicati in Gazzetta Ufficiale.   Metropolitane e ferrovie isolate, risorse bloccate e poi liberate Le risorse ripartite dai due decreti non sono nuove, ma provengono dalla Legge di Bilancio per il 2017 (Legge 232/2016), in particolare dal comma 140 che ha istituito il Fondo Investimenti.   Sia per le metropolitane, sia per le ferrovie regionali non interconnesse, la ripartizione e assegnazione delle risorse ai progetti è avvenuta all’inizio dell’anno.   L’iter si è bloccato per l’incostituzionalità del comma 140, che non ha previsto l’accordo con le Regioni prima dell’adozione dei decreti ministeriali di assegnazione dei fondi.   I nuovi decreti, adottati dopo il raggiungimento..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/10/2018 – Le amministrazioni pubbliche sono vincolate ai parametri contenuti nel DM 17/06/2016 e non sono libere di discostarsene discrezionalmente.     A spiegarlo il Consiglio Nazionale Ingegneri nella Circolare 293/2018 in cui illustra le implicazioni della Sentenza 331/2018 del TAR Abruzzo sul calcolo degli onorari dei professionisti tecnici.   Compensi professionali: il calcolo della giunta abruzzese Il CNI ricorda che la sentenza è giunta all’esito di un ricorso promosso dall’Ordine degli Ingegneri di Teramo e degli Architetti PPC di Teramo che chiedevano l’annullamento sia della deliberazione della Giunta Regionale con cui era stato approvato di limitare al 6% e 8% dell'importo dei lavori il corrispettivo delle spese tecniche e generali, sia del successivo bando di gara per l’affidamento dei servizi tecnici di ingegneria e architettura che applicava questa limitazione ai compensi professionali.   Nel bando,..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/10/2018 - Procedure più veloci per verificare se un edificio è vincolabile. Le ha chieste la Rete delle Professioni Tecniche (RPT) che, con una delegazione, ha incontrato il Direttore Generale della DGAAP e il Capo Segreteria Tecnica del Ministero dei beni e delle attività culturali.   Tra i temi affrontati c’è stato quello, appunto, dei beni vincolabili. La RPT ha chiesto al Ministero di lavorare per la realizzazione di procedure più veloci atte a verificare se un edificio è assoggettabile o meno a un vincolo.   Nel corso dell’incontro è, inoltre, emerso che il Ministero sta lavorando alla realizzazione di linee guida per gli interventi in aree vincolate.   In considerazione della carenza di figure tecniche nella pubblica amministrazione, più volte sottolineata dalla Rete, il Ministero ha confermato che procederà quanto prima all’assunzione di un numero notevole di professionisti..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/10/2018 – Per secoli hanno orientato la navigazione e sfidato le mareggiate più violente. I fari in alcuni casi mantengono la loro funzione di guida, in altri vengono riconvertiti a uso ricettivo. Ad ogni modo, il loro fascino rimane inalterato.   Vediamo alcuni tra i fari più suggestivi d’Italia.   Faro della Vittoria, Trieste Oltre ad orientare la navigazione notturna, il faro è un monumento alla memoria dei marinai caduti durante la prima guerra mondiale. La lanterna è sovrastata dalla statua bronzea della Vittoria alata realizzata dallo scultore Giovanni Mayer.  Foto: Turismo Friuli Venezia Giulia   Faro di Genova Chiamato “la lanterna”, è stato costruito nel Medioevo ed è fra i più antichi d’Italia. La leggenda narra che il progettista sia stato lanciato dal faro per evitare che potesse realizzare un’opera simile altrove.  Foto: genovagando   Faro..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/10/2018 – Per realizzare le infrastrutture strategiche italiane (ferrovie, strade, metropolitane, porti, interporti, aeroporti e altre opere di collegamento) servono complessivamente circa 317 miliardi di euro, di cui 166,3 miliardi solo per quelle prioritarie.   Questi alcuni dati contenuti nel Rapporto ‘Infrastrutture strategiche e prioritarie- Programmazione e realizzazione’, elaborato dal Servizio Studi della Camera in collaborazione con l'Autorità nazionale anticorruzione e l'istituto di ricerca Cresme, che fornisce un'analisi sullo stato della programmazione e della realizzazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie con dati aggiornati al 31 maggio 2018.   Infrastrutture strategiche: le analisi del Rapporto Come evidenzia il rapporto, sui 317,144 miliardi di euro necessari per la realizzazione delle opere strategiche, le risorse disponibili sono pari a 190 miliardi, di cui 130 per le opere prioritarie e..
Continua a leggere su Edilportale.com