Flash News: Edilizia

19/12/2019 – Le coperture proteggono l’abitazione dalle azioni esterne, garantendo elevate prestazioni di impermeabilità all’acqua, resistenza al vento e isolamento termico in modo da ottenere la minima dispersione energetica.   Per avere un adeguato comfort termico è necessario realizzarecoibentare ma anche realizzare uno sfasamento temporale del picco dell’onda termica nel passaggio dagli strati esterni a quelli interni della copertura agendo sulla massa e sulle proprietà dei materiali.   Coperture: tecnologie a confronto Ogni tetto presenta un certo numero di elementi a seconda del diverso tipo di funzionamento della copertura. Tali strati funzionali possono portare generalmente a quattro tipi di coperture: copertura non isolata non ventilata, copertura non isolata ventilata, copertura isolata non ventilata (tetto caldo), copertura isolata ventilata (tetto freddo).   Una copertura non isolata e non ventilata è..
Continua a leggere su Edilportale.com

19/12/2019 - Prosegue la spinta al ribasso, ormai in atto dal mese di giugno, del mercato pubblico della progettazione, a novembre sono state bandite 232 gare, con un valore di 28,6 milioni di euro, il valore più basso dell’anno. Rispetto al mese di ottobre il numero delle gare cala del 15,3% e il valore dell’1,4%. Rispetto a novembre 2018 il numero cresce del 14,9%, ma il valore crolla del 33,5%.   Sempre per i bandi di sola progettazione, gli undici mesi del 2019 si chiudono con un valore complessivo di 510,0 milioni di euro, in calo del 3,9% sul 2018, e con un numero di 2.603 gare, in calo dell’8,5%. Da rilevare che il calo nel valore è dovuto interamente ai bandi di minore importo, infatti i bandi sopra soglia si mantengono a +19,3% in numero e a +2,6% in valore, mentre i bandi sotto soglia crollano, -15,0% in numero e -18,7% in valore.   Se la progettazione pura segue una linea al ribasso, il mercato di tutti i servizi di ingegneria e..
Continua a leggere su Edilportale.com

19/12/2019 - È stata approvata definitivamente dal Senato la legge di conversione del Decreto Fiscale. Vediamo alcune delle novità.   Appalti e subappalti, più controlli sulle ritenute Dal 1° gennaio 2020, chi affida la realizzazione di un’opera o di un servizio di importo annuo superiore a 200.000 euro, è tenuto a richiedere all’impresa appaltatrice o affidataria e alle imprese subappaltatrici, che devono rilasciarla, copia degli attestati di versamento delle ritenute operate sulle retribuzioni corrisposte al personale impiegato nell’esecuzione delle opere o dei servizi affidati.   Se il committente non riceve risposta o scopre che versamenti sono stati omessi o sono insufficienti, deve sospendere il pagamento dei corrispettivi maturati dall’impresa.   Se invece non chiede affatto all’impresa copia degli F24 utilizzati per versare le ritenute oppure se, non avendo ricevuto le deleghe e le informazioni..
Continua a leggere su Edilportale.com

19/12/2019 – La centrale di progettazione resta in sospeso. Non è mai diventata operativa, ma non è neanche stata soppressa, come sembrava dovesse accadere con la legge di Bilancio per il 2020.   Durante l’esame del disegno di legge di Bilancio in Senato, il Movimento 5 Stelle ha presentato degli emendamenti per l’abrogazione della struttura istituita lo scorso anno, ma mai entrata in esercizio perché considerata un errore. Le proposte sono state però respinte. Nel testo, che ora è alla Camera, non ce n'è infatti traccia.   Centrale di progettazione, la struttura mai partita La “struttura per la progettazione di beni ed edifici pubblici”, conosciuta soprattutto come centrale di progettazione, è stata istituita dalla legge di Bilancio per il 2019 con una dotazione di 100 milioni di euro annui. Al suo interno avrebbero lavorato 300 dipendenti, di cui il 70% con qualifica tecnica.   La..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/12/2019 - Il bilancio 2019 di ASSOBIM, nata per promuovere la diffusione del Building Information Modeling e sostenere l’attività dell’intera filiera tecnologica del BIM, guarda a un primo importante risultato: la crescita costante del BIM in Italia. Infatti, nel 2019 il BIM – grazie anche ad alcuni fattori “leva”, su tutti l’avvio a partire dal 1 gennaio 2019 dell’obbligatorietà progressiva dei progetti digitali negli appalti di opere pubbliche - ha indubbiamente continuato la sua fase di sviluppo. Va contemporaneamente segnalato, però, che al momento il BIM rimane una metodologia abbracciata soprattutto dalla fascia alta del mercato. L’Ing. Adriano Castagnone, Presidente ASSOBIM, afferma: Il BIM in Italia sta entrando nella quotidianità operativa di progettisti e costruttori, anche se meno di quanto ci si aspettasse e di quanto ce ne sia realmente bisogno. Nel mondo dell’edilizia,..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/12/2019 - “Un progetto finalizzato al monitoraggio delle condizioni degli atenei italiani e all’individuazione di una serie di vertenze locali di rigenerazione urbana che, nel segno della sostenibilità ambientale e sociale, destinino nuovi spazi all’attività didattica degli atenei, ad alloggi per gli studenti e ad attività culturali ricreative sportive utili anche al territorio”.   Così il segretario generale di Fillea Cgil, Alessandro Genovesi, descrive l’iniziativa ‘Cantieri per il sapere - Per una edilizia universitaria sostenibile e di qualità’ promossa dagli edili Cgil e da UDU - Unione degli Universitari, anche a seguito degli “ultimi, allarmanti, rapporti sull’edilizia scolastica e universitaria che confermano l’urgente bisogno di mettere in sicurezza scuole, atenei, Case degli Studenti gestite dalle Agenzie per il Diritto allo Studio”.   Rapporti che - secondo..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/12/2019 - Monitorare il dissesto idrogeologico utilizzando immagini satellitari fornite dalla rete ‘CosmoSkyMed’ dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). È questo l’obiettivo dell’accordo tra ENEA, l’azienda Planetek Italia e il Comune di Messina per garantire la sicurezza del territorio della frazione di Altolìa.   Grazie alle più avanzate tecnologie satellitari, sarà possibile individuare nuove frane e tenere sotto osservazione quelle esistenti. Oltre all’attività di monitoraggio satellitare ‘real time’, il team di ricerca metterà a punto uno studio storico (per il periodo 2014-2018) e una previsione al 2023 del dissesto idrogeologico di tutta l’area, pari a circa 25 km2. Inoltre, una squadra di geologi ENEA sarà impegnata sul campo per verificare i fenomeni naturali, in modo da confrontare le informazioni elaborate..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/12/2019 – In arrivo 45,5 milioni di euro (12 milioni di euro nel 2019 e 33,5 milioni nel 2020) destinati alle PMI operanti nel settore degli appalti pubblici e vittime delle crisi delle grandi imprese.   È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 144/2019 con cui sono stati individuati i criteri di assegnazione delle risorse e le modalità operative del Fondo, in vigore dal prossimo 31 dicembre. Il decreto, tuttavia, contiene alcune incongruenze sulle date per l’accesso alle risorse 2019: il termine d’invio è stabilito al 10 dicembre 2019 anche se il decreto è stato pubblicato solo lo scorso 16 dicembre.    Fondo salva opere: cosa prevede la misura Ricordiamo che il Fondo è stato istituito dal Decreto Crescita per evitare che la crisi dell’appaltatore porti al default delle imprese subappaltatrici e al blocco del cantiere. La norma stabilisce che, in caso di crisi dell’impresa..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/12/2019 – Come funziona la detrazione degli interessi passivi di un mutuo acceso per costruire la prima casa, per acquistarla o per ristrutturarla?   A spiegarlo l’Agenzia delle Entrate, tramite la posta di FiscoOggi, rispondendo ad una coppia, di cui la moglie fiscalmente a carico del marito, comproprietaria e cointestataria di un mutuo acceso per costruire l’abitazione principale. Il particolare, il marito ha chiesto all’Agenzia se fosse possibile portare in detrazione la quota di interessi passivi spettante alla moglie.   Detraibilità mutui prima casa: quando è possibile Prima di tutto, l’Agenzia ha ricordato che è prevista una detrazione Irpef del 19 per cento per gli interessi passivi e relativi oneri accessori corrisposti in dipendenza di mutui ipotecari contratti per l’acquisto dell’abitazione principale, per un importo non superiore a euro 4.000.   La detrazione, a decorrere dalla data in..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/12/2019 – Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici (CSLLPP) ha prorogato di 12 mesi il periodo transitorio relativo alle procedure per l’identificazione, la qualificazione ed il controllo di compositi fibrorinforzati a matrice inorganica, denominati FRCM (Fiber Reinforced Cementitious Matrix)’.   È stato, infatti, pubblicato il Decreto 625/2019 che ha modificato la data di adeguamento prevista dal Decreto 1/2019.   Compositi fibrorinforzati a matrice inorganica: norme in vigore da gennaio 2021 Senza la proroga, le linee guida relative all’identificazione e al controllo dei FRCM sarebbero entrate in vigore l’8 gennaio 2020.   La nuova scadenza per l’adeguamento, al fine di consentire la conclusione delle procedure di qualificazione, è adesso prevista per l’8 gennaio 2021.   Compositi FRCM: le linee guida    Ricordiamo che le Linee Guida forniscono le procedure per l’identificazione,..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/12/2019 – Ammontano a 5,4 miliardi di euro gli investimenti complessivi generati dal piano per l’edilizia scolastica realizzato in questi anni dal Ministero dell’istruzione, dell’Università e della ricerca (Miur) con il contributo della Banca Europea per gli Investimenti (Bei) e di Cassa Depositi e Prestiti (CDP).   I risultati del piano sono stati presentati ieri presso la Sala “Aldo Moro” del Miur alla presenza del Ministro, Lorenzo Fioramonti, e della viceministra, Anna Ascani.   Edilizia scolastica, quasi 9mila interventi per 5,4 miliardi Il piano di edilizia scolastica che il Miur sta portando avanti si articola in due fasi. La prima conta quasi 2,5 miliardi di finanziamenti complessivi per la realizzazione di oltre 5570 interventi. In corso di attuazione il secondo piano, che prevede uno stanziamento di quasi 3 miliardi e più di 3mila interventi.   Come indicato in dettaglio nelle slide pubblicate sul..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/12/2019 – Attraverso i bonus casa negli ultimi 20 anni sono stati realizzati 19,5 milioni di interventi, attivando 322 miliardi di euro di investimenti e, nel solo 2019, 28.963 milioni di euro di investimenti.   Questi alcuni dati emersi dal Rapporto Camera dei Deputati-Cresme sulla stima dell'impatto delle misure di incentivazione per il recupero e la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio.   Bonus per la casa: spingono il mercato da 20 anni Il Rapporto mette in evidenza che le detrazioni fiscali per i lavori in casa dispiegano i propri effetti nel mercato dal 1998 (anno in cui sono state introdotte). Dalle stime elaborate dal Cresme emerge che gli incentivi fiscali per il recupero edilizio e per la riqualificazione energetica hanno interessato dal 1998 al 2019, 19,5 milioni di interventi, ossia - considerando che le abitazioni sono il principale oggetto degli interventi di rinnovo – oltre il 62,5% delle abitazioni italiane stimate dall’ISTAT..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/12/2019 - Con 166 voti favorevoli, 128 contrari e nessuna astensione, ieri sera l’Aula del Senato ha approvato con voto di fiducia l’emendamento 1.9000 interamente sostitutivo della prima sezione (articoli da 1 a 101) del disegno di Legge di Bilancio 2020.   Bonus facciate 90% in zone A e B Il nuovo bonus, che debutta il 1° gennaio 2020, avrà una durata di un anno. Saranno agevolati, con una detrazione dall'imposta lorda pari al 90%, gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate). Leggi i dettagli    Sconto in fattura quasi eliminato Lo sconto immediato in fattura, praticato dal fornitore e da questi recuperato come credito di imposta nei 5 anni successivi, rimarrà solo per i lavori di efficientamento energetico, di importo superiore a 200mila euro, realizzati sulle parti comuni..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/12/2019 - Con 166 voti favorevoli, 128 contrari e nessuna astensione, ieri sera l’Aula del Senato ha approvato con voto di fiducia l’emendamento 1.9000 interamente sostitutivo della prima sezione (articoli da 1 a 101) del disegno di Legge di Bilancio 2020.   Bonus facciate 90% in zone A e B Il nuovo bonus, che debutta il 1° gennaio 2020, avrà una durata di un anno. Saranno agevolati, con una detrazione dall'imposta lorda pari al 90%, gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate). Saranno ammessi al bonus facciate gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi. Tra questi anche quelli di sola pulitura e tinteggiatura esterna. Non è previsto un limite di spesa. La detrazione sarà ripartita in dieci quote annuali di..
Continua a leggere su Edilportale.com

16/12/2019 – Consip mette in campo una nuova strategia nel settore dei servizi per grandi immobili pubblici.    È stato, infatti, bandito l’Accordo Quadro Facility Management, del valore complessivo di oltre 1 miliardo di euro suddiviso in 24 lotti territoriali, che ha per oggetto i servizi integrati (sia gestionali che operativi) destinati ai Grandi Immobili (superficie lorda superiore ai 5.000 mq) in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni e alle Istituzioni Universitarie Pubbliche ed agli Enti ed Istituti di Ricerca.   Gestione immobili: cosa prevede l’Accordo L’oggetto dell’Accordo Quadro sono i servizi di manutenzione impianti (elettrici, idrico-sanitari, riscaldamento, raffrescamento, elevatori, antincendio); di pulizia ed igiene ambientale (rifiuti speciali, manutenzione verde ecc); altri servizi operativi (traslochi, mantenimento edile ecc). L’iniziativa è finalizzata all’affidamento di..
Continua a leggere su Edilportale.com

16/12/2019 – Lo sconto alle imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare che vendono entro 10 anni fabbricati demoliti e ricostruiti secondo principi antisismici e di risparmio energetico si applica solo agli immobili e non ai terreni edificabili.   A spiegarlo l’Agenzia delle Entrate in risposta a due società: la prima intendeva acquistare un’area edificabile, l’altra (una cooperativa) intendeva acquistare un edificio residenziale, impegnandosi rispettivamente a costruire e recuperare, in chiave antisismica, i fabbricati, per poi alienarli entro dieci anni.   Entrambe avevano chiesto la possibilità di beneficiare delle agevolazioni dell’articolo 7 del Decreto Crescita (DL 34/2019) che prevede, in caso di trasferimenti immobiliari in favore di imprese di costruzione o di ristrutturazione, al ricorrere di determinate condizioni, le imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura fissa di 200 euro ciascuna.   Sconto..
Continua a leggere su Edilportale.com

16/12/2019 – Il 2020 sarà l’anno del treno turistico. L’annuncio è arrivato dal Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini.   L’idea di sfruttare le ferrovie dismesse per esplorare in modalità slow molti angoli nascosti del territorio è nata negli anni Cinquanta nel Regno Unito. In Italia le ferrovie turistiche sono già una realtà. Spesso sugli stessi percorsi si alternano treni storici e convogli passeggeri ordinari.   Vediamo alcune tratte su cui è possibile viaggiare come un passeggero dell’Ottocento.   Talyllyn Railway, Regno Unito Tutto è iniziato su questa ferrovia del Galles. Qui, nel 1950, è stata creata la prima associazione per il recupero della tratta con finalità turistiche.  Foto: Mike Buck [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)] In Italia, la Sardegna può vantare un turismo..
Continua a leggere su Edilportale.com

16/12/2019 - Facilitare la concessione di finanziamenti ad una platea potenziale di circa 1,6 milioni di professionisti iscritti alle Casse e agli Enti di Previdenza. È lo scopo del protocollo d’intesa siglato venerdì da Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. (CDP) e l’Associazione degli Enti Previdenziali Privati (AdEPP).   Grazie alla partnership tra AdEPP e CDP - spiega la nota diramata dai due enti -, i professionisti potranno infatti beneficiare di un incremento della percentuale ­di garanzia da parte del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese (Fondo PMI) con un vantaggio potenziale in termini di: riduzione del tasso d’interesse applicato sui finanziamenti concessi; ottenimento di finanziamenti di importo maggiore; riduzione dei tempi di concessione del credito da parte dei soggetti finanziatori e assenza di richiesta di garanzie reali per la quota coperta..
Continua a leggere su Edilportale.com

16/12/2019 – Bonus facciate nei centri storici e nelle zone B, ecobonus, bonus ristrutturazioni e bonus mobili prorogati di un anno, sconto in fattura quasi cancellato. Sono i principali contenuti del maxiemendamento su cui il Governo oggi chiederà la fiducia in Senato.   Il testo ingloba gli articoli da 1 a 101 della bozza di disegno di legge di Bilancio e rappresenta la prima tranche della manovra.   Bonus facciate 90% Il nuovo bonus, che debutta dal 1° gennaio, avrà una durata di un anno. Saranno agevolati, con una detrazione dall'imposta lorda pari al 90%, gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate).   Sconto in fattura quasi eliminato Lo sconto immediato in fattura, praticato dal fornitore e da questi recuperato come credito di imposta nei 5 anni successivi, rimarrà solo..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2019 – In presenza di un abuso edilizio bisogna sempre emettere l’ordine di demolizione. Solo in un secondo momento, cioè nella fase esecutiva, l’Amministrazione competente può decidere di sostituite la demolizione con il pagamento di una sanzione. Lo ha spiegato il Consiglio di Stato con la sentenza 8285/2019.   Abusi edilizi, il caso Il caso esaminato dai giudici trae origine dalla richiesta di condono per l’ampliamento di un immobile situato in un’area sottoposta a vincolo sismico e paesistico. Il Comune, dopo aver negato il condono, aveva notificato al proprietario l’ordine di demolizione delle opere realizzate e imposto il ripristino dello stato dei luoghi.   Il proprietario aveva quindi chiesto un nuovo accertamento di conformità per la sanatoria delle opere. Sanatoria nuovamente negata dal Comune perché, anche se l’opera si trovava nella sottozona B2 (completamento edilizio) e risultava conforme..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2019 – L’Accordo di collaborazione tra Consiglio Nazionale Geometri (CNGeGL) e INVIMIT, d’intesa con la Cassa Geometri, per la gestione del patrimonio pubblico non genera nessuna invasione di campo, sul fronte delle competenze, da parte dei geometri; quando si parla di “interventi di efficientamento energetico di grandi complessi immobiliari”, infatti, l’accordo prevede solo la 'gestione' e non l’intervento tecnico diretto di un geometra.   Questa, in estrema sintesi, la risposta del Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI) per tranquillizzare i propri iscritti dopo alcune segnalazioni esprimenti preoccupazione per la notizia che tale forma di collaborazione potesse estendersi agli interventi di efficientamento energetico di grandi complessi immobiliari, superando le competenze professionali dei geometri.   Accordo geometri- INVIMIT: da dove nasce e cosa prevede   Il CNI chiarisce l’esatta portata dell’Accordo..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2019 - Il bonus facciate farà il suo debutto dal 1° gennaio 2020 e sta finalmente assumendo i connotati definitivi. In base al testo oggi all'esame dell'Aula del Senato, la detrazione includerà le manutenzioni ordinarie, ma sarà limitata agli immobili residenziali localizzati nei centri storici e nelle zone già urbanizzate e, nella realizzazione dei lavori più importanti, si dovranno rispettare le norme sulla prestazione energetica degli edifici.   Bonus facciate 90%, edifici e interventi ammessi Le spese sostenute dal 1° Gennaio al 31 dicembre 2020, per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate) avranno diritto ad una detrazione dall'imposta lorda pari al 90%. Non è previsto un limite di spesa.   Tra gli interventi che danno diritto alla detrazione sono espressamente..
Continua a leggere su Edilportale.com

13/12/2019 - Il bonus facciate farà il suo debutto dal 1° gennaio 2020 e sta finalmente assumendo i connotati definitivi. In base al testo oggi all'esame dell'Aula del Senato, la detrazione includerà le manutenzioni ordinarie, ma sarà limitata agli immobili residenziali localizzati nei centri storici e nelle zone già urbanizzate e, nella realizzazione dei lavori più importanti, si dovranno rispettare le norme sulla prestazione energetica degli edifici.   Bonus facciate 90%, edifici e interventi ammessi Le spese sostenute dal 1° Gennaio al 31 dicembre 2020, per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate) avranno diritto ad una detrazione dall'imposta lorda pari al 90%. Non è previsto un limite di spesa.   Tra gli interventi che danno diritto alla detrazione sono espressamente..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2019 – I cedimenti differenziali dei terreni di fondazione possono causare notevoli danni, soprattutto su edifici che sono stati costruiti su terreni non compatti; per questo è necessario intervenire sulle fondazioni con adeguate soluzioni tecniche volte al consolidamento dei terreni.   Terreni di fondazione: le problematiche I cedimenti differenziali nei terreni di fondazione sono causati da diversi fattori come: - l’essiccamento degli strati superficiali del terreno o la differenza di struttura dei terreni su cui poggia la casa; - forti pendenze o sovraccarichi vicino a una fondazione; - eccesso di acqua, anche dovuto a rottura di tubature; - scavi nei pressi dell’edificio; - piani interrati parziali, non completamente finiti. - vibrazioni del sottosuolo.   Il deterioramento delle caratteristiche geotecniche del terreno va ad alterare la natura chimica e muta la circolazione idrica nel sottosuolo, dando origine a spazi vuoti..
Continua a leggere su Edilportale.com

12/12/2019 – Al Ministero dello sviluppo Economico (Mise) è iniziato il confronto con i sindacati Cgil, Cisl e Uil per il rilancio del settore edile. Come proposto dai sindacati, il Ministero si farà promotore di specifici tavoli tecnici tematici in cui saranno coinvolti altri Ministeri e istituzioni. L’obiettivo è creare sinergie per affrontare temi trasversali, come ad esempio la rigenerazione urbana e la corretta implementazione del Codice degli Appalti.   I partecipanti dovranno inviare i propri contributi entro la metà di gennaio. In base alle proposte pervenute sarà definito un calendario di tavoli tecnici.   Edilizia, sindacati: ‘risorse per recupero capannoni e territorio' Nel corso dell’incontro, i sindacati hanno illustrato “la drammatica situazione del settore” con 800mila posti di lavoro persi e 120mila imprese chiuse e sottolineato la necessità che il governo avvii una “politica..
Continua a leggere su Edilportale.com