Flash News: Edilizia

09/01/2020 – Lo sconto immediato in fattura può essere recuperato come credito da utilizzare in compensazione anche con i tributi dovuti a titolo di accise sul consumo di energia elettrica e gas naturale.   Questa, in sintesi, la spiegazione data dall’Agenzia delle Entrate con la risposta 1/2020 all’interpello presentato da un contribuente.   Sconto in fattura e accise, il caso Una società che si occupa della vendita di energia elettrica e gas naturale, che ha tra i propri clienti imprese che eseguono interventi di riqualificazione energetica degli edifici, ha chiesto all’Agenzia delle Entrate chiarimenti sulle modalità di utilizzo del credito di imposta acquisito dal proprio cliente.   L’impresa avrebbe realizzato un intervento di efficientamento energetico di un edificio, praticando lo sconto immediato in fattura da recuperare come credito di imposta in cinque anni. L’impresa, a sua volta, intendeva cedere..
Continua a leggere su Edilportale.com

09/01/2020 - A pochi giorni dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2020, è stato pubblicato il primo decreto attuativo. La norma mette in moto il meccanismo della progettazione negli enti locali, supportata con 2,8 miliardi di euro fino al 2034 per far fronte alla carenza di risorse economiche e personale adeguato. Fattore che spesso blocca la realizzazione delle opere.    Progettazione: 2,8 miliardi di euro agli Enti locali Ricordiamo che la Legge di Bilancio 2020 ha stanziato 85 milioni di euro per l’anno 2020, 128 milioni di euro nell’anno 2021, 170 milioni di euro per l’anno 2022 e 200 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2023 al 2034.    Le risorse copriranno i costi della progettazione definitiva ed esecutiva relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico, messa in sicurezza ed efficientamento energetico di scuole ed edifici pubblici, messa in sicurezza di..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/01/2020 – Negli ultimi 9 anni sugli immobili italiani sono stati effettuati 27,1 milioni di interventi per il recupero del patrimonio edilizio e 3,2 milioni di lavori di riqualificazione energetica; tra il 2015-2016 sono stati realizzati 195 mila interventi antisismici.   Questi alcuni dati contenuti nella settima edizione di Gli Immobili in Italia, la pubblicazione biennale realizzata dall’Agenzia delle Entrate e dal Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia in collaborazione con il partner tecnologico Sogei, che fotografa il patrimonio immobiliare italiano che vale complessivamente più di 6.000 miliardi di euro.   Il Report analizza i dati relativi al 2016 attraverso l’elaborazione di diverse fonti informative, tra cui il Catasto Edilizio Urbano e le quotazioni dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare, le dichiarazioni dei redditi, le banche dati dei versamenti delle Imposte sugli Immobili (IMU, TASI) e i dati..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/01/2020 - L’Agenzia del Demanio ha da poco lanciato tre bandi di gara per la nuova sede dell’Agenzia delle Entrate a Bologna, il nuovo Polo della Polizia di Stato nella Caserma Boscariello a Napoli e il recupero dell’ex caserma Pilo a Genova.   Concorso di progettazione Agenzia Entrate a Bologna È rivolto a ingegneri e architetti il concorso di progettazione in due gradi per la nuova sede dell’Agenzia delle Entrate a Bologna. Si richiede la redazione del progetto di fattibilità tecnico-economica e l’individuazione dei progettisti che eseguiranno tutti i gradi progettuali e i servizi tecnici, necessari per la realizzazione dell’archivio interregionale dell’Agenzia delle Entrate e la nuova sede della direzione provinciale Bologna 2, completo della sistemazione esterna dell’area con la realizzazione di verde attrezzato, parcheggi pubblici e pertinenziali presso la porzione della ex caserma Perotti in via Carlo Marx..
Continua a leggere su Edilportale.com

08/01/2020 - La Legge di Bilancio 2020 ha fortemente ridimensionato lo sconto in fattura, limitandolo ai soli lavori di efficientamento energetico di importo superiore a 200mila euro sulle parti comuni dei condomìni.   Lo ricordano il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) e Fondazione Inarcassa, sottolineando che, in sostanza, dallo sconto in fattura sono esclusi gli interventi per la messa in sicurezza sismica, cioè quelli che godono del sismabonus.   A tal proposito, CNI e Fondazione Inarcassa esprimono la più viva preoccupazione per una decisione che, come già sottolineato di recente, rischia di bloccare definitivamente la più importante operazione di messa in sicurezza del nostro patrimonio abitativo, incentrata sul sismabonus.   Il sismabonus - spiegano i progettisti - “è uno strumento fondamentale per prevenire e mitigare gli effetti devastanti del terremoto ed è inammissibile che lo sconto in fattura..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/01/2020 - È stata prorogata al 22 gennaio 2020 la scadenza per partecipare al concorso ‘Buone pratiche in edilizia’ indetto da INAIL.   Il concorso nazionale “Archivio delle buone pratiche per la salute e sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili”, alla sua prima edizione, mira a creare e diffondere un archivio di buone pratiche di facile consultazione e semplice applicazione. Con l’iniziativa, l’INAIL intende sensibilizzare i partecipanti sul tema della prevenzione, per migliorare la sicurezza nei cantieri edili temporanei o mobili, riducendo il rischio di infortuni e malattie professionali. Alle buone pratiche, infatti, è attribuito ormai un ruolo strategico per la promozione della salute e della sicurezza nel settore edile.   Buone pratiche in edilizia, chi può partecipare Possono partecipare le imprese del settore edilizio che operano, anche indirettamente, nei cantieri temporanei o mobili, i..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/01/2020 – Un anno in più per il Piano Casa della Campania. Lo ha disposto la legge finanziaria regionale (LR 27/2019), che ha prorogato fino al 31 dicembre 2020 le norme per il rilancio del settore edile.   Piano Casa Campania fino al 31 dicembre 2020 Fino al 31 dicembre 2020 si potranno presentare le domande per la realizzazione di interventi che prevedono l’ampliamento fino al 20% degli edifici residenziali e il cambio di destinazione d’uso di quelli a destinazione produttiva, che possono quindi sfruttare la volumetria interna.   Continuano inoltre ad essere incentivati gli interventi di demolizione e ricostruzione, che possono ottenere un premio volumetrico fino al 35%, e quelli di riqualificazione con contestuale delocalizzazione degli edifici situati nelle aree a rischio sismico, idrogeologico e vulcanico. Anche in quest’ultimo caso, il bonus di cubatura può arrivare al 35%. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL PIANO CASA DELLA..
Continua a leggere su Edilportale.com

Tre famiglie su quattro vivono in una casa di proprietà: il patrimonio immobiliare italiano nel report del dipartimento Finanze e delle Entrate

30/12/2019 – Dal 1° gennaio 2020, per effetto del Decreto Fiscale, entra in vigore il nuovo meccanismo per il controllo sul versamento delle ritenute fiscali negli appalti e nei subappalti di importo superiore a 200mila euro.   Con la risoluzione 108/E/2019, l’Agenzia delle Entrate, rispondendo ad una serie di dubbi degli operatori, ha chiarito che i controlli riguarderanno anche i contratti stipulati prima dell’avvento del Decreto Fiscale.   Ritenute negli appalti e subappalti, i chiarimenti del Fisco L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che le disposizioni del Decreto Fiscale si applicano a decorrere dal 1° gennaio 2020. Questo significa che il nuovo meccanismo di controllo è operativo per le ritenute operate a decorrere dal mese di gennaio 2020, quindi relativamente ai versamenti eseguiti nel mese di febbraio 2020, anche per i contratti di appalto, affidamento o subappalto stipulati prima del 1° gennaio 2020.   L’Agenzia..
Continua a leggere su Edilportale.com

Tutte le risposte ai propri dubbi si trovano nel Piano di governo del territorio del proprio Comune

27/12/2019 - Un anno in più per lo Sport Bonus. Lo prevede la Legge di Bilancio 2020, che proroga gli incentivi fino al 31 dicembre 2020.   Sport Bonus fino al 31 dicembre 2020 Anche per il 2020 è previsto un credito d’imposta in misura pari al 65% delle erogazioni effettuate, riconosciuto alle persone fisiche e agli enti non commerciali nel limite del 20% del reddito imponibile e ai titolari di reddito d’impresa nel limite del 10 per mille dei ricavi annui.   Il credito d’imposta sarà riconosciuto per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso del 2020 per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche. Per il 2020 il limite complessivo di spesa previsto per lo sport bonus è pari a 13,2 milioni di euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo.  
Continua a leggere su Edilportale.com

27/12/2019 - Edilizia sociale senza consumo di suolo e rigenerazione urbana secondo i princìpi ispiratori della Smart City. Con una dotazione di di 853,8 milioni di euro, la Legge di Bilancio per il 2020 dà il via al "Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare".   Qualità dell'abitare: 853,8 milioni di euro fino al 2033 Per l'attuazione del programma, la legge stanzia 12,18 milioni di euro per l’anno 2020, 27,25 milioni di euro per l’anno 2021, 74,07 milioni di euro per l’anno 2022, 93,87 milioni di euro per l’anno 2023, 94,42 milioni di euro per l’anno 2024, 95,04 milioni di euro per l’anno 2025, 93,29 milioni di euro per l’anno 2026, 47,15 milioni di euro per l’anno 2027, 48,36 milioni di euro per l’anno 2028, 53,04 milioni di euro per l’anno 2029, 54,60 milioni di euro per l’anno 2030, 54,64 milioni di euro per gli anni 2031 e 2032..
Continua a leggere su Edilportale.com

27/12/2019 - In arrivo dal 2020 4,24 miliardi di euro per l'avvio di programmi di investimento orientati alla sostenibilità ambientale e alla prevenzione dei rischi. La Legge di Bilancio istituisce presso il Ministero dell’economia e delle finanze (Mef), un Fondo con una dotazione di 470 milioni di euro per l'anno 2020, 930 milioni di euro per l'anno 2021 e 1.420 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.   Sul totale, una quota non inferiore a 450 milioni di euro (150 milioni per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022) sarà destinata ad interventi per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.   Green New Deal, i progetti per la sostenibilità Il Fondo, alimentato con i proventi della messa in vendita delle quote di emissione di C02, finanzierà dal 2020 progetti che abbiano come obiettivo la decarbonizzazione dell’economia, l’economia circolare, la rigenerazione urbana,..
Continua a leggere su Edilportale.com

27/12/2019 - Efficienza energetica, rigenerazione urbana, sicurezza di scuole, strade e territorio, sostegno alla progettazione e asili nido. Su questi capitoli di spesa la Legge di Bilancio per il 2020 convoglia risorse a favore dei Comuni, Province, Città Metropolitane e Regioni.   Messa in sicurezza edifici e territorio: 8,75 miliardi di euro Saranno assegnati ai Comuni contributi per investimenti relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Tra questi sono incluse anche le opere per l’efficientamento energetico degli edifici. Lo stanziamento per la realizzazione di questi obiettivi ammonta a 8,75 miliardi di euro: 350 milioni di euro per l’anno 2021, di 450 milioni di euro per l’anno 2022, di 550 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2023 al 2025, di 700 milioni di euro per l’anno 2026, di 750 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2027 al 2031, di 800 milioni di euro annui per ciascuno..
Continua a leggere su Edilportale.com

27/12/2019 - Nel 2020 i professionisti dovranno affrontare dei paletti aggiuntivi per l’accesso al regime forfetario. È il risultato della legge di Bilancio per il 2020, che ha introdotto altri requisiti per usufruire delle agevolazioni in caso di redditi non elevati.   Partite Iva, regime forfetario al 15% I professionisti con redditi fino a 65mila euro potranno usufruire del regime forfetario, che prevede una tassazione al 15%.  L'Agenzia delle Entrate ha chiarito che per accedere al regime forfettario è necessario non superare i 65 mila euro di ricavi nell’anno precedente. Di conseguenza chi vuole passare al forfettario nel 2020 deve tener presente i ricavi del 2019. Per l'apertura delle nuove Partite Iva si potrà utilizzare il reddito presunto. Questo significa che chi inizia un’attività può avvalersi di questo regime comunicando, nella dichiarazione di inizio di attività,..
Continua a leggere su Edilportale.com

27/12/2019 - Confermati per un altro anno l’ecobonus, il bonus ristrutturazioni e il bonus mobili. Lo prevede la legge di Bilancio per il 2020, che rinnova il panorama normativo delle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione edilizia ed energetica degli edifici. La legge ridimensiona il meccanismo dello sconto in fattura e finanzia il monitoraggio degli immobili per garantirne la sicurezza statica. Nessuna novità, invece, per il sismabonus e per l’ecobonus in condominio. Per queste agevolazioni la scadenza naturale è il 31 dicembre 2021.    Ecobonus fino al 31 dicembre 2020 La detrazione fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici sarà prorogata per tutto il 2020. Saranno incentivati con un bonus del 65% gli interventi di riqualificazione energetica globale, i lavori sull’involucro, l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, la sostituzione degli impianti..
Continua a leggere su Edilportale.com

27/12/2019 - Tra pochi giorni sarà operativo il bonus facciate, la nuova detrazione introdotta dalla Legge di Bilancio 2020. L’agevolazione durerà un anno e si affiancherà, o in qualche caso sovrapporrà, alle altre detrazioni per la riqualificazione del patrimonio edilizio.   Bonus Facciate 90% nelle zone A e B Le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020, per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate) avranno diritto ad una detrazione dall'imposta lorda pari al 90%. Non è previsto un limite di spesa. Saranno ammessi al bonus facciate gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi. Tra questi anche quelli di sola pulitura e tinteggiatura esterna.    La detrazione sarà ripartita..
Continua a leggere su Edilportale.com

27/12/2019 - Un anno in più per lo Sport Bonus. Lo prevede la Legge di Bilancio 2020, che proroga gli incentivi fino al 31 dicembre 2020.   Sport Bonus fino al 31 dicembre 2020 Anche per il 2020 è previsto un credito d’imposta in misura pari al 65% delle erogazioni effettuate, riconosciuto alle persone fisiche e agli enti non commerciali nel limite del 20% del reddito imponibile e ai titolari di reddito d’impresa nel limite del 10 per mille dei ricavi annui.   Il credito d’imposta sarà riconosciuto per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso del 2020 per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche. Per il 2020 il limite complessivo di spesa previsto per lo sport bonus è pari a 13,2 milioni di euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo.  
Continua a leggere su Edilportale.com

20/12/2019 – Le imprese creditrici potranno richiedere le risorse previste dal fondo salva opere per il 2019 entro il 24 gennaio 2020.   Il Ministero delle Infrastrutture (MIT), infatti, ha pubblicato un decreto che corregge la data per l'invio delle richieste da parte delle imprese, inizialmente prevista il 10 dicembre 2019 (termine scaduto già dalla pubblicazione in Gazzetta del DM 144/2019).   Fondo salva opere: le nuove tempistiche  Il nuovo decreto stabilisce che il termine entro il quale i creditori presentano l'istanza alle amministrazioni aggiudicatrici per il 2019 è spostato al 24 gennaio 2020.   Slitta, di conseguenza, anche la data in cui queste ultime inviano al Mit la certificazione del credito, che passa al 14 febbraio 2020.     Infine, la data entro cui predisporre il piano di ripartizione delle risorse è fissata al 1° aprile 2020.   Fondo salva opere: cosa prevede la misura Ricordiamo..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/12/2019 – La zona urbanistica dove sorge l’abitazione influisce sulla sua qualificazione come “di lusso” e, di conseguenza, può portare alla perdita dei benefici fiscali per l’acquisto della prima casa.   A specificarlo l’Agenzia delle Entrate su FiscoOggi.   Casa di lusso: come influisce la zona in cui è costruita L’agenzia ricorda che l’immobile sito in zona qualificata dallo strumento urbanistico comunale come destinata a “ville con giardino” deve essere ritenuto abitazione di lusso, ai sensi dell’art. 1 del DM 2 agosto 1969.   Ciò vale indipendentemente da una valutazione delle sue caratteristiche intrinseche costruttive, rilevando non già le caratteristiche di lusso intrinseche all’edificio qualificato come “villa”, bensì la collocazione urbanistica, la quale costituisce indice di particolare prestigio, e risulta, quindi, caratteristica..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/12/2019 - La domotica per la casa si evolve verso uno standard di compatibilità unico che punta a semplificare la facilità di utilizzo e l’affidabilità dei prodotti per la smart home.   Amazon, Apple, Google e Zigbee Alliance hanno annunciato, lo scorso 18 dicembre, di essersi accordate per sviluppare e promuovere l’adozione di un nuovo standard di connettività privo di royalty per aumentare la compatibilità fra i prodotti di domotica, con la sicurezza come colonna portante.   Casa domotica: cosa prevede l’accordo sulla ‘smart home’ L’obiettivo del progetto, dal nome Connected Home over IP, è rendere possibile la comunicazione fra dispositivi di domotica, app mobili e servizi cloud e definire un set specifico di tecnologie di rete basate su IP per la certificazione dei dispositivi.   Il gruppo di lavoro adotterà un approccio open source per sviluppare e implementare un nuovo..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/12/2019 – Miniproroga per il Piano Casa della Sardegna. Il consiglio Regionale ha approvato il disegno di legge che allunga di sei mesi, fino al 30 giugno 2020, i termini per realizzare gli ampliamenti volumetrici e gli interventi di demolizione e ricostruzione e delocalizzazione.   Piano Casa Sardegna, proroga di 6 mesi La norma approvata dal Consiglio regionale prevede solo la proroga dei termini, ma nessuna modifica al Piano Casa attualmente vigente. Lo slittamento è utile a non creare vuoti normativi nell’attesa che sia approvata la legge di modifica del Piano Casa, con la quale saranno introdotte novità in materia di edilizia, normativa e urbanistica.   La proroga del Piano Casa deliberata dal Consiglio regionale potrebbe quindi essere l’ultima. A gennaio 2020 sarà presentata la nuova legge, che avrà un respiro più stabile e organico. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL PIANO CASA SARDEGNA   Sardegna,..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/12/2019 – Approvato il Piano Casa della regione Puglia. Fino al 31 dicembre 2020 sarà possibile realizzare interventi di ampliamento, demolizione e ricostruzione sugli edifici esistenti al 1° agosto 2019.   Piano Casa Puglia fino al 31 dicembre 2020 Dopo i disaccordi, che avevano fatto temere per la proroga, il Consiglio Regionale ha approvato il ddl che da una parte conferma il Piano Casa per tutto il 2020 e dall’altra, per coinvolgere un maggior numero di edifici, sposta in avanti, dal 1° agosto 2018 al 1° agosto 2019, anche la data entro la quale gli immobili devono risultare esistenti per poter essere interessati dagli interventi di ampliamento o sostituzione edilizia.   Confermate le percentuali di ampliamento del 20% e del 35% in caso di demolizione e ricostruzione, che possono raggiungere il 45% se alla demolizione segue la delocalizzazione dell’edificio e la rigenerazione urbana dell’area su cui sorgeva. SCARICA..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/12/2019 – Il bonus verde ci sarà anche per l’anno prossimo; nel 2020, quindi, sarà ancora possibile sistemare giardini, terrazzi e parti comuni di edifici residenziali con l’agevolazione del 36%.   La proroga della misura è arrivata con il ddl Milleproroghe, che verrà discusso nel prossimo Consiglio dei Ministri.     Bonus verde 2020: la misura Con l'arrivo della proroga, anche per il 2020 è possibile usufruire di una detrazione Irpef del 36% delle spese sostenute per interventi di sistemazione a verde degli immobili ad uso abitativo, con un limite massimo di 5.000 euro.     La detrazione va ripartita in 10 quote annuali e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. La detrazione massima è di 1.800 euro.   Bonus verde 2020: quali sono gli interventi agevolabili Ricordiamo che per sistemazione a verde si intende: -..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/12/2019 – Da domani entrano in vigore le disposizioni antincendio per gli impianti termici di portata complessiva superiore a 35 kW, come ad esempio le centrali termiche per il riscaldamento di condomìni e scuole, come previsto dal DM 8 novembre 2019 che ha modificato il DM 12 aprile 1996 sulla sicurezza degli impianti termici.   Antincendio impianti termici: l’applicazione della norma Le disposizioni contenute nel DM 8 novembre 2019 si applicano alla progettazione, realizzazione e esercizio degli impianti per la produzione di calore civili extradomestici di portata termica complessiva maggiore di 35 kW alimentati da combustibili gassosi utilizzati per: 1) climatizzazione di edifici e ambienti; 2) produzione di acqua calda, acqua surriscaldata e/o vapore; 3) cottura del pane e di altri prodotti simili (forni) ed altri laboratori artigiani; 4) lavaggio biancheria e sterilizzazione; 5) cottura di alimenti (cucine) e lavaggio stoviglie.   Più..
Continua a leggere su Edilportale.com