Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura

Dimora di campagna

Ristrutturazione di una palazzina di caccia del Settecento immersa nel verde realizzata a cura di Studio Maggiore Architettura.

Un intervento di restauro conservativo è stato condotto nel rispetto della storia. 
È stato realizzato inizialmente  un consolidamento della struttura necessario vista la precaria stabilità dell’edificio; in seguito è stato definito un nuovo sistema edificio-impianto volto ad un risparmio energetico fino alla progettazione d’interior design: dalla distribuzione interna, alla scelta delle finiture, arredo e complementi.

Gli spazi interni sono stati progettati tenendo conto delle abitudini ed esigenze del committente, spazi comuni si alternano ad altri più intimi e riservati. Vari materiali dialogano fra loro creando un’atmosfera calda e accogliente: si incontrano materiali di recupero come pietra, cotto e legno con nuovi infissi in ferro.

Anche l’arredo mobile è stato selezionato spaziando da un’epoca all’altra: pezzi di antiquariato, icone del design e elementi progettati su misura.
Il progetto della luce

La luce, naturale e artificiale, arricchisce gli spazi interni con i suoi giochi di luci e ombre, variabili nel corso della giornata. Luce che modifica la percezione degli spazi, colori e materiali.
Vari tipi di corpi illuminanti sono stati studiati per avere effetti differenti: dalle luci più tecniche a quelle scenografiche per focalizzare l’attenzione su alcuni punti.