Flash News: Edilizia

23/09/2020 - Nei sistemi di riscaldamento/raffrescamento a pavimento il massetto può essere realizzato ad umido o a secco. Il “sistema radiante con massetto umido” è quello in cui il massetto viene realizzato al di sopra dei pannelli radianti. Al contrario, l’espressione “sistema radiante con massetto a secco” è riferita ad un sistema radiante a pavimento privo di massetto. Generalmente lo spessore del massetto, in un sistema radiante umido, è considerevole, ma in presenza di ridotti spessori si può ricorrere ad un massetto realizzato con l’autolivellante. Anche il massetto a secco è una valida alternativa quando gli spessori scarseggiano, ma la scelta di questa tipologia di sistema radiante non deve essere dettata soltanto dal basso spessore. Un sistema radiante con massetto a secco può essere realizzato nel caso di nuova costruzione o di una ristrutturazione che preveda o meno..
Continua a leggere su Edilportale.com

25/09/2020 – La presentazione della domanda di accertamento di conformità, utile per ottenere una sanatoria edilizia, non ferma l’ordine di demolizione precedentemente emesso dal Comune. Così il Tar Lazio con la sentenza 9393/2020.   Abusi edilizi e accertamento di conformità, il fatto Il Tar si è pronunciato sull’installazione di un capannone prefabbricato, poggiato su un basamento di conglomerato cementizio, effettuata senza alcun permesso.   Il Comune aveva ordinato la demolizione delle opere e il ripristino dello stato dei luoghi, ma il responsabile nel frattempo aveva presentato la domanda di accertamento di conformità per ottenere la sanatoria edilizia. Per questo aveva presentato ricorso contro l’ordine di demolizione che, a suo avviso, doveva bloccarsi. Abusi edilizi, la richiesta di sanatoria non blocca la demolizione I giudici hanno spiegato che, decorsi inutilmente 60 giorni dalla presentazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

23/09/2020 - Reingegnerizzare e rendere efficiente la Pubblica Amministrazione investendo sul capitale umano, soprattutto con l’assunzione di tecnici, e sulla digitalizzazione. Sono gli obiettivi proposti dalla Ministra per la Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, in audizione sul Recovery Fund.   Reclutamento, Dadone: la PA ha bisogno di tecnici La Ministra Dadone ha affermato che la Pubblica Amministrazione ha bisogno di un maxi-piano di assunzioni per far fronte alle uscite dovute al pensionamento con Quota 100. La Ministra ha spiegato che, come viene ripetuto da anni, la PA ha bisogno di ingegneri, geologi, architetti e non solo di giuristi.    Servono, inoltre, secondo Dadone, competenze tecniche per la gestione finanziaria dei fondi comunitari che vadano oltre le semplici competenze amministrative.   Uno degli obiettivi per investire sulle competenze e sul capitale umano della PA, è la cooperazione con le Università per orientare..
Continua a leggere su Edilportale.com

23/09/2020 – Per lo spostamento dei tramezzi interni ad un immobile, è sufficiente la CILA. Lo ha ribadito il Tar Salerno, che con la sentenza 905/2020 ha rispolverato la normativa sui permessi e le comunicazioni necessarie alla realizzazione degli interventi edilizi.   Se però, lo spostamento del tramezzo è avvenuto senza aver prima presentato la CILA, non è stato commesso un grave abuso e il Comune non può imporre la demolizione delle opere realizzate.   Distribuzione degli ambienti, il caso Il contenzioso, sorto tra il proprietario di un immobile e il Comune, riguarda una serie di interventi, nell’ambito dei quali è stata anche modificata la distribuzione degli ambienti interni.   Il proprietario aveva realizzato un ampliamento volumetrico del piano terra, modificato la distribuzione degli ambienti, sempre al piano terra, e installato una scala interna di collegamento tra il piano terra e il primo piano.   Il..
Continua a leggere su Edilportale.com

23/09/2020 - I due decreti ministeriali, Asseverazioni e Requisiti Tecnici, necessari per fruire del superbonus 110%, hanno superato il controllo della Corte dei conti e sono stati registrati correttamente; entrambi i decreti saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni.   Lo ha annunciato su Facebook Alessio Villarosa, Sottosegretario di Stato per l’economia e le finanze.   Il decreto Asseverazioni Per fruire del superbonus 110%, il contribuente deve acquisire l’asseverazione di un tecnico abilitato, che attesti la rispondenza dell’intervento ai requisiti tecnici richiesti e la corrispondente congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.   Possono rilasciare l’asseverazione i tecnici abilitati alla progettazione di edifici e impianti e iscritti nei relativi ordini e collegi professionali. Il contenuto dell’asseverazione e le modalità della sua trasmissione agli organi competenti..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/09/2020 – Un’offerta con prezzo pari a 0 non può essere esclusa automaticamente. Prima di decidere, l’Amministrazione aggiudicatrice deve chiedere spiegazioni al concorrente. È questa la conclusione cui è giunta la Corte di Giustizia dell’Unione Europea con la sentenza C-367/19 del 10 settembre 2020.   Appalti e offerte troppo basse, il caso La Corte di Giustizia UE si è pronunciata su un caso sorto durante una gara per l’affidamento di un servizio di accesso alla rete informatica.   L’Amministrazione aggiudicatrice aveva stimato in circa 40mila euro il valore dell’appalto ed escluso l’offerta presentata da uno dei concorrenti, che riportava un prezzo finale pari a 0. Il concorrente escluso aveva però presentato ricorso contro la sua esclusione, generando un contenzioso su cui i giudici interni hanno interpellato la Corte Ue per verificare la compatibilità con la normativa sui..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/09/2020 – L’impresa che acquista un fabbricato, per ristrutturarlo con criteri antisismici e di efficienza energetica, può pagare le imposte di registro, ipotecaria e catastale agevolate anche se l’acquisto del fabbricato avviene con più atti successivi.   L’Agenzia delle Entrate, con la risposta 384/2020, ha spiegato che se negli atti di acquisto non è stata indicata l’intenzione di usufruire dell’agevolazione, si possono stipulare degli atti integrativi dopo il rogito e chiedere il rimborso delle maggiori somme versate.   Ricostruzione antisismica e in classe A o B, le agevolazioni Il Decreto Crescita (DL 34/2019 convertito nella Legge 58/2019) ha previsto, fino al 31 dicembre 2021, delle agevolazioni per i trasferimenti di interi fabbricati, a favore di imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare che, entro i successivi dieci anni, provvedano alla demolizione e ricostruzione degli stessi, anche..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/09/2020 – Slitta al prossimo 30 ottobre il termine per la presentazione delle domande al Bando Sport e Periferie 2020 che mira alla riqualificazione degli impianti sportivi con una dotazione di 140 milioni di euro.   Il Dipartimento per lo Sport, infatti, con Determina del 18 settembre 2020, ha prorogato di un mese la scadenza del Bando, accogliendo la richiesta di ANCI.   Bando Sport e Periferie: nuova scadenza il 30 ottobre L’ANCI aveva chiesto la proroga dei termini per aiutare “tutti i Sindaci e le Amministrazioni che in questi mesi di emergenza hanno lavorato senza sosta per la ripartenza e nei confronti del settore come lo sport”.   Con la proroga, il nuovo termine per la presentazione delle domande è fissato alle ore 10.00 del 30 ottobre 2020 (in precedenza era al 30 settembre). La domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata attraverso il sito https://bando2020.sporteperiferie.it/,   In questo..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/09/2020 – Il preliminare di vendita che non riporta il prezzo d’acquisto dell’immobile è nullo. Lo ha spiegato la Cassazione che, con la sentenza 17932/2020, è giunta ad un’altra importante conclusione: non sempre l’acquirente ha diritto alla restituzione delle somme versate a titolo di acconto.   Preliminare senza prezzo, il caso I giudici si sono pronunciati sul contenzioso sorto tra l’acquirente di un immobile da costruire e l’impresa. Dopo aver stipulato il preliminare di vendita, l’acquirente aveva versato 20mila euro a titolo di acconto.   Successivamente, gli acquirenti si erano rivolti al Tribunale ordinario chiedendo di dichiarare la nullità del contratto perché la società non aveva prestato la dovuta fideiussione ai sensi dell’articolo 2 del D.lgs. 122/2005 o di pronunciare la risoluzione per inadempimento, con diritto alla restituzione delle somme corrisposte.   Dal..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/09/2020 - La famosa citazione less is more, associata all’architetto Mies van der Rohe, è spesso utilizzata da architetti e designer per esprimere quella propensione al minimalismo e all’essenzialità della forma che sta prendendo sempre più piede nell’interior design. Magazine di settore mostrano bellissimi interventi di ristrutturazione realizzati con effetto scatola, detto anche mimetico o nude. Tra i componenti di arredo che più contribuiscono a creare questo effetto ci sono le portefilo muro, chiamate anche a rasomuro. Le porte filomuro sono caratterizzate dalla completa assenza di telaio fisso e del coprifilo e complanarità alla parete. L’anta rimane l’unica parte a vista. Possono essere installate in pareti in muratura o cartongesso, vengono realizzate a battente o scorrevoli (interno ed esterno muro), con dimensioni di passaggio standard, 210x80 cm, oppure a tutt’altezza. L’anta di una porta..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/09/2020 – Il Decreto Semplificazioni ha già avuto un impatto negativo sul mercato delle gare di progettazione. La denuncia arriva da Gabriele Scicolone, presidente dell’Associazione delle organizzazioni di ingegneria, di architettura e di consulenza tecnico-economica aderenti a Confindustria (Oice).   DL Semplificazione, rischi per la centralità del progetto Secondo Scicolone, “la media giornaliera dei bandi di progettazione è passata dai 13 del periodo gennaio/giugno, ai 7 di agosto e ai 6 della prima metà di settembre. Ci auguriamo che ciò sia dovuto all’effetto di una pausa determinata dall'attesa del testo finale del decreto e del combinato disposto di ferie e smart working dei tecnici della pubblica amministrazione ma siamo molto preoccupati”.   "Probabilmente - spiega Scicolone in una nota - soltanto a ottobre avremo un quadro chiaro degli effetti determinati dalla Legge 120/2020 sulla domanda..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/09/2020 – Le spese per la consulenza in materia di prevenzione e salute sui luoghi di lavoro, per la progettazione degli ambienti, per l’addestramento e la stesura di protocolli di sicurezza non può usufruire del credito d’imposta per l'adeguamento degli ambienti di lavoro.   A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 363/2020 fornita ad una società che riteneva che tali spese rientrassero nell’ambito di quelle riconosciute come effettuate per sanificare e rendere idonei gli ambienti di lavoro a fronteggiare l’emergenza Covis-19.   Sicurezza sul lavoro, perché il bonus anti-covid non si applica alla progettazione Le Entrate hanno ricordato che i criteri, le modalità applicative e i tipi di intervento agevolabili sono stati definiti chiaramente nel Provvedimento 10 luglio 2020 e nella Circolare 20/2020.    L’elenco degli interventi agevolabili contenuto..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/09/2020 – Si può ottenere il bonus mobili quando si acquista un immobile dall’impresa che lo ha ristrutturato, ma solo a determinate condizioni. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad una lettera inviata da un contribuente a Fisco Oggi.   Bonus mobili per immobili ristrutturati dalle imprese Nella sua risposta, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che tra gli interventi edilizi che consentono di usufruire del bonus mobili, rientrano quelli di restauro e di risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che provvedano, entro 18 mesi dal termine dei lavori, alla successiva vendita o assegnazione dell’immobile. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI   La possibilità di usufruire del bonus mobili non solo nell’ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/09/2020 – Dalle ore 12.00 di oggi, i Comuni possono richiedere i contributi per la demolizione delle opere abusive.   Fondo opere abusive, come fare domanda La domanda deve essere presentata, dalle ore 12 del 21 settembre alle ore 12.00 del 21 ottobre, attraverso la pagina http://fondodemolizioni.mit.gov.it/login. Nella pagina, il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti (Mit) ha messo a disposizione anche indicazioni pratiche per la compilazione delle domande.   Fondo opere abusive, i criteri per l’assegnazione del contributo Nella pagina del Mit con le spiegazioni sull’accesso al Fondo, è indicato che per la formazione della graduatoria finale saranno utilizzati una serie di criteri: “innanzitutto che ci sia una demolizione per Regione, il criterio successivo è la volumetria, infine, a parità di volumetria, la data di consegna della PEC”.   Il Mit, in una nota specifica infatti che “l'ordine..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/09/2020 - Ricordate le Case Cantoniere? L’Anas torna ad occuparsene avviando una nuova iniziativa per valorizzarle.   Ha preso il via, infatti, un’indagine di mercato finalizzata a promuovere richieste di concessione a titolo oneroso. Il progetto - spiega l’Anas - ha anche l’obiettivo di incentivare lo sviluppo dei microsistemi economici esistenti, mediante proposte di valorizzazione, riqualificazione e riuso di 24 Case Cantoniere, anche utilizzando la progettazione di massima e definitiva redatta da Anas.   Si tratta delle stesse Case Cantoniere (meno 6) che nel 2016 l’Anas intendeva assegnare in concessione affinchè venissero trasformate in alberghi, ristoranti, bar e infopoint turistici. Nel novembre 2018 solo per 2 su 30 era stato stipulato il contratto di concessione, come spiegò l’allora Ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli in Senato.   Oltre alle suddette 24 - aggiunge l’Anas -, per tutte..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/09/2020 - Negli edifici plurifamiliari come i condomìni i rumori provocati dal calpestio o dall’urto (caduta di oggetti e spostamento di mobili) causano la maggior parte dei problemi tra i vari condòmini. Il rumore da calpestio e da urto si propagano per via solida attraverso le strutture verticali e orizzontali dell’edificio. Per minimizzare la trasmissione del rumore  tra due ambienti si deve agire con interventi di fonoisolamento, che hanno l’obiettivo di interrompere la continuità delle strutture connesse solidamente tra loro, come l’interposizione di uno strato isolante e separatore: il materassino anticalpestio. Materassino anticalpestio, quali caratteristiche possiede? La rigidità dinamica è la risposta elastica del materiale quando è sottoposto a compressione ossia la capacità del materiale di smorzare le vibrazioni che si creano quando il pavimento è sollecitato dal calpestio, dalla..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/09/2020 - Il Consiglio Regionale della Calabria ha approvato le nuove procedure per la denuncia, il deposito e l’autorizzazione di interventi di carattere strutturale e per la pianificazione territoriale in prospettiva sismica.   Ne dà notizia l’assessore alle Infrastrutture, Pianificazione, sviluppo territoriale, Pari opportunità, Domenica Catalfamo.   Il testo di legge arriva al termine di un complesso iter che ha visto la partecipazione attiva di tutti gli Ordini professionali interessati e della competente Commissione Regionale e recepisce il DL Sblocca Cantieri (DL 32/2019 convertito con la Legge 55/2019) che ha aggiunto al Testo Unico Edilizia (DPR 380/2001) l’art. 94-bis che classifica gli interventi strutturali in zone sismiche in base alla rilevanza nei riguardi della pubblica incolumità.   Calabria, approvata la legge per l’autorizzazione sismica La legge calabrese consentirà una notevole semplificazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/09/2020 – La richiesta di sanatoria edilizia può bloccare l’ordine di demolizione di un abuso edilizio. Lo ha spiegato il Tar Lazio, che con la sentenza 9122/2020 ha comunque specificato che si tratta di una sospensione provvisoria, utile a dare al Comune il tempo di valutare l’istanza di sanatoria e “salvare” l’opera o confermarne la demolizione.   Abusi edilizi, il caso Il caso preso in esame è sorto dopo la compravendita di un terreno a uso agricolo, su cui il precedente proprietario aveva realizzato due unità immobiliari, con annessa veranda, per sopperire ad esigenze abitative indifferibili.   Le unità immobiliari si trovavano in un nucleo di “edilizia spontanea”, realizzato a partire dagli anni Settanta, che aveva dato luogo ad un insediamento abusivo.   L’acquirente nel 2004 aveva presentato domanda di condono edilizio ai sensi della Legge 326/2003. Il Comune, però,..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/09/2020 – Il Decreto Semplificazioni è legge, ma per spiegare i suoi effetti, molte norme, pensate per la velocizzazione dei lavori e l’apertura di nuovi cantieri, devono essere completate con l’adozione di decreti attuativi.   Per l’adozione di questi decreti sono definite tempistiche diverse. Si va da 30 giorni dall’approvazione della legge Semplificazioni, quindi metà ottobre, fino alla fine del 2020. Le indicazioni costituiscono la deadline entro la quale varare le regole attuative, ma non si può escludere che il Governo sia più veloce.   In tutto, i decreti attuativi su cui l’Esecutivo deve mettersi immediatamente al lavoro, sono 66. Di questi, alcuni riguardano da vicino il settore degli appalti e delle costruzioni.   Fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche La Legge Semplificazioni (L.120/2020) ha introdotto il Fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche di importo pari o superiore..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/09/2020 - Il ‘Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare’ prende forma: la ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, di concerto con i Ministri Roberto Gualtieri (Mef) e Dario Franceschini (Mibact), ha firmato il decreto che dispone l’erogazione dei finanziamenti e fissa le procedure per la presentazione delle proposte.   Il Programma prevede l’investimento di 853,81 milioni di euro fino al 2033 per promuovere processi di rigenerazione di ambiti urbani specificamente individuati al fine di concorrere alla riduzione del disagio abitativo e insediativo, con particolare riferimento alle periferie, e all‘incremento della qualità dell’abitare e di parti di città, all’incremento dell’edilizia residenziale pubblica.   Qualità dell’abitare: cosa prevede il Piano nazionale La selezione delle proposte sarà guidata da cinque linee d’azione: 1...
Continua a leggere su Edilportale.com

18/09/2020 – La sostituzione di un impianto di riscaldamento esistente con uno a condensazione almeno in classe A permette il salto di 2 classi energetiche necessario alla fruizione del Superbonus 110%?   La risposta a questa domanda è arrivata ieri nel corso del quinto webinar sul Superbonus 110%, organizzato da Edilportale con la collaborazione di Samsung Climate Solutions, brand di Samsung, che ha permesso di comprendere meglio il funzionamento delle caldaie a condensazione e le procedure necessarie per realizzare l’intervento con la nuova agevolazione.     Rivedi il video dell'evento    Superbonus 110%: come ottenerlo per caldaia a condensazione Sia Domenico Prisinzano, Ingegnere Dipartimento Unità Efficienza Energetica di ENEA, sia Roberto Nidasio, Project Leader del CTI, hanno evidenziato che il passaggio a due classi energetiche superiori dipende da tre fattori: 1) situazione di partenza, 2) interventi..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/09/2020 – Il vetro può essere utilizzato come materiale strutturale; con esso, infatti, è possibile realizzare facciate in grado di assicurare elevati standard e un grande apporto di luce naturale.   Grazie al vetro è possibile realizzare facciate continue dal grande impatto visivo ed estetico. Una facciata strutturale in vetro, se progettata e dimensionata con cura, consente di sfruttare al massimo i benefici della luce e migliorare il comfort dell’intero edificio.   Facciate strutturali vetrate Nelle facciate vetrate continue la superficie in vetro viene connessa alla struttura portante; questa soluzione presenta un'elevata complessità funzionale perché deve assolvere i compiti che tradizionalmente sono svolti dalla parete perimetrale e dagli infissi esterni.   Un esempio è offerto da Schüco FW 50+ SG che permette di creare facciate dall’effetto uniforme grazie all’utilizzo di profili..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/09/2020 – La pandemia da Covid-19 ha costretto molte città a sperimentare adattamenti e misure di emergenza per consentire distanziamento e sopravvivenza della vita urbana. È necessario, però, modificare alla base il modello di sviluppo, puntando ad una nuova forma di pianificazione non dirigista e integrata con il digitale.   Queste alcune delle considerazioni del professor Alessandro Balducci del Politecnico di Milano intervenuto al 28mo Forum “Après le déluge” organizzato da Scenari Immobiliari e tenutosi l’11 e il 12 settembre a Santa Margherita Ligure.     Coronavirus: il ruolo delle città durante la pandemia Secondo Balducci “le città sono state in prima linea nel far fronte alla crisi, come soggetti più vicini al cittadino, che hanno dovuto rispondere ai bisogni della popolazione, far rispettare le drammatiche chiusure imposte dal lockdown, promuovere la riapertura..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/09/2020 – L’acquisto di un ascensore da destinare al luogo di lavoro per permettere il corretto distanziamento imposto dall’emergenza sanitaria fruisce del credito d’imposta per l'adeguamento degli ambienti di lavoro?   La Risposta 361/2020 fornita dall’Agenzia delle Entrate chiarisce questo punto ad una società che voleva far concorrere al beneficio le spese relative all’ulteriore ascensore necessario per adeguare il servizio alle aspettative e alle esigenze della clientela.   Per l’istante è possibile rientrare fra i beneficiari del bonus, considerando che le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del Covid-19, disciplinate dal DPCM del 17 maggio 2020, prescrivono che “l’utilizzo degli ascensori dev'essere tale da consentire il rispetto della distanza interpersonale, pur con la mascherina, prevedendo eventuali deroghe in caso di componenti dello stesso nucleofamiliare/gruppo..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/09/2020 - Il professionista che, per esercitare la propria attività, prende in subaffitto una stanza da adibire a studio all’interno di un immobile, può usufruire del credito di imposta del 60% sui canoni di locazione.   Con la risposta 356/2020, l’Agenzia delle Entrate ha spiegato che l’agevolazione, introdotta dal Decreto Rilancio per contenere gli effetti della crisi causata dall’emergenza Coronavirus, si applica anche ai contratti di sublocazione.   Credito di imposta 60% per gli affitti Ricordiamo che il Decreto Rilancio (Legge 77/2020) ha introdotto un credito di imposta del 60% sui canoni di locazione degli immobili non abitativi, utilizzati per l’esercizio della professione o dell’attività di impresa. Vi accedono i professionisti con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel periodo d'imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del decreto Rilancio,..
Continua a leggere su Edilportale.com