Flash News: Edilizia

23/07/2020 – La cessione del credito con sconto in fattura prevista per il superbonus 110% può funzionare e le imprese possono, potenzialmente, non far pagare nulla all’utente finale. In più, per l’invio della documentazione Enea, si seguiranno a grandi linee, le procedure già previste per l’ecobonus.   Questi alcuni aspetti chiariti nel corso del secondo webinar Edilportale sul Superbonus 110%, organizzato con la collaborazione di Knauf Italia e Samsung Climate Solutions, brand di Samsung, che ha permesso di comprendere meglio il meccanismo della cessione del credito con sconto in fattura e le procedure Enea per la fruizione dell’agevolazione.      Rivedi il video dell’evento    Superbonus 110%: possibile per le imprese fare lavori con sconto totale Alcuni spunti interessanti sono stati espressi da Marco Zandonà, direttore dell’area fiscalità edilizia dell’Ance..
Continua a leggere su Edilportale.com

23/07/2020 - Arriverà oggi la Guida dell’Agenzia delle Entrate al superbonus 110% che conterrà una prima illustrazione informativa delle principali novità in materia di detrazioni introdotte dal Decreto Rilancio. La prossima settimana sarà invece pubblicata la circolare interpretativa.   Lo ha annunciato ieri il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, nel corso dell’audizione alla Camera, presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria, nella quale ha illustrato tutto ciò che è necessario sapere per accedere al superbonus e chiarito le modalità e i termini per fruire delle agevolazioni alternative come lo sconto in fattura e la cessione del credito.   Superbonus 110%, interventi agevolabili e beneficiari Ruffini ha ricordato le caratteristiche del superbonus 110%: l’orizzonte temporale dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021; gli interventi agevolati,..
Continua a leggere su Edilportale.com

23/07/2020 - Tutto ciò che è necessario sapere per accedere al superbonus e le modalità e i termini per fruire delle agevolazioni alternative come lo sconto in fattura e la cessione del credito. Sono stati questi i contenuti dell’audizione alla Camera, presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria, del direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini. Nel corso dell’audizione, Ruffini ha anche annunciato la imminente pubblicazione della Guida dell’Agenzia delle Entrate al superbonus 110% che conterrà una prima illustrazione informativa delle principali novità in materia di detrazioni introdotte dal Decreto Rilancio. La prossima settimana sarà invece pubblicata la circolare interpretativa.   Superbonus 110%, interventi agevolabili e beneficiari Ruffini ha ricordato le caratteristiche del superbonus 110%: l’orizzonte temporale dal 1°..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/07/2020 - La progettazione degli impianti tecnologici è normata dal DM 37/08. Il progetto per l'installazione, trasformazione e ampliamento dell’impianto elettrico è sempre obbligatorio, con la variante che in alcuni casi deve essere redatto da un professionista iscritto all’albo professionale, in altri casi è redatto dal responsabile tecnico dell'impresa installatrice. Il deposito della progettazione relativa all'impianto elettrico asseverato da un professionista non è dovuto se l'intervento: - è relativo ad un immobile la cui estensione è inferiore ai 400 mq (per esercizi commerciali); - è relativo ad un immobile la cui estensione è inferiore ai 250 mq (per immobili destinati a residenza); - impegna una potenza complessiva inferiore a 6Kw e differenza di potenziale inferiore ai 1000V; - non riguarda zone comuni. Quando ci si affida direttamente ad un’impresa installatrice questa..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/07/2020 - Il Commissario straordinario per l’Emergenza Covid, Domenico Arcuri, ha indetto una gara pubblica europea per l’acquisto di un massimo di tre milioni di banchi per garantire la riapertura dell’anno scolastico in sicurezza.   La gara, indetta su richiesta della Ministra dell'istruzione Lucia Azzolina, chiede, in particolare, la fornitura di: - fino a 1,5 milioni di banchi monoposto tradizionali: - e fino a 1,5 milioni di sedute attrezzate di tipo innovativo.   Le offerte verranno valutate secondo una procedura concorrenziale, trasparente, accelerata. Tra i criteri - si legge nella nota del Ministero dell’Istruzione - “verrà ovviamente considerato anche il prezzo per ciascuna tipologia richiesta che, quindi, altrettanto ovviamente sarà dettato dal mercato”.   Il Bando, pubblicato sui siti della Presidenza del Consiglio/Commissario straordinario, dei Ministeri della Salute e dell’Istruzione e..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/07/2020 – In arrivo la nuova Regola Tecnica Verticale per la sicurezza antincendio delle facciate degli edifici civili.   La bozza del provvedimento, approvata lo scorso 1° luglio dal Comitato Centrale Tecnico Scientifico (CCTS), sarà oggetto di osservazioni tecniche da parte degli ordini degli ingegneri. Le proposte saranno analizzate e vagliate dal gruppo di lavoro sicurezza del CNI, approvate dal Consiglio e successivamente presentate al CCTS.   Antincendio: la RTV per le facciate degli edifici civili La nuova regola tecnica verticale si applica alle chiusure d’ambito degli edifici civili come strutture sanitarie, scolastiche, alberghiere, commerciali e uffici.   La regola per la sicurezza antincendio mira a limitare la probabilità di propagazione di un incendio attraverso le sue chiusure d’ambito sia nel caso in cui l’incendio sia originato all’interno dell’edificio sia che sia originato all’esterno..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/07/2020 - Un condomino può realizzare a proprie spese interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche e interventi agevolati dal superbonus 110%, anche servendosi della cosa comune, nel rispetto dei limiti imposti dal Codice Civile.   Lo prevede l’articolo 10, comma 3, del DL Semplificazioni, facendo riferimento agli interventi per il miglioramento energetico e sismico e per l’installazione di fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici di cui all’articolo 119 del Decreto Rilancio, cioè quelli che beneficiano del superbonus 110%, e ai lavori per l’eliminazione delle barriere architettoniche discilpinati dalla Legge 13 del 9 gennaio 1989.   Superbonus 110%, intervenire a proprie spese in condominio Questo significa che, nei casi in cui il condominio non raggiunga l’intesa per eseguire lavori per l’eliminazione delle barriere architettoniche o per il miglioramento energetico o..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/07/2020 – Le agevolazioni prima casa si perdono per il tardivo trasferimento di residenza entro i 18 mesi dall’acquisto, anche se il ritardo è dovuto al prolungarsi dei lavori di ristrutturazione.   A chiarire il punto l’Agenzia delle Entrate, tramite FiscoOggi, riprendendo quanto sancito dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 10719 del 5 giugno 2020 in cui tratta il caso di due contribuenti che avevano acquistato un’abitazione in forma agevolata obbligandosi a spostare la residenza nel Comune in cui si trovava l’immobile, entro 18 mesi dalla stipula dell’atto.   Agevolazioni prima casa: i ritardi nei lavori sono 'cause di forza maggiore'? Nel caso trattato, dopo la scadenza del termine di 18 mesi, i due contribuenti non avevano provveduto al trasferimento a causa di circostanze ‘di forza maggiore’.     In particolare, non era stato possibile perché l’inquilino non aveva..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/07/2020 - Il DL Semplificazioni fa rientrare l’allarme generato in Puglia dalla sentenza della Corte Costituzionale che ha giudicato illegittimo il Piano Casa nella parte in cui consente la ricostruzione con delocalizzazione, paralizzando il settore edile già fermo per l’emergenza Covid-19.   Il DL 76/2020, infatti, prevede che “negli interventi di demolizione e ricostruzione di edifici, anche qualora le dimensioni del lotto non consentano la modifica dell’area di sedime ai fini del rispetto delle distanze minime, la ricostruzione è comunque consentita nell’osservanza delle distanze legittimamente preesistenti.  Gli incentivi volumetrici eventualmente riconosciuti per l’intervento possono essere realizzati anche con ampliamenti fuori sagoma e con il superamento dell’altezza massima dell’edificio demolito, sempre nel rispetto delle distanze legittimamente preesistenti”.   Piano Casa..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/07/2020 – L’entrata in vigore del DL Semplificazioni e della Legge di conversione del Decreto Rilancio apre nuovi scenari in relazione agli interventi di demolizione e ricostruzioni con sagoma diversa; infatti, renderebbe possibile la fruizione del superbonus 110%, e di tutti i bonus casa, anche alle ricostruzioni con aumento di volumetria.   Demolizione e ricostruzione: come cambia con il Dl semplificazioni Prima dell’entrata in vigore del DL semplificazioni, le demolizioni e ricostruzioni, normate dal Testo Unico Edilizia (DPR 380/2001), per rientrare nell'ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia, dovevano avere “la stessa volumetria dell’edificio preesistente, fatte salve le sole innovazioni necessarie per l'adeguamento alla normativa antisismica”.   Oggi, però, con le modifiche introdotte dal DL Semplificazioni al TUE, si allarga la nozione di ‘demolizione e ricostruzione’..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/07/2020 - Il fotografo Beppe Brancato, la progettista Kirsten Murray − partner dello studio di Seattle Olson Kundig − e il graphic designer Stefan Sagmeister sono i protagonisti del terzo appuntamento con i giurati della nuova edizione degli Archiproducts Design Awards. In attesa di scoprire quali saranno i vincitori degli ADA 2020, i giudici stanno condividendo con la redazione di Archiproducts il loro personale punto di vista sulla cultura del progetto e le loro aspettative sulle candidature di quest'anno, contribuendo a comporre un’istantanea su quello che è lo stato attuale del mondo del design.  Beppe Brancato, “Spero di trovare storie dietro gli oggetti, non scelte fugaci dettate dalle tendenze del momento”  Anima siciliana, Beppe Brancato vive a Milano dove lavora per le maggiori aziende di design e riviste di settore. Cresciuto sui set fotografici come tecnico della luce, oggi vanta notevoli..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/07/2020 - La causa che origina le muffe è l'umidità di condensazione, essa può essere superficiale o interstiziale. La condensazione interstiziale è molto più insidiosa rispetto a quella superficiale perché non è visibile. La condensazione interstiziale si forma all'interno degli elementi costitutivi l'edificio, quali pareti perimetrali, partizioni interne, solai e coperture. Così come il calore, anche il vapore acqueo attraversa gli elementi della costruzione. Se nella fase di passaggio le condizioni di temperatura e di umidità sono tali da condensare il vapore acqueo, ossia avviene il passaggio dallo stato gassoso a quello liquido, l’acqua rimane “intrappolata” all’interno della struttura. La persistente formazione di umidità di condensazione interstiziale può dare origine alle sub – efflorescenze e in seguito alle muffe, ma anche danneggiare irreversibilmente..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/07/2020 – È possibile fruire del bonus ristrutturazioni e del bonus mobili per lavori su un appartamento di proprietà di un familiare convivente?   A rispondere alla domanda l’Agenzia delle Entrate tramite la posta di FiscoOggi in cui tratta il caso di un figlio che vuole eseguire dei lavori di ristrutturazione, approfittando del bonus 50%, su un appartamento di proprietà del padre convivente.   Bonus ristrutturazione: le condizioni per i familiari conviventi L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che in presenza di tutte le condizioni previste dalla legge, le detrazioni per interventi di recupero del patrimonio edilizio possono essere usufruite anche dai familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile. I familiari conviventi devono essere il coniuge e/o parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado.   Per fruire del bonus, però, i familiari conviventi devono sostenere le spese..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/07/2020 - Appalti semplificati, con un ricorso maggiore all’affidamento diretto e alla procedura negoziata, tempi certi e stretti per l’aggiudicazione definitiva, commissari straordinari per le opere particolarmente complesse, Collegio consultivo tecnico per la rapida soluzione delle controversie e istituzione del Fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche.   Sono le novità entrate in vogore con il Decreto Semplificazioni, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che introduce una serie di deroghe al Codice Appalti fino al 31 luglio 2021.   Le misure devono ora affrontare l’esame parlamentare per la conversione in legge. Nel caso in cui Camera e Senato confermino i contenuti del Decreto, ecco come funzioneranno gli appalti nel periodo post emergenziale.   DL Semplificazioni: affidamento diretto e procedure negoziate Il decreto prevede l’affidamento diretto per prestazioni fino a 150.000 euro e una procedura..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/07/2020 – Rendere operativo il silenzio assenso e velocizzare i procedimenti di autorizzazione con l'adozione di moduli standard in tutta Italia, semplificare la conferenza di servizi e il rilascio della valutazione di impatto ambientale (VIA) per evitare il blocco dei cantieri.   Sono alcuni degli obiettivi del Decreto Semplificazioni, entrato in vigore dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, che introduce una serie di responsabilità a carico delle Amministrazioni per evitarne l’inerzia.   DL Semplificazioni, silenzio assenso e responsabilità Il decreto stabilisce che i provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti, adottati dopo la scadenza dei termini previsti, saranno considerati inefficaci. In questo modo si vuole evitare che l’attesa di un atto di dissenso espresso, reso dalle amministrazioni nell’ambito della Conferenza di servizi, pur se sopravvenuto oltre..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/07/2020 - Il fotografo Beppe Brancato, la progettista Kirsten Murray − partner dello studio di Seattle Olson Kundig − e il graphic designer Stefan Sagmeister sono i protagonisti del terzo appuntamento con i giurati della nuova edizione degli Archiproducts Design Awards. In attesa di scoprire quali saranno i vincitori degli ADA 2020, i giudici stanno condividendo con la redazione di Archiproducts il loro personale punto di vista sulla cultura del progetto e le loro aspettative sulle candidature di quest'anno, contribuendo a comporre un’istantanea su quello che è lo stato attuale del mondo del design.  Beppe Brancato, “Spero di trovare storie dietro gli oggetti, non scelte fugaci dettate dalle tendenze del momento”  Anima siciliana, Beppe Brancato vive a Milano dove lavora per le maggiori aziende di design e riviste di settore. Cresciuto sui set fotografici come tecnico della luce, oggi vanta notevoli..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/07/2020 - Scegliere un parquet vuol dire prendere allo stesso tempo varie decisioni come il formato, l’essenza, il colore, la tipologia, la lavorazione, il sistema di posa e la finitura. Per quanto riguarda la finitura, tutti i parquet devono essere sottoposti a questo trattamento finale. Essendo il legno un materiale naturale è di sua natura poroso, quindi non resistente all’acqua, alle macchie e all’azione di agenti esterni. Il trattamento di finitura svolge dunque una doppia funzione, quella di proteggere il parquet e al tempo stesso conferirgli un determinato aspetto estetico. La finitura chiude i pori che costituiscono la fibra del legno, proteggendo ed isolando il materiale da macchie e agenti aggressivi e gli conferisce resistenza ai graffi e lo rendere una superfice pulibile. Per quando riguarda invece la resistenza all’ammaccatura e all'usura essa è strettamente correlata alla specie legnosa che si sceglierà. Il trattamento..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/07/2020 - Si chiama ‘Caserme Verdi - Strategie innovative tra ingegneria e architettura: un’opportunità per il Paese’ il progetto per l’ammodernamento del parco infrastrutturale dell’Esercito.   Il progetto ‘Caserme Verdi’ prevede la realizzazione di basi militari di nuova generazione efficienti, funzionali, pienamente rispondenti alle normative vigenti e ispirate a nuovi standard e secondo criteri costruttivi innovativi di modularità, rapidità costruttiva, basso impatto ambientale e ridotti costi di manutenzione.   Il cronoprogramma prevede la realizzazione del progetto nell’arco di 20 anni con un investimento complessivo stimato in 1,5 miliardi di euro.   L’iniziativa è stata presentata mercoledì a Roma, presso lo Stato Maggiore dell’Esercito, in un webinar curato assieme agli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Roma in coordinamento col Consiglio Nazionale..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/07/2020 – Per fruire del Sismabonus acquisti è sempre necessario che l'asseverazione sia presentata contestualmente alla richiesta del titolo abilitativo?   A spiegarlo l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 214/2020 in cui tratta la questione sollevata da un’impresa di costruzione che ha demolito un vecchio edificio in zona sismica 3 per ricostruire nuove unità abitative ma non ha presentato l’asseverazione tecnica insieme al permesso di costruire poiché nel periodo in cui era stata effettuata le zone sismiche 2 e 3 erano escluse.     Sismabonus acquisti: l’asseverazione nelle zone 2 e 3 L’Agenzia ha chiarito che il “sismabonus acquisti” è riconosciuto agli acquirenti degli immobili situati nelle zone sismiche 2 e 3, per i quali le procedure di autorizzazione sono iniziate dopo il 1° gennaio 2017 ma prima del 1° maggio 2019, anche se l'asseverazione non è stata..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/07/2020 – Presto gli Enti locali potranno iniziare i lavori di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche grazie ai 330 milioni di euro messi a disposizione del Ministero dell’Istruzione.   Il Ministero, infatti, ha pubblicato la graduatoria finale dei due bandi per l’edilizia scolastica leggera nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020.   Edilizia leggera: 5.664 Enti pronti a partire con i lavori Sono in tutto 5.664 gli Enti che hanno richiesto i finanziamenti, oltre l’84% del totale.   Il Ministero ha fatto sapere che Comuni, Province, Città Metropolitane potranno iniziare gli interventi da subito e in tempo per settembre perché sarà subito assegnato oltre l'87% delle risorse totali disponibili.   Scuole: come sono distribuiti gli interventi Gli Enti..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/07/2020 – Per favorire la riqualificazione energetica e sismica del patrimonio immobiliare italiano, il Decreto Rilancio punta su cessione del credito e sconto in fattura, in alternativa alla detrazione relativa al superbonus 110%. Come funziona il meccanismo? Qual è il ruolo dei diversi attori? Come possono imprese e professionisti ottenere liquidità in cambio del credito?   Il webinar organizzato da Edilportale dal tema “Superbonus 110%, sconto in fattura e cessione del credito” offrirà spunti interessanti sulla questione ed evidenzierà le opportunità di questa nuova agevolazione.     ISCRIVITI AL WEBINAR   Interverranno: Domenico Prisinzano - Responsabile del Laboratorio per l'efficienza energetica di ENEA Pietro Lucchesi - Consigliere del Consiglio Nazionale Geometri Vittorio Cossarini - Presidente AssoESCo Marco Zandonà - Direttore Area fiscalità edilizia dell’Ance Modera Alessandra..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/07/2020 – In arrivo deroghe alle volumetrie e alle norme sulle distanze nei lavori di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia per agevolare gli interventi di efficientamento energetico degli edifici.   Lo prevede il Decreto Efficienza Energetica (D.lgs. 73/2020), che recepisce nell’ordinamento italiano la Direttiva 2018/2002/UE sull’efficienza energetica. La Direttiva del 2018 ha modificato la Direttiva 2012/27/UE. Di conseguenza, il nuovo decreto ha modificato le precedenti norme di recepimento, come il D.lgs 102/2014.   Efficientamento energetico e volumi degli edifici A partire dal 29 luglio, data in cui il decreto entrerà in vigore, negli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia, il maggior spessore delle murature esterne e degli elementi di chiusura superiori ed inferiori, necessario ad ottenere una riduzione minima del 10% dei limiti di trasmittanza, non deve essere considerato..
Continua a leggere su Edilportale.com

17/07/2020 - “Negli interventi di demolizione e ricostruzione di edifici, anche qualora le dimensioni del lotto non consentano la modifica dell’area di sedime ai fini del rispetto delle distanze minime, la ricostruzione è comunque consentita nell’osservanza delle distanze legittimamente preesistenti.  Gli incentivi volumetrici eventualmente riconosciuti per l’intervento possono essere realizzati anche con ampliamenti fuori sagoma e con il superamento dell’altezza massima dell’edificio demolito, sempre nel rispetto delle distanze legittimamente preesistenti”.   Lo prevede il nuovo articolo 2-bis, comma 1-ter, del Testo Unico Edilizia (DPR 380/2001), come modificato dal DL Semplificazioni pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale che punta a rimuovere gli ostacoli burocratici allo sviluppo della rigenerazione urbana per consentire significativi interventi sul patrimonio edilizio esistente ed anche per migliorarne..
Continua a leggere su Edilportale.com

16/07/2020– Molto spesso chi possiede grandi terrazzi o ampi giardini ha intenzione di realizzare strutture esterne, come tettoie e pergole, per attrezzare meglio lo spazio esterno. Questo genere di strutture, però, richiede spesso delle autorizzazioni che variano a seconda del tipo di struttura che si installa e del contesto in cui è inserito il manufatto.   Realizzare tettoie e pergolati: la normativa Poiché le autorizzazioni per la costruzione di pergolati, pensiline, tettoie e verande variano da Comune a Comune, è bene consultare il Regolamento Edilizio del proprio Comune e richiedere la consulenza di un tecnico abilitato per il proprio caso specifico. A livello nazionale ci sono alcune norme che hanno fornito delle linee guida in questo senso, anche se le Regioni possono ampliare o ridurre l’ambito applicativo delle disposizioni. Il Regolamento edilizio tipo che contiene le 42 definizioni uniformi..
Continua a leggere su Edilportale.com

16/07/2020 – L’Agenzia del Demanio ha pubblicato una gara, da gestire in BIM, per il restauro e la rifunzionalizzazione di Palazzo Fondi Genzano a Napoli.     L’affidamento avverrà mediante procedura aperta con applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità prezzo. L’importo a base di gara pari a 791.656,21 euro. Il termine per la presentazione delle offerte è il 2 settembre 2020 alle 12:00.   Consulta il bando completo   Restauro BIM: cosa prevede il bando La procedura ha per oggetto l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura, in particolare l’aggiornamento della progettazione definitiva, progettazione esecutiva, aggiornamento del piano di sicurezza e coordinamento, direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione.   I lavori si riferiscono ad un progetto caratterizzato..
Continua a leggere su Edilportale.com